• Articolo , 24 giugno 2011
  • Provincia di Lodi ed Enel insieme per ridurre i tempi d’attivazione degli impianti rinnovabili

  • Grazie all’iniziativa della Provincia di Lodi e alla disponibilità di Enel è nato un tavolo per aiutare gli imprenditori che operano nel settore delle fonti rinnovabili ad affrontare le problematiche relative alla presentazione della richiesta di allacciamento alla rete elettrica degli impianti. Alla prima riunione del tavolo hanno partecipato l’Assessore Elena Maiocchi per la Provincia […]

Grazie all’iniziativa della Provincia di Lodi e alla disponibilità di Enel è nato un tavolo per aiutare gli imprenditori che operano nel settore delle fonti rinnovabili ad affrontare le problematiche relative alla presentazione della richiesta di allacciamento alla rete elettrica degli impianti.
Alla prima riunione del tavolo hanno partecipato l’Assessore Elena Maiocchi per la Provincia di Lodi, nel ruolo di coordinatrice, per Enel Claudio Fiorentini e Piero Luigi Bianchi delle Relazioni Esterne e Alessandro Butti, Mattia Campioli e Ornella Maraschi di Enel Distribuzione, nonché una rappresentanza degli imprenditori.
“Si tratta di un’iniziativa importante – commenta Elena Maiocchi, Assessore all’Ambiente della Provincia di Lodi, – che ha già raccolto le aspettative degli imprenditori del settore, messi così in relazione diretta con l’Enel, che a sua volta, con grande tempestività, ha fornito tutte le risposte attese. Questo lavoro di coordinamento non rientra nei compiti istituzionali della Provincia – chiarisce l’Assessore -, ma non potevamo non raccogliere le richieste di interessamento delle imprese che una volta ultimati gli impianti attendevano la connessione alla rete elettrica”.
Enel Distribuzione provvede all’allacciamento degli impianti esaminando la conformità della procedura amministrativa e verificando che le caratteristiche tecniche siano rispondenti ai parametri richiesti, segnalando così eventuali criticità o difformità da integrare. “La normativa vigente obbliga Enel Distribuzione a realizzare gli allacciamenti entro tempi ben precisi che possono variare in funzione della complessità dell’intervento e della tempistica per l’ottenimento di tutte le autorizzazioni necessarie – afferma Andrea Caregari, Responsabile Enel Distribuzione per la Lombardia – grazie alla collaborazione con l’Amministrazione Provinciale puntiamo ad ottimizzare i tempi di istruttoria della pratica e ad arricchire ulteriormente le informazioni a disposizione dei richiedenti. Molto spesso, infatti, l’evasione delle richieste presentano errori o lacune che richiedono modifiche o integrazioni. Enel si è impegnata pertanto a fornire un vademecum che aiuterà a formulare nel miglior modo possibile la richiesta di allacciamento”.
Solo nel primo quadrimestre del 2011 sono stati allacciati alla rete in Lombardia oltre 350 megawatt (25 MW solo nella Provincia di Lodi), corrispondenti a 8.341 nuovi impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, registrando un primato in Italia.
Nel 2010 su 91.000 connessioni operate da Enel Distribuzione, oltre il 99% delle pratiche di allaccio che usufruiscono degli incentivi statali sono state realizzate entro i tempi prescritti, percentuale confermata anche per questi primi quattro mesi del 2011 nonostante le richieste siano aumentate di dieci volte rispetto all’anno precedente.
Infine, in questa prima fase, l’Assessorato di Palazzo San Cristoforo si è preoccupato di censire le aziende del territorio che hanno presentato domanda da gennaio 2010 a maggio 2011, e verificare gli impianti non ancora connessi alla rete, analizzando insieme a Enel Distribuzione il tipo di problematica riscontrata. In futuro, il tavolo di confronto si preoccuperà soprattutto di fornire agli imprenditori la necessaria consulenza su normative, regolamenti e relative tempistiche.