• Articolo , 10 febbraio 2008
  • Progetto CODE-Cooperation for mobility Demand management Enhancement

  • Martedì 12 febbraio 2008, alle ore 12 presso l’Aula Videoconferenze (c/o l’Amministrazione centrale del Politecnico di Bari in via Amendola, piano -1), si farà il punto sul progetto CODE-Cooperation for mobility Demand management Enhancement, che rientra nel Nuovo programma di prossimità tra Italia e Albania, (Interreg/Cards IIIA Italia-Albania 2004-2006, Asse I, Misura 1.1, Azione 2). […]

Martedì 12 febbraio 2008, alle ore 12 presso l’Aula Videoconferenze (c/o l’Amministrazione centrale del Politecnico di Bari in via Amendola, piano -1), si farà il punto sul progetto CODE-Cooperation for mobility Demand management Enhancement, che rientra nel Nuovo programma di prossimità tra Italia e Albania, (Interreg/Cards IIIA Italia-Albania 2004-2006, Asse I, Misura 1.1, Azione 2).
Interverranno:
• Prof. Salvatore Marzano, Magnifico Rettore del Politecnico di Bari
• Prof. Jorgaq Kaçani, Magnifico Rettore del Politecnico di Tirana
• Prof. Pasquale Colonna, responsabile scientifico del progetto CODE
• Ing. Francesco Nolè, dirigente Ufficio speciale Trasporti e Impianti fissi di Puglia, Basilicata e Calabria del Ministero dei Trasporti
• Ing. Francesco Lucafò, direttore dell’Ufficio Motorizzazione Civile di Bari
• Ing. Ettore Ruggiero, direttore di Universus Csei

Il progetto CODE–Cooperation for mobility Demand management Enhancement, nato come risposta alla sfida lanciata dall’Earth Summit di Rio de Janeiro relativamente all’adozione di pratiche locali di mobilità sostenibile, ha il fine di porre le basi per una gestione della domanda di mobilità, capace di promuovere l’uso del trasporto stradale collettivo, pubblico (bus) e privato (carpooling). Il tutto riducendo le esternalità negative legate alla congestione e all’inquinamento atmosferico e garantendo libertà di movimento di persone e merci, aspirazione e diritto inalienabile dei cittadini e requisito per lo sviluppo.
Le aree di Bari e Tirana sono accomunate dal preoccupante dominio assoluto dell’automobile privata nel campo del trasporto di passeggeri, ecco perché le azioni del progetto CODE mirano, attraverso seminari e corsi di formazione, a diffondere la cultura della mobilità sostenibile presso i cittadini (fornendo loro gli strumenti per decidere dei propri spostamenti in maniera informata e critica) e presso coloro che hanno responsabilità, pubbliche o private, nell’organizzazione e nel funzionamento dei sistemi di trasporto (attraverso informazione e formazione sulla normativa relativa al mobility management e alla cooperazione internazionale in questo campo).
La conferenza stampa sarà l’occasione per presentare l’avvio dello studio di fattibilità del TBT–Tirana Bus Terminal, progetto pilota per uno studio della mobilità su trasporto pubblico extraurbano e la definizione di standard tecnici per la realizzazione delle relative infrastrutture, e per illustrare il bando di selezione (con scadenza 15 febbraio) per la partecipazione a uno dei quattro corsi di formazione in MOBILITY MANAGEMENT. I corsi sono rivolti a 50 dipendenti di Enti di servizio pubblico e dipendenti/manager di aziende di trasporto e 50 dirigenti di aziende private e studenti universitari, italiani e albanesi. Si svolgeranno due a Bari presso Universus Csei e due a Tirana presso il Politecnico, Dipartimento di Ingegneria Meccanica, e dureranno dalla fine febbraio fino al maggio 2008. Verrà, infine, introdotta la giornata di studio sul progetto CODE relativa a “Principi, attori, strumenti della mobilità urbana e metropolitana sostenibile”, che si terrà il 13 febbraio presso la Sala Convegni di Universus Csei-Consorzio Universitario per la Formazione e l’Innovazione.