• Articolo , 6 aprile 2011
  • Quando la carta incontra l’arte…

  • Al via oggi a Milano l’evento che ha come protagonista uno tra i prodotti più diffusi nel nostro quotidiano

(Rinnovabili.it) – “Tra musei, mostre, università e concerti, si muove la carta, versatile, flessibile e affascinante”. Con questo slogan si inaugura oggi “Milano di Carta”, un singolare percorso culturale che vede Milano coprirsi di nuove vesti, fatte di carta appunto. Si tratta di un’iniziativa realizzata con il supporto del Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica (COMIECO) ricca di mostre, installazioni, esposizioni e appuntamenti musicali, previste in calendario fino alla fine del mese di maggio.
Quaderni, libri, riviste, confezioni regalo e imballaggi smettono dunque di essere inutili rifiuti e vengono promossi a pieno titolo materia prima per la creazione di oggetti di valore, come gioielli, opere d’arte, complementi di arredo, o sedute di design. L’idea alla base dell’iniziativa è quella di sottolineare come la carta sia in grado di reinventarsi e trasformarsi in forme inusuali ed inaspettate, sempre innovative e creative.
“Milano di Carta” si chiuderà proprio il 30 maggio con un evento unico nel suo genere: un concerto a suon di strumenti di carta e cartone, realizzato nell’ambito del progetto Sans Papier del Politecnico di Milano.
Tante le soddisfazioni per il capoluogo lombardo che, come ha commentato il Direttore Generale del COMIECO Carlo Montalbetti, possiede una grande dimestichezza con il recupero di materiale cellulosico e ha una media procapite di raccolta differenziata di quasi 59 chilogrammi per abitante.