• Articolo , 19 marzo 2010
  • Provincia di Trieste: contributi per l’acquisto di taxi ecologici

  • La Provincia di Trieste ha presentato oggi una nuova azione finalizzata alla riduzione dell’inquinamento atmosferico derivante dal traffico automobilistico. L’assessorato provinciale ai Trasporti e all’Ambiente ha stanziato fondi per l’erogazione di contributi in conto capitale ai titolari di licenza taxi, incentivando l’acquisto di veicoli elettrici, a propulsione ibrida o con alimentazione a combustibile gassoso. Analoghe […]

La Provincia di Trieste ha presentato oggi una nuova azione finalizzata alla riduzione dell’inquinamento atmosferico derivante dal traffico automobilistico. L’assessorato provinciale ai Trasporti e all’Ambiente ha stanziato fondi per l’erogazione di contributi in conto capitale ai titolari di licenza taxi, incentivando l’acquisto di veicoli elettrici, a propulsione ibrida o con alimentazione a combustibile gassoso. Analoghe facilitazioni sono state previste anche per coloro che intendono adeguare i mezzi attualmente in servizio.

“Con questo provvedimento – ha spiegato la presidente della Provincia di Trieste Maria Teresa Bassa Poropat – l’amministrazione provinciale intende limitare l’inquinamento atmosferico, concentrato soprattutto nelle aree urbane. Le recenti statistiche dimostrano come i taxi compiano in media un tragitto annuo cinque volte superiore a quello di un auto privata. Si può ben comprendere dunque, come un intervento simile possa apportare vantaggi da non sottovalutare dal punto di vista ambientale”.
“Il Consiglio provinciale ha approvato ieri sera il regolamento che dà il via ufficiale all’erogazione degli incentivi – ha aggiunto l’assessore provinciale ai Trasporti e all’Ambiente Vittorio Zollia – e che detta criteri e modalità di concessione per l’acquisto di nuovi veicoli o l’adeguamento di quelli esistenti”. Il finanziamento è pari al 60% della spesa ammissibile relativa all’acquisto o alla trasformazione del mezzo. La spesa ammissibile è pari al 50% del costo dei veicoli nuovi e al 100% del costo di trasformazione e adeguamento di quelli già in servizio. Il regolamento stila alcune priorità ai fini della formazione della graduatoria dei richiedenti, ponendo al primo posto le istanze relative all’acquisto di nuovi veicoli elettrici, a propulsione ibrida o con alimentazione a combustibile gassoso e al secondo posto la trasformazione e/o l’adeguamento dei veicoli già in servizio in veicoli a propulsione ibrida.
Le domande per l’ottenimento dei contributi dovranno essere indirizzate all’Amministrazione provinciale di Trieste – Area attività produttive e sviluppo del territorio – Funzione Trasporti e Infrastrutture – Piazza Vittorio Veneto n. 4 – 34132 Trieste e presentate all’Ufficio protocollo – Piazza Vittorio Veneto n. 4 o spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il 31 gennaio di ogni anno. Le prime domande potranno essere presentate dal 7 aprile al 7 maggio 2010.