• Articolo , 4 aprile 2011
  • Putin al volante della prima ibrida russa

  • L’ex primo ministro sembra essere avvezzo a condurre in prima persona test su strada e venerdì è stata la volta della cross-coupé della Yo-Auto

(Rinnovabili.it) – Yo-mobile, l’auto ibrida nata dalla joint venture tra il costruttore Yarovit e il gruppo Onexim del miliardario Mikhail Prokhorov, ha avuto questo venerdì un pilota d’eccezione. E’ stato infatti l’ex- primo ministro russo Vladimir Putin ad eseguire un test di guida per il primo veicolo benzina/elettrico del Paese; un percorso di dieci chilometri a bordo di una decappottabile dalla sua residenza alla casa di campagna del presidente Medvedev appena fuori Mosca. Perchè? Ovvio, per “provarla e mostrarla a Dmitrij Anatol’evič” e perchè il politico russo sembra ormai da tempo non disdegnare test guida: nel mese di agosto 2010, ha testato una berlina di fabbricazione nazionale in un viaggio di quattro giorni da Khabarovsk in Estremo Oriente a Chita, in Siberia e coprendo una distanza di oltre 2.000 km.
L’auto, che prende il nome da un gioco di parole russo, ha differenza dei modelli ibridi più diffusi sul mercato non stoccherà l’energia elettrica all’interno di batterie al litio, bensì in supercapacitors, posti sotto i sedili. Nel mese di dicembre, Prokhorov ha presentato tre prototipi di auto ibride, tra cui una berlina, minivan e un modello cross-coupé, la stessa guidata per l’occasione da Putin. La produzione sarà avviata a San Pietroburgo nella seconda metà del 2012 e assicura la Yo-Auto – questo il nome della Joint venture – grazie alla predilezione di materiali poco costosi avrà un prezzo intorno ai 12-15.000 dollari.