• Articolo , 13 aprile 2007
  • Rassegna Stampa dal 06/04/07 al 12/04/07

  • h4. Pecoraro: siamo messi molto male! 11/04/2007 – Roma – L’Italia ha bisogno di un piano nazionale di adattamento contro il cambiamento climatico: ridurre le emissioni per mitigare gli effetti dei mutamenti. È quanto ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio in un incontro con Confindustria e sindacati, ordini professionali e ricercatori. Necessaria, quindi, ‘un’alleanza […]

h4. Pecoraro: siamo messi molto male!

11/04/2007 – Roma – L’Italia ha bisogno di un piano nazionale di adattamento contro il cambiamento climatico: ridurre le emissioni per mitigare gli effetti dei mutamenti. È quanto ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio in un incontro con Confindustria e sindacati, ordini professionali e ricercatori. Necessaria, quindi, ‘un’alleanza tra ecologia, economia e politica’, con ‘un patto per l’energia, i trasporti e l’edilizia. Per andare verso le energie rinnovabili, riconvertire i trasporti con l’uso di auto a idrogeno, mezzi pubblici e biocarburanti fatti in Italia, e costruire in modo diverso’, ha dichiarato il ministro, affermando che tutto ciò produrrà un incremento del Pil e dei posti di lavoro. (fonte Il Corriere della Sera.it)

h4. Londra: un quartiere contro il cambiamento climatico

11/04/2007 – Londra – Sorgerà a Gallions Park il primo quartiere londinese a zero emissioni e basso impatto ambientale. È quanto ha annunciato il sindaco della città, Ken Livingstone. Il progetto, ben accolto anche da Greenpeace UK, è in linea con i principi del “One Planet Living”, che mirano ad assicurare uno stile di vita sostenibile. Oltre all’utilizzo di materiali naturali, alla gestione integrata dei rifiuti, alla coltivazione alimentare in loco e all’uso di mezzi verdi di trasporto, si prevede anche il ricorso alle fonti rinnovabili per la realizzazione dei 200 alloggi secondo i più alti standard di qualità ambientale. (fonte Edilportale.it)

h4. Usa: anche i colossi petroliferi si “rinnovano”

11/04/2007 – Houston – Anche la ConocoPhillips, una delle maggiori compagnie petrolifere americane, si è recentemente unita alla “U.S. Climate Action Partnership”, un’associazione di grandi gruppi industriali ed ambientalisti, che richiedono al presidente Bush limiti obbligatori alle emissioni di gas serra. La ConocoPhillips prevede di stanziare per questo anno 150 milioni di dollari per la ricerca e lo sviluppo di nuove fonti e tecnologie energetiche, il 50% in più dell’investimento del 2006. L’attenzione è concentrata soprattutto su etanolo e biodiesel. Inoltre, la compagnia ha deciso di incrementare del 10% l’efficienza energetica nelle raffinerie statunitensi entro il 2012. (fonte Ap)

h4. Le conserve per… conservare l’ambiente

11/04/07 – Alseno – “Conserve Italia” ha scelto di utilizzare solo energia rinnovabile al 100%, nel caso specifico quella eolica, per la produzione dei prodotti con marchio Valfrutta. Sarà certificata e garantita dal CEAI (Centro elettrotecnico sperimentale italiano per la provenienza da fonte rinnovabile), come attesterà un marchio presente sulle confezioni di tutti i prodotti. L’utilizzo di energia pulita interessa anche gli stabilimenti di Pomposa (Ferrara), Barbiano (Ravenna), Ravarino (Modena) e Albinia (Grosseto). (fonte Libertà On Line)

h4. Provincia di Trento e Regione Toscana per il risparmio energetico

11/04/2007 – Trento – Le attività della Provincia autonoma di Trento nel risparmio energetico e nella energie alternative, sono state il tema della giornata trentina di Marino Artusa, assessore all’energia, ambiente e tutela del territorio della Regione Toscana e di Pietro Novelli, responsabile delle politiche di sostenibilità dello Sviluppo locale. Nell’incontro è stato consegnato all’assessore Artusa il metodo di calcolo semplificato sul consumo energetico, a disposizione degli utenti nel sito internet del Servizio energia della provincia trentina ed è stato avviato anche il confronto con chi, all’Università, da anni si occupa di queste importanti tematiche. (fonte Edilportale)

h4. Auto europee verso un accordo sulle emissioni

11/04/2007 – Milano – Le compagnie automobilistiche europee, entro giugno, potrebbero raggiungere un accordo su come ripartire il carico di emissioni di anidride carbonica dai nuovi veicoli. È quanto ha dichiarato Sergio Marchionne, a capo dell’Acea (Associazione europea dei costruttori di auto) ed amministratore delegato della Fiat. Si sta discutendo se condividere il carico di emissioni come gruppo o lasciare ad ogni membro dell’associazione la sua parte. L’Acea aveva criticato i limiti imposti dalla Commissione Europea per le emissioni delle nuove auto vendute nella Ue. Della associazione fanno parte anche DaimlerChrysler, Bmw, Porsche e Renault. (fonte Reuters)

h4. Corsa italiana all’ eolico

11/04/07 – Milano – Le società Edison, Erg e Api puntano all’eolico. La prima con un investimento di 500 milioni, la seconda per aggiudicarsi una quota di mercato pari al 20% e la terza, alleata con la spagnola Ibedrola nella Ser (Società energie rinnovabili), realizzando sette impianti tra Puglia e Sicilia con un investimento complessivo di 600 milioni. Queste iniziative testimoniano il grande interesse che sta riscuotendo in questo momento il mondo delle rinnovabili e soprattutto il settore eolico. E la situazione è simile in tutta Europa, infatti, secondo la European Wind Energy Association (Ewea), la capacità eolica della Ue è salita lo scorso anno del 19% rispetto al 2005, arrivando a superare i 48.000 MW di potenza. (fonte Corriere della Sera)

h4. L’ecologia passa anche per la stampa

10/04/07 – Roma – Non è solo un fatto di emissioni inquinanti, la difesa dell’ambiente dipende anche dalla fattura e dall’utilizzo di strumenti che utilizziamo tutti i giorni, come ad esempio le stampanti per i computer. Ebbene anche per loro c’è una certificazione, la “Blue Angel” che garantisce il loro essere eco-compatibili. Ora questo riconoscimento è stato ottenuto da tre modelli di stampanti prodotti dalla Samsung Electronics, per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente. Infatti oltre a garantire funzioni user-friendly, la stampante laser a colori CLP-300N, la monocromatica laser ML-3051ND e la multifunzione SCX-5530FN hanno infatti superato i rigidi test “Blue Angel” legati al consumo di energia, al livello di emissioni dannose per l’ambiente, alla rumorosità, al riciclo dei materiali impiegati e al loro smaltimento. (fonte Adn-Kronos)

h4. L’etanolo conquista anche la Volvo

10/04/2007 – Bologna – La casa automobilistica Volvo ha rivisto e modificato i motori della propria gamma. Oltre ad un restyling per le S40 e V50, con una riprogettazione degli interni, è stata ampliata la serie di motori. Tra le novità, da evidenziare la versione Flexifuel con un motore da 1.800 cc, 125 CV in grado di funzionare con il carburante E85, la miscela ecologica composta per il 15% da benzina e l’85% da etanolo. Migliorata anche la sicurezza. (fonte La Repubblica.it)

h4. Ungheria: più energia solare

10/04/07 – Budapest – Il ministro dell´Ambiente e delle Risorse Idriche dell´Ungheria, Miklos Persanyi, ha dichiarato che il suo paese deve al più presto impegnarsi ad aumentare la produzione e l´uso di energia solare e termica, in modo da ridurre la quota d´importazione di petrolio e gas. Attualmente infatti, l’Ungheria importa circa il 70% del fabbisogno di carburanti, mentre l’obiettivo dei prossimi 10 anni è quello di far si che la quota di energia solare e termica raggiunga il 10 – 20% del totale dei carburanti importati.
L´Ungheria è ben determinata a seguire le direttive sulle rinnovabili fissate nell’ultimo consiglio dell’UE. Gli esperti rilevano che il potenziale di crescita futuro riguarderà soprattutto il settore della biomassa. (fonte Budapest Business Journal)

h4. Hawaii: enorme potenziale rinnovabile, meglio carbone e petrolio!

10/04/2007 – Hawi, Hawaii – Con le sue brezze oceaniche, il forte irraggiamento solare, l’elevato moto ondoso e le continue eruzioni vulcaniche, le Hawaii sembrano il paradiso delle fonti rinnovabili e potrebbero davvero raggiungere l’indipendenza energetica. Tuttavia, la tecnologia non è ancora pronta, e petrolio e carbone, nonostante gli elevati prezzi, sono ancora la fonte di energia più conveniente ed affidabile, con importazioni che raggiungono il 90%. Il governo ha comunque stabilito che entro il 2020 un quinto dell’elettricità sia prodotta da rinnovabili. (fonte Ap)

h4. Mexico: Etanolo? No, grazie

09/04/2007 – Citta del Messico – Non si ritiene che il Messico introduca a breve l’etanolo tra le benzine in uso, nonostante la forte spinta negli Usa verso i biocombustibili: si potrebbe prevedere solo l’introduzione di Etbe, derivante dal mix di etanolo ed isobutene. È quanto ha dichiarato Tammy Klein della Ifqc (International Fuel Quality Center), un’azienda di consulenza sulla qualità delle emissioni dai combustibili. ‘È improbabile che il Messico utilizzi per l’etanolo i suoi fondi, già stanziati per le raffinerie’, ha rivelato Klein. L’introduzione del biocarburante richiederebbe infatti maggiori investimenti da parte del governo. (fonte Reuters)

h4. Difesa dell’ambiente: Germania bilancio ancora negativo

07/04/2007 – Berlino – La Germania, paese leader in Europa all’interno del settore delle energie rinnovabili, dovrebbe investire lo stesso impegno anche per la difesa del clima, questo è quanto ha chiesto il commissario europeo all’ambiente, Stavros Dimas, alla luce della diffusione del nuovo rapporto-shock sulle conseguenze devastanti dei mutamenti climatici. Anche il settore automobilistico deve fare la sua parte con la produzione di nuove macchine ecologiche che risparmino energia. La collaborazione all’interno della Comunità Europea è essenziale per il raggiungimento di tali obiettivi. (fonte Ansa)

h4. Citroen: “C3 e C4” bio-carburanti

07/04/2007 – Roma – Il prossimo settembre, la casa automobilistica francese commercializzerà una “C4 flexfuel” in grado di funzionare con benzine contenenti etanolo, la versione Bio Tech, presentata a Monaco all’Ever 2007 (salone delle energie rinnovabili e dei veicoli ecologici) utilizza carburanti con una qualità di etanolo che può arrivare all’85%; all’interno del salone anche la nuova “C3 Bi Energy M” riesce a ridurre le emissioni di CO2 di circa 20% rispetto alla benzina e non emette ossidi di zolfo, essendo funzionante a gas metano. In Francia, per i privati con abitazione singola provvista di distribuzione di gas metano, istallando un apposito compressore, è possibile rifornire anche l’auto. (fonte Adnkronos)

h4. Necessaria una Banca Mondiale dell’Ambiente

07/04/2007 – Roma – È in continua crescita il consenso globale nella lotta ai cambiamenti climatici e con esso stanno crescendo anche gli investimenti nel settore ambientale, soprattutto quelli finalizzati alla valorizzazione delle fonti energetiche rinnovabili nei Paesi in via di sviluppo. Per il futuro, infatti, si prevede un flusso di fondi verso i Paesi emergenti dell’ordine dei 100 miliardi di dollari all’anno. È per questo che è stata proposta la creazione di una Banca Mondiale dell’Ambiente, dedicata esclusivamente a queste tematiche. (fonte Il Corriere della Sera.it)

h4. Risparmiare viene prima di Consumare

07/04/2007 – Milano- L’energia elettrica continua ad essere una delle risorse più sprecate, nonostante siano passati due anni dall’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, anche in una grande metropoli spesso ridurre gli sprechi è ancora considerato un gesto inutile. Per ribaltare il trend negativo verso cui il pianeta si sta dirigendo, anche pochi semplici gesti consentirebbero di risparmiare, ad esempio spegnere gli stand-by di computer e apparecchi elettronici consentirebbe la riduzione media del 3% nei consumi di un ufficio. (fonte Corriere della Sera.it)

h4. Energia Verde: l’Italia è già “in mora”

(06/04/2007) – Roma – L’Italia e altri sette Paesi Ue sono stati messi in mora dalla Commissione Europea, che ha aperto una procedura di infrazione, perché non è stata avviata entro il termine fissato l’attuazione delle norme tese ad incentivare le energie rinnovabili; inoltre il nostro ed altri diciassette Paesi ha ricevuto una seconda sanzione per non aver ancora aperto i mercati dell’energia.
Secondo quanto affermato da Andris Piebalgs, commissario europeo per l’energia, ogni Stato membro deve attivarsi fortemente e a lungo termine per promuovere l’utilizzo delle energie verdi perché quest’ultime offrono un potenziale che non deve essere assolutamente sottovalutato. (fonte Anev)

h4. Nuova Nissan “Skyline” 1000 km con un pieno

06/04/2007 – Tokyo – È stata utilizzata, per il test effettuato dagli ingegneri giapponesi, la Nissan “Skyline” in versione da 2,5 litri, con il motore VQ25HR V6, che eroga una potenza di 225 cavalli, sulle normali strade, con condizioni di traffico e di tempo non prevedibili, e con l’alternarsi di guidatori differenti. La vettura ha attraversato diverse località prima di arrivare a Kyoto dopo circa 17.5 ore di viaggio. Il team è riuscito così a coprire una distanza di 1.024,4 km, con un consumo medio di benzina di 16,3 km per litro senza doversi rifornire di nuovo carburante.
L’obiettivo finale era quello di porre l’attenzione sulle nuove tecnologie che permettono, in condizioni di guida reali, di risparmiare benzina. (fonte La Repubblica.it)

h4. Italia: entro il 2020 da installarsi impianti da 8.000 MW

06/04/2007 – Roma – Il ministro dell’Ambiente, Pecoraro Scanio, nel corso del workshop promosso da APER a Roma, parlando delle rinnovabili, ha dichiarato: ‘L’azione del ministero da me guidato verte sulla verifica dello stato di attuazione delle procedure di via e su un auspicato maggiore coinvolgimento della popolazione interessata nella realizzazione di queste opere’. Inoltre il ministro, nel descrivere la situazione italiana rispetto all’utilizzo di queste fonti ha sottolineato la mancanza di una programmazione nello sviluppo delle infrastrutture. Il presidente di APER, l’ingegner Roberto Longo, ha tenuto a sottolineare che il governo deve maggiormente incoraggiare l’utilizzo delle rinnovabili che concretamente significa permettere la realizzazione di nuovi impianti per almeno 8.000 MW da installarsi entro il 2020. (fonte Edilportale)