• Articolo , 23 marzo 2011
  • Province cinesi: 13,4 mln dalla World Bank per il risparmio energetico

  • Nell’ambito di un piano pluriennale la WB finanzierà progetti di efficienza energetica in tre province cinesi, grazie alle sovvenzioni GEF.

(Rinnovabili.it) – Attraverso il Global Environment Facility (GEF), la World Bank (WB) ha approvato una sovvenzione pari a 13,4 milioni di dollari a favore della Repubblica popolare cinese. Il finanziamento elargito servirà ad aiutare tre province cinesi – Shandong, Shanxi e Jiangxin – per il perseguimento dei loro obiettivi di efficienza energetica. Il progetto mira al miglioramento dei sistemi istituzionali, delle capacità di attuazione ed implementazione dei meccanismi di incentivazione per gli investimenti nell’efficienza energetica, tramite l’istituzione di sistemi di controllo, supervisione e diffusione di una piattaforma d’informazione efficace. Nelle province dello Shanxi e Jangxi il finanziamento servirà inoltre a sviluppare politiche di bilancio per il rafforzamento degli incentivi per le attività di efficienza energetica, oltre che all’espansione del programma di risparmio energetico negli edifici pubblici dello Shanxi. L’iniziativa rientra a pieno negli sforzi previsti dalla Cina per migliorare la qualità e la sostenibilità dei programmi di efficienza energetica, grazie a tutta una serie di politiche di conservazione dell’energia, regolamenti e programmi. A questo va ad aggiungersi il 12esimo piano quinquennale (2011-2015), recentemente approvato dalla Repubblica cinese, secondo il quale i governi provinciali dovranno attuare una progettazione dettagliata di programmi globali di risparmio energetico, anche attraverso l’aiuto di finanziamenti e assistenza tecnica esterni, come il GEF elargito dalla Worl Bank. Il progetto è parte di un’iniziativa pluriennale approvata dalla WB in collaborazione con le agenzie cinesi, e ulteriori partner, a sostegno appunto di politiche di conservazione dell’energia.