• Articolo , 29 aprile 2011
  • Quinta edizione di Rigenergia|11

  • Si svolgerà al Vd’A Palaexpo, nell’area dell’Autoporto di Pollein, dal 27 al 29 maggio prossimi, Rigenergia|11, la fiera internazionale dedicata a energie rinnovabili, risparmio energetico, efficienza energetica degli edifici e mobilità sostenibile. Rigenergia è un appuntamento di cui già da cinque anni la Camera valdostana delle imprese e delle professioni – Chambre Valdôtaine e l’Assessorato […]

Si svolgerà al Vd’A Palaexpo, nell’area dell’Autoporto di Pollein, dal 27 al 29 maggio prossimi, Rigenergia|11, la fiera internazionale dedicata a energie rinnovabili, risparmio energetico, efficienza energetica degli edifici e mobilità sostenibile. Rigenergia è un appuntamento di cui già da cinque anni la Camera valdostana delle imprese e delle professioni – Chambre Valdôtaine e l’Assessorato delle attività produttive si fanno promotori, coinvolgendo la comunità valdostana in tutte le sue espressioni. Dalle imprese, ai professionisti di settore, passando per l’universo scolastico di ogni ordine e grado per approdare al grande pubblico, Rigenergia|11 esplora a tutto campo le tematiche dell’energia da fonti alternative in un’ottica di impresa, di innovazione e di opportunità offerte alle future generazioni.
«Sostenibilità e risparmio energetico rappresentano sempre di più un’opportunità economica per le imprese che sanno cogliere la sfida dell’innovazione, così come per le amministrazioni questo binomio significa porre le basi per un futuro migliore e lanciare un segnale alle nuove generazioni – precisa il Presidente della Regione Augusto Rollandin- . Un segnale che si può tradurre in un maggiore impegno sociale, ma anche in una indicazione interessante per il proprio futuro professionale». In quest’ottica si inserisce e si evolve Rigenergia Valle d’Aosta, la manifestazione che da anni apre nella nostra regione un’importante vetrina sull’attualità e sul confronto delle “nuove’’ energie e delle tecnologie più innovative del settore. «Per noi – aggiunge il Presidente Rollandin – le giornate di Rigenergia sono inoltre un’opportunità per rilanciare anche a livello nazionale quanto la Valle d’Aosta sta portando avanti parlando di azioni di promozione dell’efficienza energetica e di sfruttamento delle fonti di energie rinnovabili, nelle quali stiamo giocando un ruolo di primo piano, in particolare con le politiche inserite nel Programma operativo competitività regionale cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale, che vedono interventi pari a 7,37 milioni di euro nel settore».

In un’area allestita di 4600 mq di superficie, la tre giorni di “pura energia” ospiterà oltre 100 espositori tra produttori industriali, dettaglianti, progettisti, ingegneri, installatori, pubbliche amministrazioni e molti altri operatori del settore delle rinnovabili, dell’efficienza energetica e della mobilità cosiddetta “dolce”. «Elaborando un progetto che nella continuità ha saputo evolvere – spiega il Presidente della Chambre Pierantonio Genestrone – Rigenergia non si presenta solo come fiera, ma intende indicare un percorso verso l’innovazione più articolato e di ampio respiro per offrire alle imprese e ai visitatori maggiori possibilità di incontro, di confronto e di scambi commerciali, traducendo le sfide della sostenibilità energetica in opportunità economiche per le aziende e in possibilità di risparmio per il consumatore».

Rigenergia|11 punta decisamente sulle imprese, senza trascurare gli altri attori della filiera delle rinnovabili. «Un settore che costituisce uno dei capisaldi per potenziare e rilanciare lo sviluppo economico della Valle d’Aosta – spiega l’Assessore alle attività produttive Ennio Pastoret – seguendo una strategia competitiva che tenda al raggiungimento di importanti obiettivi come l’integrazione delle iniziative di innovazione tecnologica in un sistema concorrenziale che metta al centro le esigenze dell’imprenditore, la qualificazione occupazionale e l’attrazione di competenze sul territorio. In quest’ottica, con Rigenergia intendiamo favorire l’implementazione di una politica industriale sostenibile capace di raccogliere le sfide della sostenibilità energetica, traducendole in concrete opportunità economiche per le imprese».

In particolare, questa edizione si distingue per alcune iniziative formative per le imprese che vedono la realizzazione di un convegno tecnico-scientifico con la finalità di esplorare le potenzialità delle tecnologie fotovoltaiche con materiali organici, oltre al coinvolgimento degli amministratori condominiali, prima della fiera il 20 maggio, in un percorso formativo – in collaborazione con l’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari (ANACI) – che evidenzia le opportunità nel campo dell’efficienza energetica negli edifici. Intermediari tra i residenti nei palazzi e gli specialisti del settore, gli amministratori sono di fatto professionisti con competenze diversificate che assumono sempre più un ruolo determinante nel proporre soluzioni efficaci e adeguate per gli immobili amministrati sotto il profilo dei consumi energetici. Al convegno seguirà l’edizione di un pieghevole informativo, per amministratori e condomini, sulle buone pratiche e le soluzioni tecniche volte a contenere gli sprechi energetici degli immobili.
Tra le novità salienti di Rigenergia|11, la particolare attenzione rivolta al campo dei trasporti a impatto zero, con un’anteprima il 25 maggio in Piazza Chanoux che prevede l’adesione alla tappa aostana di Corrente in movimento viaggio a zero emissioni in 60 tappe a bordo di una 500 elettrica per conoscere e promuovere l’Italia sostenibile. Ma l’universo della buone pratiche di mobilità sostenibile si proietta anche all’interno della sezione didattica e scientifica di Rigenergia|11, con percorsi ad hoc per il mondo della scuola e per il grande pubblico. Nel Villaggio Scientifico, dove saranno presentati eco progetti con tecnologie particolarmente innovative, nell’iniziativa Cosa farò da grande? Le opportunità della Green economy, per gli studenti delle scuole superiori, nonché nell’allestimento, all’interno del COALAB Ville, di un percorso espositivo interattivo, strutturato come ricostruzione simbolica di uno spazio cittadino all’interno del quale poter sperimentare le diverse modalità di organizzazione e di gestione degli spazi, dei servizi e della mobilità. E a testimoniare la teoria tradotta in pratica, l’esempio della fondazione TELIOS che, all’interno del Villaggio scientifico, presenterà alcuni modelli di generatori fotovoltaici, colonnine di ricarica per parcheggi privati e pubblici, prototipi di celle di batterie al litio, un motore ed un veicolo elettrici alimentati da fonti rinnovabili.

Infine, come nelle scorse edizioni non mancheranno momenti di puro intrattenimento per grandi e piccoli. Anche quest’anno Rinnofonte, l’amico dell’energia pulita, sarà protagonista dei giochi dei bimbi nella Fattoria delle rinnovabili accanto alle composizioni artistiche sul tema Le forme dell’energia che coinvolgono gli alunni delle scuole dell’infanzia e primarie. Mentre a salutare questa edizione con il sorriso, la comicità di Diego Parassole che nel suo spettacolo Che Bio ce la mandi buona! affronterà una serie di tematiche legate all’ambiente in modo divertente, popolare e per certi versi anche scientifico.