• Articolo , 20 novembre 2009
  • Qualità dell’aria: approvato l’accordo col Ministero dell’Ambiente

  • Su proposta dell’assessore all’ambiente Alberto Pacher, la giunta provinciale ha oggi approvato il “Programma di finanziamenti per le esigenze di tutela ambientale connesse al miglioramento della qualità dell’aria e alla riduzione delle emissioni di materiale particolato in atmosfera nei centri urbani” e al contempo ha approvato anche lo schema di Accordo che verrà sottofirmato dalla […]

Su proposta dell’assessore all’ambiente Alberto Pacher, la giunta provinciale ha oggi approvato il “Programma di finanziamenti per le esigenze di tutela ambientale connesse al miglioramento della qualità dell’aria e alla riduzione delle emissioni di materiale particolato in atmosfera nei centri urbani” e al contempo ha approvato anche lo schema di Accordo che verrà sottofirmato dalla Provincia autonoma di Trento e il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare con cui si destinano i finanziamenti previsti dal decreto ministeriale del 16 ottobre 2006.

I progetti a tale riguardo previsti per il triennio 2008-2010, e che in parte sono già intrapresi a partire dal 2007, per i quali si richiedono i finanziamenti, riguardano l’incentivazione all’adozione di tecnologie finalizzate alla riduzione delle emissioni di particolato sottile dagli impianti domestici a biomassa mediante l’installazione di elettrofiltri (richiesti € 937.007,70); una campagna di informazione sulle azioni previste nel Piano di tutela della qualità dell’aria e una campagna di sensibilizzazione riguardo alla corretta gestione e all’adeguamento degli impianti termici civili (€ 300.758,00); l’incentivazione all’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale con rottamazione di veicoli obsoleti (€ 79.000,00); l’incentivazione all’acquisto ed installazione di caldaie ad altissimo rendimento energetico, collettori solari e pannelli fotovoltaici (€ 2.636.420, 92); l’incentivazione all’acquisto di autobus pubblici a basso impatto ambientale con tecnologia di tipo EEV e all’installazione di filtri antiparticolato su automezzi adibiti al trasporto pubblico (€ 6.626.295,00); contributi per la realizzazione di impianti di teleriscaldamento a biomassa legnosa in località non raggiunte dalla rete di gas metano (€ 6.590,010,70).
Il totale dei costi previsti per la realizzazione di questi interventi è di € 17.169.492,32, mentre il previsto co-finanziamento da parte del Ministero dell’ambiente è fissato al 60%. Il rimanente 40%, pari ad € 6.867.796,92, elevati ad € 7.169.492,32 poiché la soglia massima di finanziamento concesso dallo Stato è di € 10.000.000,00, sarà a carico della Provincia autonoma di Trento. Con la delibera approvata oggi, quindi, la Provincia propone ufficialmente al co-finanziamento ministeriale i progetti sopra descritti. (m.n.)