• Articolo , 22 settembre 2011
  • Prov Pz: Lacorazza ritira a Bolzano premio Klimaenergy 2011

  • “Accanto alla necessità e all’impegno, più volte ribaditi in questi giorni, di mantenere alto il rigore dei controlli, di innalzare il livello di trasparenza e rafforzare e integrare il sistema di monitoraggio sui potenziali rischi per la salute e per l’ambiente, prosegue l’azione della Provincia per dar concretezza ad un modello intelligente e sostenibile di […]

“Accanto alla necessità e all’impegno, più volte ribaditi in questi giorni, di mantenere alto il rigore dei controlli, di innalzare il livello di trasparenza e rafforzare e integrare il sistema di monitoraggio sui potenziali rischi per la salute e per l’ambiente, prosegue l’azione della Provincia per dar concretezza ad un modello intelligente e sostenibile di sviluppo, il cui perno siano gli investimenti in risparmio ed efficienza energetica ed in riduzione di emissioni di CO2. Ancora una volta, e con grande orgoglio, una piccola provincia nel cuore del Mezzogiorno d’Italia riceve un importante premio e ottiene una valutazione positiva per la realizzazione di un pensiero, di un nuovo modo di concepire le politiche energetiche e il rapporto con l’ambiente che ci circonda”.
È quanto ha dichiarato il Presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza che questa mattina, a Bolzano, ha ricevuto il premio speciale per il particolare impegno sulla formazione legata alla diffusione delle energie rinnovabili, nell’ambito del 4° Award per Klimaenergy 2011, la Fiera internazionale delle energie rinnovabili per usi commerciali e pubblici. Il premio è stato consegnato dal sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli.
Un ulteriore riconoscimento per l’impegno in tema di sostenibilità che si aggiunge al premio di Legambiente nazionale come miglior buona prassi 2011 al programma “Scuole ecologiche in scuole sicure” – il cui obiettivo è realizzare una rete di edifici scolastici con impianti certificati, fotovoltaici, eolici, di geotermia e di compostaggio – alla menzione speciale per il premio “Progetti sostenibili e green public procurement”, promosso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e del Consip, all’ammissione a finanziamento del progetto “Futurenergy” sull’incremento della mobilità a piedi e con bicicletta e al riconoscimento dell’Ente, come struttura di supporto al patto dei sindaci”.
Tutto ciò premia un modo di fare, non di dire. Il programma “Scuole ecologiche in scuole sicure”, infatti, è già in corso, grazie all’impegno profuso dall’assessore all’Edilizia scolastica Rosaria Vicino, dal dirigente Spera e dall’ufficio edilizia scolastica e patrimonio. Nell’ambito dei Pois (Piani di offerta integrata di servizi) sono stati già approvati i progetti esecutivi che riguardano, per un importo di oltre 3 milioni di euro, una singola tipologia di interventi dell’intero programma, finalizzata alla realizzazione di impianti fotovoltaici per tutte le scuole del territorio e degli integrativi impianti mini-eolici. È stata già aggiudicata, inoltre, per la città di Potenza, per 1,6 milioni di euro, la realizzazione di centrali fotovoltaiche sugli istituti superiori, mentre gli stessi impianti sono già installati e funzionanti, per un investimento di oltre 1 milione di euro, sul Museo provinciale e su cinque scuole del territorio. Inoltre, per un importo complessivo di 6,5 milioni di euro, si sono avviati i lavori per la realizzazione della Bibliomediateca, edificio pubblico ad alta efficienza energetica, e sono stati investiti 5,2 milioni di euro sugli edifici scolastici ad alta efficienza di Tramutola e Senise, per la cui realizzazione sono in corso gli appalti.