• Articolo , 10 marzo 2010
  • Qualità ambientale in Emilia-Romagna: i dati delle certificazioni

  • Le statistiche regionali delle certificazioni EMAS negli ultimi undici mesi restano stabili (187 organizzazioni registrate), continuano invece a crescere i numeri delle organizzazioni che scelgono le etichette ecologiche per certificare i propri prodotti (33 imprese con 36 licenze Ecolabel, 12 imprese con 15 linee di prodotti con la dichiarazione di prodotto EPD). Scendono i numeri […]

Le statistiche regionali delle certificazioni EMAS negli ultimi undici mesi restano stabili (187 organizzazioni registrate), continuano invece a crescere i numeri delle organizzazioni che scelgono le etichette ecologiche per certificare i propri prodotti (33 imprese con 36 licenze Ecolabel, 12 imprese con 15 linee di prodotti con la dichiarazione di prodotto EPD). Scendono i numeri delle organizzazioni certificate secondo lo standard ISO 14001 (1.139 organizzazioni certificate; il 12% in meno rispetto allo scorso anno), risultato ascrivibile alla crisi finanziaria.
La ripartizione delle certificazioni sul territorio regionale resta pressoché stabile, sia per EMAS sia per ISO 14001, che nell’ultimo anno ha fatto registrare una flessione del numero complessivo di organizzazioni certificate in tutte le province.
Questo, in sintesi, quanto è emerso dalle elaborazioni statistiche sulle certificazioni ambientali pubblicate da ERVET nella Newsletter di febbraio 2010, che monitora lo stato di diffusione degli strumenti volontari per la gestione della sostenibilità ambientale.

I settori produttivi che stanno investendo di più – in regione – sono quello dei servizi (in prevalenza recupero e riciclo di rifiuti) per EMAS (41 organizzazioni registrate, novembre 2009); il settore chimico (44 organizzazioni certificate, dicembre 2009) e della Pubblica Amministrazione (53 organizzazioni certificate, dicembre 2009) per ISO 14001. Ai primi posti nella classifica settoriale regionale – considerando i numeri assoluti – resta il comparto alimentare (84 organizzazioni registrate EMAS e 113 certificate ISO 14001).

Le etichette ambientali di prodotto stanno riscuotendo maggiore interesse tra le imprese del comparto turistico-alberghiero (12 servizi di ricettività turistica e 1 campeggio certificato Ecolabel) e dei non metalli (11 imprese fregiate con l’Ecolabel). Il comparto alimentare domina la scena per le dichiarazioni ambientali di prodotto EPD con 4 imprese emiliano-romagnole detentrici di 5 linee di prodotti.