• Articolo , 6 maggio 2011
  • Raddoppio solare per la Cina: 50 GW al 2020

  • Il governo alza il target 2020 di capacità installata per l’energia solare: da 20 a 50 GW da raggiungere entro i prossimi dieci anni

(Rinnovabili.it) – La crisi energetica del Giappone scatenata dai catastrofici eventi dell’11 marzo di quest’anno ha alimentato il dibattito mondiale sulla sicurezza dell’energia atomica. E tra i paesi che si son trovati a riorganizzarsi, energicamente parlando, ora appare anche la Cina, costantemente all’inseguimento di una leadership tecnologica e produttiva nel comparto delle fonti rinnovabili. Lo Shanghai Securities News, riportando le parole di Li Junfeng, vice direttore del braccio scientifico della National Development and Reform Commission, ha rivelato oggi che Pechino ha più che raddoppiato il proprio obiettivo di capacità di energia solare istallata entro il 2020, rispetto al precedenti 20 GW.
Il nuovo e ambizioso target sarà infatti il raggiungimento di 50 GW entro la fine del decennio che considerando l’attuale capacità istallata sul territorio, meno di un GW, richiederà necessariamente uno strategico piano di sostegno da parte del Governo. Le ultime indiscrezione avvalorano l’ipotesi che Pechino abbia redatto un piano quinquennale di prossima pubblicazione dedicato allo sviluppo del comparto solare, definendo contemporaneamente diverse politiche di sostegno. Il gigante asiatico ha simultaneamente ordinato ispezioni di sicurezza ai propri impianti nucleari sospendendo “temporaneamente” l’approvazione di nuovi progetti e proposte.