• Articolo , 25 giugno 2010
  • RAEE, con l’Accordo raccolta e smaltimento ancora più semplici

  • Recupero, smaltimento e raccolta ancora più semplici per consumatori, esercenti e Centri di Raccolta. Grazie all’Accordo stipulato ieri ci saranno indicazioni più semplice e chiare che renderanno la gestione dei RAEE più intuitiva e meno onerosa

(Rinnovabili.it) – E’ di ieri la firma dell’Accordo di Programma sottoscritto dal Centro di coordinamento RAEE, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani e da AIRES, ANCD – CONAD, ANCRA – Confcommercio, Confesercenti e Federdistribuzione; l’intesa servirà ad individuare vie e modalità utili per la gestione dei RAEE da parte di distributori e centri di raccolta a seguito del ritiro eseguito con la nuova modalità “Uno contro Uno”:http://www.rinnovabili.it/parte-uno-vs-uno-e-i-raee-si-smaltiscono-in-negozio595605 e attivato grazie alla recente approvazione del Decreto Ministeriale 65/2010.
Sarà così ancora più utile e semplice procedere alla raccolta differenziata, al recupero e al corretto smaltimento dei rifiuti tecnologici grazie alla possibilità di sfruttare la creazione di un sistema che coinvolge i consumatori, i Comuni, la Distribuzione e tutti gli attori coinvolti andando anche a stimolare l’importanza della responsabilità condivisa.
“Grazie all’Accordo firmato oggi – spiega Giorgio Arienti, Presidente del Centro di Coordinamento RAEE – siamo riusciti in tempi molto rapidi a individuare alcune soluzioni per la gestione efficiente di tutti quei RAEE che saranno affidati dai consumatori ai negozianti presso i quali hanno acquistato le nuove apparecchiature. Ci aspettiamo che questo consentirà di aumentare i quantitativi di RAEE raccolti e avviati al corretto trattamento così di migliorare ulteriormente i già significativi risultati ottenuti dal sistema RAEE nei primi due anni”.
L’accordo risulta importante anche perché “fornisce indicazioni operative concrete alle imprese distributive, considerate le oggettive difficoltà nell’adempiere alle nuove disposizioni”, ha sottolineato Marco Pagani, Direttore Area Legislazione di Federdistribuzione aggiungendo come, da oggi in poi, sarà possibile conservare i dispositivi RAEE ritirati dai commercianti in appositi luoghi per poi indirizzarli ai Centri di Raccolta, presenti sul territorio. 3000 sedi attive in totale che il Delegato Anci ai rifiuti e all’Energia, Filippo Bernocchi, ha così definito “sono un importante punto di riferimento per la raccolta differenziata nel nostro Paese e hanno permesso al sistema di gestione dei RAEE di consolidarsi in breve tempo. Quello che oggi firmiamo è un buon Accordo, che permetterà in maniera ancora più agevole agli operatori commerciali, oltre che ai cittadini, di conferire ai centri di raccolta comunali i rifiuti elettrici ed elettronici ritirati con il sistema _uno contro uno_”.