• Articolo , 28 aprile 2010
  • Quattro eccellenze emiliano-romagnole premiate dal dal Ministero dell’Economia

  • Il premio “Progetti sostenibili e green public procurement 2010”, indetto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e Consip, è un riconoscimento riservato alle amministrazioni e alle imprese più virtuose nell’ambito della sostenibilità ambientale. Le organizzazioni vincitrici sono state premiate con un albero da piantare e si fregeranno del marchio “Premio GPP 2010”. Il concorso ha […]

Il premio “Progetti sostenibili e green public procurement 2010”, indetto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e Consip, è un riconoscimento riservato alle amministrazioni e alle imprese più virtuose nell’ambito della sostenibilità ambientale. Le organizzazioni vincitrici sono state premiate con un albero da piantare e si fregeranno del marchio “Premio GPP 2010”.

Il concorso ha premiato tre organizzazioni emiliano-romagnole:
-Provincia di Rimini per lo sviluppo del turismo sostenibile e l’attuazione delle politiche ambientali sul territorio provinciale;
-Ceramiche SuperGres per l’attuazione di un efficiente processo produttivo che riesce a coniugare esigenze economiche e ambientali e per l’immissione sul mercato di prodotti ecosostenibili etichettati con il marchio ecologico europeo Ecolabel;
-Mengozzi rifiuti sanitari per l’approccio organizzativo innovativo e per la continua ricerca dell’innovazione di prodotto e di processo nell’erogazione del servizio certificato secondo il Regolamento europeo EMAS.
Infine, una menzione speciale è stata assegnata al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Bologna per l’approccio organico e di lungo periodo adottato in materia di sostenibilità.

L’Emilia Romagna, leader nel settore delle certificazioni ambientali, scommette sull’ambiente promuovendo iniziative per facilitare e promuovere la riconoscibilità dei marchi ambientali e la diffusione delle tecnologie pulite presso il sistema produttivo e i consumatori. L’adozione di tali strumenti viene identificata come strategica anche dagli enti pubblici territoriali che trovano negli acquisti verdi un riferimento per orientare in chiave ecocompatibile i propri consumi.