• Articolo , 3 giugno 2008
  • Protocollo Kyoto: la Turchia pronta a partecipare

  • Il governo turco invierà un progetto di legge al Parlamento affinché approvi tale decisione

Dopo l’annuncio del ministro dell’Ambiente Veysel Eroglu, secondo il quale la Turchia era pronta ad unirsi all’accordo di Kyoto sulle riduzioni obbligatorie delle emissioni di gas serra, arriva ora la conferma ufficiale da parte del governo. Secondo quanto annunciato dal portavoce Cemil Cicek, la Turchia è pronta ad unirsi ai 170 Paesi che hanno già ratificato il patto e a breve verrà inviato un progetto di legge al Parlamento affinché sia approvata tale decisione.
In un primo momento la Turchia si era rifiutata di firmare il Protocollo delle Nazioni Unite sul riscaldamento globale, dal momento che – come aveva spiegato il ministro dell’Energia Hilmi Guler – precisi obblighi di riduzione avrebbero rallentato il completamento del proprio sviluppo industriale, obiettivo numero uno per Ankara. Ma Cicek ha sottolineato come il Paese non abbia mai escluso il Protocollo di Kyoto dalle proprie discussioni; ed ora spetta solo al Parlamento l’ultima parola.