• Articolo , 5 luglio 2007
  • Protocollo d’intesa tra Regione Sardegna ed Enel

  • L’intesa raggiunta tra le amministrazioni locali e i vertici della società elettrica, mira a diffondere sul territorio sardo impianti ad energia pulita attraverso lo snellimento delle procedure autorizzative

La Regione Sardegna si è impegnata nei confronti di Enel a consentire il rilascio delle autorizzazioni, permessi e concessioni di propria competenza, per la realizzazione di nuovi impianti, per una potenza complessiva di 160 Megawatt, che verranno realizzati in complessi industriali o altre aree produttive in ottemperanza a quanto disposto delle norme del Piano Paesaggistico Regionale. I progetti riguardano l’ampliamento di 160 MW di eolico che consentiranno di abbattere l’emissione in atmosfera di 190.000 tonnellate di Co2. La Sardegna otterrà da Enel, in cambio, la disponibilità di 550 GWh di energia l’anno al prezzo di 40 euro al MW valutabile in 22 milioni di euro annui, che andranno a favore di aziende orientate verso nuovi investimenti produttivi e non godranno di condizioni fiscali agevolate. Nella sostanza si tratta di una sorta di compensazione: l’energia, messa a disposizione da Enel a tariffe agevolate, sarà equivalente al volume di produzione del parco eolico, per la potenza già installata e per quella da realizzare. (fonte Rinnovabili.it)