• Articolo , 9 settembre 2011
  • Pv Parity dà il benvenuto al GSE

  • Presentato alla conferenza solare di Amburgo il primo documento che identifica l’approccio del progetto avviato lo scorso giugno

(Rinnovabili.it) – Promuovere la produzione da impianti fotovoltaici in Europa e Nord Africa fino a definire un nuovo concetto di grid parity. Questo il cuore del *progetto PV Parity*, pensato per contribuire ad una maggiore penetrazione nei mercati UE dell’energia elettrica solare al prezzo più basso possibile per la comunità. Finanziato attraverso i fondi dell’IEE (Intelligent Energy Europe) l’iniziativa si occuperà di verificare gli strumenti di incentivazione appropriati e le misure da adottare per accompagnare l’applicazione fotovoltaica al punto di competitività economica con l’energia tradizionale. Al progetto partecipa anche il GSE attraverso l’analisi dell’impatto dell’importazione di elettrica prodotta da fonte fotovoltaica dai Paesi del MENA (Middle East North Africa) così come disposto dalla Direttiva 2009/28/CE che prevede, ai fini del raggiungimento del target, la possibilità da parte di Stati Membri di cooperare con Paesi Terzi su progetti produttivi comuni.

PV Parity ha preso ufficialmente il via nel giugno 2011 e si concluderà nel maggio 2014. Nel corso d’opera saranno identificati i trend di crescita dei prezzi elettrici nel prossimo decennio, l’impatto della produzione fotovoltaica sulla generazione energetica di base e di picco, il ruolo dei sistemi di stoccaggio e delle infrastrutture di distribuzione. Il primo “documento”:http://www.gse.it/attivita/AttInternaz/Documents/26_EU_PVSEC_PV_Parity_paper.pdf che identifica l’approccio del progetto nella definizione del PV Parity, è stato presentato nell’ambito del 26th European Photovoltaic Solar Energy Conference and Exhibition ad Amburgo il 7 settembre.