• Articolo , 16 settembre 2010
  • Puglia baciata dal sole, incassa nuovo record e premio europeo

  • La Regione conferma l’ottima crescita di tutto il comparto del fotovoltaico e raggiunge un nuovo record nella produzione di energia da fonte solare. Una crescita che le varrà anche un premio internazionale il prossimo dicembre insieme alla città tedesca di Monaco.

(Rinnovabili.it) – Non si può di certo dire che sia una stagione grigia per la Puglia e non solo per il suo rilancio artistico e turistico. La sua vera fortuna è nascosta nell’energia del sole che le sta facendo fare passi da gigante nella produzione elettrica non inquinante. A conferma degli ottimi risultati che tutto il comparto del fotovoltaico pugliese sta dando ora arriva anche un premio internazionale, il “Premio Solare Europeo 2010”:http://www.eurosolaritalia.org/documenti/news/PREMIO%20SOLARE%20EUROPEO%202010.pdf . Il premio, nato per iniziativa della Eurosolar, verrà consegnato il prossimo dicembre alla Puglia e alla città tedesca di Monaco. Queste le motivazioni: l’esempio positivo dato nel promuovere le energie rinnovabili soprattutto quella solare, presso un largo pubblico di utenti. Il Premio è stato pensato per essere dedicato alle amministrazioni comunali, alle imprese, alle industrie, ai privati, ai tecnici, ai proprietari ed agli utilizzatori di impianti solari, oltre alle organizzazioni che offrono servizi per la manutenzione e l’utilizzazione di impianti fotovoltaici, per promuovere l’uso delle energie pulite e sensibilizzare i cittadini ad adottare strategie e buone pratiche per contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici.

“Abbiamo detto sì all’eolico e al solare, diventando in questi segmenti di green economy i primi produttori nazionali – ha commentato il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola – e il prossimo 10 dicembre la Puglia, insieme alla città di Monaco riceverà il Premio Solare Europeo 2010 per il suo esempio positivo. Oggi intendiamo spostare l’orizzonte energetico sulla solarizzazione strutturale delle città con pannelli fotovoltaici che possono coprire edifici pubblici, serre, capannoni industriali, ma anche sull’efficientamento energetico delle costruzioni e sulla sfida della mobilità sostenibile”.
Un entusiasmo per il fotovoltaico radicato sul territorio che è confermato anche dai dati che sono stati presentati ieri, nel corso della quarta giornata della Fiera del Levante di Bari dedicata alle energie pulite, dal vice presidente e assessore allo sviluppo economico regionale Loredana Capone. Più del 20% dell’energia fotovoltaica nazionale sarebbe stata prodotta proprio in questa regione. “La Puglia – ha sottolineato il vice presidente – secondo la rilevazione del GSE, il Gestore dei Servizi Energetici, il 14 settembre ha raggiunto il 310,256 MW di potenza elettrica installata, staccando la Lombardia (seconda dopo la Puglia) di 136,337 MW. Un risultato importante per il raggiungimento degli obiettivi del Pear (il Piano energetico ambientale regionale) che tuttavia deve farci anche riflettere sugli effetti sull’ambiente”.