• Articolo , 6 aprile 2010
  • PUE, nuove regole per misurare l’efficienza energetica

  • Organizzazioni europee, statunitensi e giapponesi stanno lavorando alla creazione di un sistema di misurazione dell’efficienza che sia accettato a livello mondiale

(Rinnovabili.it) – Organizzazioni europee, statunitensi e giapponesi hanno siglato un accordo in termini di misurazione dell’efficienza energetica dando la possibilità agli operatori di utilizzare un metodo innovativo per comprendere e migliorare l’efficienza energetica dei propri siti.
Durante una riunione avvenuta nel mese di febbraio le organizzazioni hanno promosso una serie di norme tra cui il PUE (Power Usage Effectiveness) come base metrica per la misurazione dell’efficienza energetica: il PUE corrisponde, infatti, al rapporto tra l’energia fornita al data center e quella utilizzata dalle IT dell’impianto.
Grazie a questa nuova misurazione sarà possibile determinare con maggiore precisione l’assorbimento energetico delle strutture con l’obiettivo finale di “creare un sistema di misurazione per l’efficienza energetica accettato a livello mondiale. Uno dei primi, e forse il più importante, tra i fattori di successo per raggiungere questo obiettivo è stabilire una unità di comunicazione”, ha dichiarato Tom Brey, rappresentante IBM e segretario di The Green Grid, il consorzio che per primo ha avanzato la proposta in questione.
“The Green Grid sta lavorando con organizzazioni di tutto il mondo per sviluppare un linguaggio chiaro e ben definito che sia la base del nostro modo di comunicare i parametri di efficienza energetica, che ci darà una unità di misura comune per tutti i data center, indipendentemente dalla loro ubicazione”.