• Articolo , 18 giugno 2007
  • Proteus: il gommone-catamarano a biocombustibile

  • Innovativo progetto nautico di una coppia di italiani. Simile ad un gigantesco ragno acquatico avrà un costo finale che si aggirerà attorno ai 3 milioni di euro

Si chiama Proteus ed è un’imbarcazione senza precedenti: costituito da due pattini gonfiabili lunghi 30 metri e uniti da due lunghi archi in titanio, questa specie di “ragno” ha un sistema di ammortizzazione simile alle balestre di un autoarticolato e, grazie a due motori alimentati a biodiesel da 355 cavalli, può raggiungere una velocita massima di 30 nodi. La brillante idea è di un ingegnere e geofisico, Ugo Conti e della moglie Isabella, italiani ma trapiantati in California. Importanti partners internazionali, quali Autodesk, hanno poi contribuito allo sviluppo ed al finanziamento del progetto. Proteus ha già suscitato interesse dell’Agenzia USA per l’Oceano e l’Atmosfera e del nostro Ministero per l’Ambiente, in quanto potrebbe essere un ottimo strumento per applicazioni di ricerca scientifica. Secondo Antonio di Natale, direttore scientifico dell’Acquario di Genova, dove il Proteus ha inaugurato il tour di presentazione mondiale, “La cabina di pilotaggio, a qualche metro d’altezza dal pelo dell’acqua, è molto adatta all’avvistamento di cetacei e altre specie marine”. (fonte Nova-IlSole24Ore)