• Articolo , 4 marzo 2011
  • Provincia Pz, lunedì protocollo d’intesa con il Conai

  • Si è conclusa oggi la fase di partecipazione tra la Provincia di Potenza e i sindaci del territorio, in vista della stipula del protocollo d’intesa con il Conai (Consorzio nazionale imballaggi) – prevista per lunedì prossimo, alle 10, nella sala giunta dell’Ente – il cui obiettivo è quello di agevolare l’implementazione della raccolta differenziata dei […]

Si è conclusa oggi la fase di partecipazione tra la Provincia di Potenza e i sindaci del territorio, in vista della stipula del protocollo d’intesa con il Conai (Consorzio nazionale imballaggi) – prevista per lunedì prossimo, alle 10, nella sala giunta dell’Ente – il cui obiettivo è quello di agevolare l’implementazione della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio e facilitarne l’avvio al riciclo e al recupero.
“Altri incontri e seminari, a carattere operativo, sarà organizzati nelle prossime settimane. E’ fondamentale, nella strategia di trattamento dei rifiuti – afferma il vicepresidente e assessore all’Ambiente Massimo Macchia – lavorare sulla raccolta differenziata, che nella nostra provincia è ferma a percentuali troppo basse, e sulla riduzione alla fonte dei rifiuti. Deve essere un impegno della politica attuare il principio che tutto ciò che si produce deve essere riciclabile e ciò che non è riciclabile non deve essere prodotto: lo stiamo ribadendo da oltre un anno. Del resto, come detto anche in altre occasioni, non c’è spazio per gli inceneritori quale metodo per lo smaltimento dei rifiuti”.
Secondo il vicepresidente, “con gli interventi di potenziamento della frazione umida dei bacini di Sant’Arcangelo e Venosa e con la realizzazione dell’impianto di compostaggio intercomprensoriale, i cui iter sono stati avviati da questa Amministrazione – continua Macchia – finalmente riusciremo ad avere anche un’impiantistica adeguata per trattare la frazione umida degli rsu. A questi sforzi si deve aggiungere l’operato dei Comuni, che devono far partire la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio provenienti da utenze domestiche e non domestiche, oltre che facilitare l’avvio al riciclo ed al recupero presso riciclatori o recuperatori”.
“In tale ottica, la sinergia con il Conai è importante e necessaria per la conoscenza aggiornata delle dinamiche dei flussi di produzione e gestione dei rifiuti – conclude Macchia – ai fini della revisione e riprogrammazione del piano provinciale di gestione dei rifiuti a cui l’Amministrazione dovrà provvedere”. (r.a.)