• Articolo , 10 settembre 2008
  • Progetto SMILE: la mobilità sostenibile “sorride” all’Europa

  • Obiettivo, sensibilizzare i cittadini e implementare una serie di misure alternative di trasporto per migliorare la mobilità cittadina adeguandola alle esigenze di sostenibilità

Si sono incontrati oggi a Potenza tecnici e rappresentanti delle città europee di Norwich (Inghilterra), Malmo (Svezia), Suceava (Romania) e Tallin (Estonia), per scambiarsi iniziative e progetti sulla mobilità sostenibile nei centri urbani. L’iniziativa rientra nell’ambito di SMILE il progetto, finanziato dal programma europeo “Civitas” del 2005 e atto a ridurre l’impatto negativo del trasporto urbano sulla qualità dell’aria, del clima, del rumore ambientale e sulla qualità della vita, attraverso la promozione e la dimostrazione di iniziative di mobilità sostenibile in ambito locale. Nel corso degli incontri che si sono svolti negli ultimi tre anni, sono stati analizzati i progetti realizzati nelle cinque città europee, con particolare riferimento al “Car pooling”, alle diverse strategie politiche integrate ed alle differenti concezioni di trasporto pubblico alternativo. Come ha spiegato l’assessore comunale di Potenza alla mobilità, Donato Coviello, il capoluogo lucano rappresenta, “uno degli esempi più significativi”, soprattutto grazie al’inserimento nell’attuale flotta di autobus di nuovi veicoli ecologici ed alla sperimentazione del trasporto a chiamata per risolvere i problemi di spostamento nelle aree a bassa domanda di mobilità (zone rurali). I risultati di SMILE verranno utilizzati per compilare un ampio data-base di buone pratiche per la mobilità urbana sostenibile, replicabili in altri contesti, e acquisire linee-guida di sistemi integrati di trasporto pubblico.