• Articolo , 15 giugno 2007
  • Rassegna Stampa dal 08/06/07 al 14/06/07

  • h4. Nissan installerà 606 nuovi pannelli solari in Spagna 14/06/07 – Barcellona – Dopo l’esempio lanciato dalle altre case automobilistiche, anche la Nissan assume impegni ecologici. È stato infatti annunciato che, presso il proprio impianto di Barcellona, entro la fine dell’anno saranno installati 606 pannelli solari, di cui 480 fotovoltaici, già in attività, e 126 […]

h4. Nissan installerà 606 nuovi pannelli solari in Spagna

14/06/07 – Barcellona – Dopo l’esempio lanciato dalle altre case automobilistiche, anche la Nissan assume impegni ecologici. È stato infatti annunciato che, presso il proprio impianto di Barcellona, entro la fine dell’anno saranno installati 606 pannelli solari, di cui 480 fotovoltaici, già in attività, e 126 termici ancora da realizzare, per una superficie totale di 3.000 m2. L’impianto garantirà annualmente una produzione di 308.000 kWh di energia elettrica e la riduzione di 110 tonnellate di anidride carbonica. Stesso impegno ecologista anche per l’impianto britannico di Sunderland, dove sono state installate 6 macchine eoliche, in grado di soddisfare il 5% dei fabbisogni energetici dello stabilimento e di ridurre ogni anno 3.300 tonnellate di anidride carbonica. (fonte La Repubblica.it)

h4. Cina: spenti tutti i condizionatori per un giorno negli uffici del Governo

14/06/07 – Pechino – Il “Kyoto made in China” inizia dalla burocrazia. La Cina, infatti, nonostante l’incalzante sviluppo economico, si è impegnata a ridurre entro il 2010 il 20% dei propri consumi energetici. Ed ecco allora che ieri a Pechino, nell’ambito di una campagna per il risparmio energetico, per l’intera giornata in tutti gli uffici centrali del governo sono stati spenti i condizionatori. Un esempio anche per i burocrati europei? (fonte Corriere del Ticino)

h4. Il Senato americano dibatte sulla nuova legge per l’energia

14/06/07 – New York – La legge, che incoraggia lo sviluppo di combustibili più puliti e si pone come obiettivo la riduzione del consumo di benzina, non è stata gradita dalla case automobilistiche americane e dalle aziende dell’industria mineraria. Le prime sono contrarie all’innalzamento degli attuali standard di efficienza nei consumi per auto e camion, per le seconde, invece, risulta fondamentale includere anche i carburanti ricavati dal carbone, essendo quest’ultimo assai diffuso negli Usa. (fonte Il Corrieredellasera.it)

h4. Microgenerazione: possibilità di disservizi sulle linee di media e bassa tensione

14/06/07 – Roma – Lo sviluppo delle fonti rinnovabili, intensificato nell’ultimo periodo, anche grazie agli incentivi, sia in ambito nazionale sia in ambito europeo, se da un lato ha accresciuto la consapevolezza di poter indirizzarsi verso uno sviluppo energetico sostenibile, dall’altro ha prodotto dei fenomeni di incompatibilità con il sistema di distribuzione della rete elettrica attuale. Le immissioni non regolate possono generare corto circuiti che danneggiano le linee e bruciano i cavi. Inoltre a causa dell’inversione di flusso, è difficile identificare con precisione l’area coinvolta e si rischia di isolare anche altre zone. Infine mancano sistemi di regolazione che impedirebbero sbalzi di tensione e frequenza. La soluzione è quella di stanziare fondi per adeguare la rete ai nuovi sistemi di circolazione inversa dell’energia: data l’estensione e la capillarità non si tratta di cifre di poco conto, e i soggetti diversi come Enel e le ex-municipalizzate sono, allo stato attuale, scarsamente incentivate a farlo. (fonte Ilsole24ore)

h4. I timori degli Italiani: la disoccupazione seguita a ruota dall’ambiente

14/06/07 – Roma – A rivelarlo è la ricerca “Effetto ambiente: come cambia il nostro stile di vita?”, condotta da Lorien Consulting in collaborazione con il quotidiano di Legambiente. Nello studio si analizza la percezione che i cittadini hanno degli equilibri climatico-ambientali e si fanno considerazioni sull’impegno da parte dei privati e delle istituzioni. Il dato principale della ricerca è che tre cittadini su quattro ritengono “fondamentale” il rispetto delle norme ai fini della tutela climatico-ambientale. Secondo lo studio, gli italiani sarebbero ben disposti a mettere in pratica regole elementari per il risparmio energetico, ma come sempre, quando si va a toccare il portafoglio o si comincia a parlare di scomodi spostamenti con mezzi pubblici, gran parte delle intenzioni vengono meno. (fonte La Repubblica.it)

h4. Germania: tentativo di stoccaggio su terraferma di Co2

13/06/07 – Ketzin – Nell’ambito del progetto Co2SINK, il Commissario europeo all’Energia, Andris Piebalgs, ha lanciato oggi il primo progetto per la realizzazione di impianti per lo stoccaggio dell’anidride carbonica sulla terraferma, più facile da monitorare rispetto a quelli off shore. Il primo test, finanziato con fondi europei per un totale di 30 milioni di euro, verrà effettuato sull’impianto di Ketzin, in Germania, dove è previsto lo stoccaggio della Co2 in una falda d’acqua salata a circa 1800 metri di profondità, sperimentando diverse soluzioni tecnologiche. Se i riscontri saranno positivi è prevista l’applicazione su impianti di scala industriale. (fonte Zeroemission.tv)

h4. La rivista Surfing Magazine sosterrà la salvaguardia ambientale

13/06/07 – Miami – Surfing Magazine: virtuosità ecologica. La nota rivista di surf internazionale, infatti, ha annunciato che a partire dal Green Issue di ottobre adotterà una linea editoriale finalizzata a ridurre al minimo l’impatto ambientale, controbilanciando così le emissioni di anidride carbonica mediante la ripopolazione di nuove foreste. In questa ottica, la rivista ha stretto accordi con Carbonfound.org, la compagnia non-profit statunitense leader nel settore ambientale, per sostenere il progetto di ripopolazione delle foreste di mangrovie in India, elemento chiave nell’habitat marino e filtro contro l’inquinamento del mare. (fonte Surfcorner.it)

h4. Certificazione energetica: in attesa delle linee guida

12/06/2007 – Roma – Nelle scorse settimane si sono tenuti degli incontri tra i rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e quelli delle Regioni per trovare un accordo condiviso, che tenga anche conto delle esperienze già in corso in diverse Regioni. Ma ad oggi non c’è ancora alcun risultato concreto. Le Linee guida nazionali definiranno le prestazioni oggetto di certificazione, stabiliranno il sistema di classificazione, le metodologie di calcolo, il sistema di accreditamento e le procedure di rilascio del certificato. In primo luogo, in attesa delle Linee Guida, il Dlgs. 192/2005 è stato modificato dal Dlgs. 311/2006 che ha stabilito che l’attestato di certificazione energetica sia sostituito dall’attestato di qualificazione energetica o da una equivalente procedura di certificazione energetica prevista da apposito regolamento comunale, purchè antecedente all’8 ottobre 2005. L’attestato di qualificazione energetica deve essere convalidato dal direttore dei lavori e presentato al Comune contestualmente alla dichiarazione di fine lavori. (fonte Edilportale)

h4. Anche per i tetti verdi c’è la Norma UNI

11/06/07 – Roma – Anche se ancora indietro rispetto ad altri paesi europei, come la Germania, anche in Italia sono sempre più diffusi i “tetti verdi”, che all’evidente fattore estetico uniscono il vantaggio di proteggere dai raggi UV, dalle intemperie e dai danni meccanici, favorire l’isolamento acustico e termico dell’edificio e ridurre l’inquinamento atmosferico catturando le polveri sottili. A tal proposito, è stata pubblicata la norma Uni 11235, che per la prima volta nel nostro paese definisce le regole di progettazione, esecuzione, manutenzione e controllo di coperture a verde, partendo dalla raccolta di linee guida di altre nazioni ma soprattutto di esperienze italiane. (fonte Edilportale)

h4. “Lights out London”: per 1 ora luci spente nella capitale britannica

11/06/07 – Londra – Per iniziativa promossa da una famosa radio locale per combattere i cambiamenti climatici, la capitale inglese spegnerà il 21 giugno prossimo tutte le luci cittadine, eccetto quelle necessarie alla sicurezza e trasporti. Con il sostegno del sindaco Ken Livingstone e di molte personalità della televisione e radio, edifici storici come Buckingham Palace, Clarence House, e la BT Tower, insieme a tre milioni di abitazioni, spegneranno le luci. L’evento è basato su quello organizzato a Sydney qualche mese fa, che ha visto calare il consumo di energia della città del 10.2%. (fonte Lanuovaecologia.it)

h4. Terna: consumi di energia elettrica +2,5% a maggio

11/06/07 – Roma – A maggio del 2007 la richiesta di energia elettrica in Italia è stata pari a 28,2 miliardi di kWh, e ha fatto registrare una crescita del 2,5% rispetto allo stesso mese del 2006.
La produzione nazionale netta si aggira sui 25 miliardi di kWh ed è aumentata del 4,8% rispetto al maggio 2006, per scendere in dettaglio sono risultate in crescita le fonti: termoelettrica (+10,6%), geotermoelettrica (+9,4%) ed eolica (+80,4%); in calo invece la produzione idroelettrica (-24%). Nel mese di maggio 2007 il fabbisogno italiano di energia elettrica è stato coperto quindi per l’86,6% con la produzione nazionale mentre il restante 13,4% con il saldo tra le importazioni e le esportazioni. (fonte Terna.it)

h4. Ariston, modulistica per caldaie a condensazione e pannelli solari

11/06/07 – Roma – Per promuovere e facilitare l’accesso alle agevolazioni previste dalla Legge Finanziaria 2007 per l’installazione di pannelli solari e di caldaie a condensazione, Ariston, in collaborazione con Ebm partner in questa iniziativa, ha ideato un kit ad hoc che permette di rendere chiaro e immediato l’intervento dell’installatore verso il cliente finale, per aiutarlo ad accedere facilmente alle detrazioni. Il kit comprende tutta la modulistica necessaria sia per l’installatore sia per il cliente finale, dai materiali prestampati ai moduli già pronti per la compilazione, fino alle buste già complete degli indirizzi degli enti destinatari. (fonte Edilportale)

h4. Il settore delle costruzioni investe sull’energia eolica

11/06/07 – Bruxelles – Da recenti indagini condotte dall’Ue, è emerso che negli ultimi tempi il mercato eolico ha suscitato un notevole interesse nel panorama immobiliare dei grandi operatori multinazionali, notoriamente rivolti verso altri settori.
In particolare in uno studio condotto da Crispin Aubrey, per l’industria europea dell’energia eolica (EWEA), l’interesse nei confronti dei parchi eolici sta nascendo nel settore edilizio, coinvolgendo gruppi societari con implicazioni in diversi settori. Questi ultimi si sono concentrati essenzialmente sulla fase di finanziamento e programmazione dei parchi eolici, alimentando il gruppo di attori già operativo in questo particolare segmento del mercato, tra i quali: la spagnola Acciona e Gamesa Energia. (fonte Ansa)

h4. Legambiente: premi per chi risparmia energia

11/06/07 – Roma – In una lettera aperta indirizzata al ministro dello Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani, e al Presidente dell’Authority per l’energia elettrica e il gas, Alessandro Ortis, il Presidente di Legambiente – Roberto Della Seta, sottolinea come sia necessario imboccare una strada chiara, nella definizione delle regole per l’apertura del mercato elettrico. Proprio in vista della sua liberalizzazione, che inizierà a luglio, l’associazione chiede di prevedere premi per chi risparmia energia e sceglie le fonti rinnovabili, mettendo tutti i cittadini nelle condizioni di poter optare con piena conoscenza e trasparenza tra le offerte dei diversi operatori. (fonte Ansa).

h4. Conferenza sulle rinnovabili in Slovenia

11/06/07 – Lubiana – Durante l’evento, svoltosi dal 28 maggio al 1 giugno, hanno preso parte alla discussione sulla stabilità del sistema energetico del Paese circa 450 esperti del settore. Secondo quanto dichiarato da Maks Babuder, membro della commissione tecnica presso il Consiglio Internazionale dei Grandi Sistemi Elettrici, il sistema sloveno deve essere aggiornato sia perché quando fu costruito non era della migliore qualità, sia perché non ha buona capacità di risparmio. Proprio per questo motivo sono in costruzione impianti idroelettrici nel basso corso del fiume Sava, sebbene è nel biogas, nel solare e nell’eolico che le aziende vedono il futuro. (fonte Il Portalino.it)

h4. Svizzera: Nuovo balzello in caso di aumento di Co2

11/06/07 – Berna – Nel caso in cui le emissioni di anidride carbonica non dovessero calare in quantità sufficiente, il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC), ha disposto che verrà applicata una tassa sui combustibili suddivisa in tre momenti a partire dal 2008. Si inizierà con una tassa di 12 franchi svizzeri per ogni tonnellata di Co2 se nell’anno appena passato la riduzione delle emissioni, rispetto al 1990, è stata inferiore del 6%, salirà a 24 franchi svizzeri (6 centesimi per litro di olio di riscaldamento) nel caso in cui nel 2007 si avrà un aumento del 90% e raggiungerà i 36 franchi svizzeri in caso di emissioni superiori dell’86,5% oppure l’85,75% durante uno degli anni successivi. (fonte Ticinonline)

h4. Cina: Possibile divieto nell’utilizzo di raccolti alimentari per produzione carburanti

11/06/07 – Pechino – Il grano, come fonte di produzione di etanolo, potrebbe essere ufficialmente vietato nel Paese, secondo quanto dichiarato dalla Commissione Nazionale per le riforme e lo sviluppo della Cina. Le quattro aziende nelle regioni di Jilin, Heilongjiang, Henan e Anhui che a tutt’oggi si occupano della produzione del combustibile dal grano, dovranno gradualmente convertirsi all’utilizzo di altre sostanze, con particolare attenzione al vegetale sorgo da cui la società China Oil and Food Corporation (proprietaria dello stabilmento del Heilongjiang e tenutaria del 20% di azioni di quello della regione di Anhui) punta a produrre 5 milioni di tonnellate di etanolo. (fonte Autoblog.it)

h4. Certificazione verde: la nuova tendenza delle aziende

08/06/07 – Roma – Due eventi con protagonista assoluta la certificazione energetica. A Roma, il prossimo 14 giugno si svolgerà il Forum “QualEnergia?”, organizzato dall’Editoriale La Nuova Ecologia, Legambiente e Kyoto Club; a luglio, invece, a Ghibellina, in provincia di Trapani, si terrà il Festival “Energie Alter Native”, i cui consumi elettrici saranno coperti da certificazione “Energia da Fonte Rinnovabile”. Domenico De Luca di Egl Italia, società impegnata in quest’attività, spiega che la crescita della vendita di energia certificata verde e ‘ribadisce che nelle aziende italiane la sensibilità su questi argomenti sta crescendo’. (fonte Ansa)

h4. Design e ambiente: “Flat” di Galletti con Bioxigen

08/06/07 – Roma – La Galletti Air Conditioning ha presentato l’innovativa unione tra Flat, il ventilconvettore di design dell’azienda, e Bioxigen, un dispositivo tecnologico di purificazione e deodorizzazione dell’aria. Quest’ultimo, in particolare, è un apparecchio elettrico, ecologico e a basso consumo energetico, in grado di neutralizzare, in modo efficace e naturale, le particelle nocive presenti nell’aria. La loro unione è quindi l’ideale sia per le abitazioni private che per il settore pubblico, garantendo un risparmio sull’energia elettrica normalmente consumata per il condizionamento. (fonte Edilportale)

h4. Anche la Porsche diventerà elettrica, secondo gli ingegneri del MIT

08/06/07 – Roma – Gli ingegneri del MIT (Massachussets Institute of Technology) hanno “messo le batterie” all’auto dei sogni, una Porsche 914, ottenendo degne prestazioni; la velocità di punta è di 160 chilometri l’ora, la potenza arriva a 60 cavalli, l’autonomia di 160 Km è ottenuta da 12 batterie hi-tech installate al posto del motore caricate per cinque ore. Il tutto non senza soluzioni creative, come ammesso da Ryan King, uno dei collaboratori del progetto, durante i sei mesi di lavoro in cui sono emerse molte difficoltà tecniche. Piccola curiosità: l’auto usata per l’esperimento è stata donata al progetto da un professore del Mit, che l’ha acquistata su e-Bay. (fonte Ansa)