• Articolo , 9 marzo 2011
  • RAEE: la Camera ha detto sì alla “Risoluzione Margiotta”

  • Passa alla Camera la Risoluzione Margiotta, che punta a dare un’ulteriore svolta al recupero, riciclo e smaltimento dei RAEE sul territorio italiano

(Rinnovabili.it) – La Camera ha approvato oggi la cosiddetta “Risoluzione Margiotta” che punta all’ottenimento e al raggiungimento delle piena funzionalità dei cicli di recupero, riciclo e smaltimento dei RAEE, i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche già regolamentati dal decreto entrato in vigore nel giungo scorso battezzato come “Uno contro Uno”.
Con voto unanime, alla presenza del Ministro per la tutela dell’ambiente, del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo che ha portato in sede anche il voto favorevole del Governo, la Commissione Ambiente della Camera dei deputati ha approvato oggi la risoluzione che porta il nome del suo ideatore, l’onorevole Salvatore Margiotta nonché presidente della stessa Commissione Ambiente.
“Sono soddisfatto – afferma Margiotta- della totale convergenza riscontrata in Parlamento tra opposizione e maggioranza su questo argomento, e dell’accoglimento positivo della risoluzione da parte del Ministro: il nostro Paese, che pure negli ultimi anni ha ottenuto primi significativi risultati, raggiungendo a fine 2010 l’obiettivo della raccolta media di 4 Kg per abitante all’anno dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), ha le potenzialità per mirare a traguardi ben più ambiziosi. La risoluzione è mirata, contemporaneamente, alla tutela dell’ambiente e del territorio, al riciclo di materie prime quali alluminio, ferro, rame, oro, vetro e plastiche, con importanti benefici anche di tipo economico, al sostegno di un’imprenditoria “verde” sviluppatasi attorno al settore, e, non da ultimo, alla riduzione di emissioni di CO2 in aria. Fondamentale è poi superare, anche in questo campo, l’enorme gap tra le diverse aree del Paese: ad oggi purtroppo delle 3000 isole ecologiche esistenti su 8000 comuni italiani, più dei due terzi sono concentrati al NORD. L’approvazione della risoluzione darà un contributo anche in questa direzione”.