• Articolo , 23 giugno 2008
  • Programma ambientale Obama replica a McCain

  • Programmi a confronto. Obama risponde a McCain, specificando quali sono le sue priorità per l’ambiente e godendo dell’appoggio incondizionato di Al Gore

Ora che Obama è il candidato ufficiale dei democratici, iniziano gli scontri sui programmi con il repubblicano McCain. Ed uno degli ambiti più importanti, ma anche più sentiti dall’opinione pubblica, è quello dell’ambiente, dell’inquinamento e dello sviluppo delle energie rinnovabili. Dopo le dichiarazioni, anche abbastanza agguerrite di McCain sulle emissioni delle automobili, ma anche la sua propensione per la scelta nucleare, il candidato democratico risponde con un programma che prevede alcuni punti principali: la riduzione del consumo di petrolio del 35% entro il 2030, l’uso di 60 miliardi di galloni di biocarburanti, diminuzione fino all’eliminazione delle lampadine a incandescenza entro il 2014, incentivi per i veicoli ibridi ed investimenti fino a 150 miliardi di dollari in dieci anni per incrementare la produzione energetica da fonti rinnovabili dal 7 al 25-30% entro il 2025. Programma condiviso anche da Al Gore, che appoggia elettoralmente Barack Obama con tutto il suo movimento ecologista. E sembra proprio che, in caso di vittoria di Obama, la gestione dell’Ambiente negli USA verrebbe affidata proprio al premio Nobel americano.