• Articolo , 15 febbraio 2007
  • Rassegna Stampa dal 09/02/07 al 15/02/07

  • h4. Vegetalia, presentato progetto per rinnovabili da confagricoltura. 9/02/2007 – New York – Un progetto da 180 milioni di euro è stato presentato a Cremona in occasione della Fiera ‘Vegetalia’ da Confagricoltura. Il progetto Realizzare prevede la costruzione di 30 nuovi impianti, alimentati con fonti rinnovabili di origine agricola olio vegetale, biogas, e biomasse agroforestali, […]

h4. Vegetalia, presentato progetto per rinnovabili da confagricoltura.

9/02/2007 – New York – Un progetto da 180 milioni di euro è stato presentato a Cremona in occasione della Fiera ‘Vegetalia’ da Confagricoltura. Il progetto Realizzare prevede la costruzione di 30 nuovi impianti, alimentati con fonti rinnovabili di origine agricola olio vegetale, biogas, e biomasse agroforestali, per una produzione elettrica totale di 53 Mw elettrici e 20 Mw termici. L’iniziativa comprende anche la costituzione di una società di trading per la commercializzazione dell’energia (elettrica e termica) prodotta. Il ministro per le Politiche agricole sostiene il progetto mentre il presidente di Confagricoltura, Federico Secchioni dichiara ”In questo momento la microgenerazione di energia elettrica é una carta vincente, perché si presta bene alla realizzazione di filiere corte, valorizzando il ruolo di autotrasformatori degli agricoltori; diversifica le fonti, adattandosi con più duttilitaà ai vari ambienti produttivi . (fonte Ansa)

h4. Rinnovabili: pubblicati i costi di produzione di energia elettrica.

9/02/2007 – Milano – E’ stato pubblicato un documento dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas disponibile sul sito “www.autorita.energia.it”:http://www.autorita.energia.it , per la consultazione dei costi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Utile per i futuri aggiornamenti dei prezzi quali quelli minimi garantiti alla produzione di impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza fino a 1 MW. Possono pertanto presentare una stima dei costi unitari di produzione da fonti rinnovabili, in €/MWh, specificando: la fonte; il tasso di attualizzazione; il numero di ore di funzionamento annuo; il costo di investimento; i costi di operation and maintenance; tutti gli operatori interessati, anche in forma associata. Saranno utili ai fini del calcolo dei costi unitari, tra gli altri tutti i costi di gestione eventualmente presenti come anche il numero di anni di vita utile dell’impianto. Le osservazioni al Documento per la consultazione devono pervenire all’Autorità entro il 26 marzo. (fonte Autorità per l’energia elettrica e il gas)

h4. Biocarburanti.org il portale

11/02/2007 – Roma – I principali quotidiani italiani e internazionali danno sempre più spazio al dibattito sulle energie rinnovabili. Portali come Ecoage rivolgendosi a chi non è ecologista o ambientalista vogliono far parlare di energie pulite a tutti i livelli con l’intento di fungere da volano per il mondo dell’informazione. Si inaugura quindi il portale biocarburanti.org con news nazionali e internazionali su agroenergie, biodiesel e bioetanolo. E’ anche in progetto il primo libro di Ecoage un “manuale per l’impresa agricola” dedicato alle aziende agricole interessate ad entrare nella filiera dei biocarburanti. (fonte Ecoage)

h4. Rubbia in Italia come consigliere del ministro Pecoraro Scanio.

12/02/2007 – Roma – Il premio Nobel Carlo Rubbia sarà nominato “consigliere del ministro dell’Ambiente per le fonti rinnovabili” lo ha annunciato lo stesso ministro, Alfonso Pecoraro Scanio. Stringendo la mano allo scienziato italiano al termine di un incontro ha anche dichiarato ”Sono contento che il professore abbia accettato di dare un concreto contributo al lavoro del ministero per rilanciare le nuove tecnologie nel settore delle rinnovabili nel nostro Paese”. IL ministro ha poi aggiunto “Vogliamo puntare decisamente sull’energia solare. Bisogna ripulire l’ambiente, salvare il clima del mondo ma soprattutto dare all’Italia energia pulita, rinnovabile e disponibile”. (fonte Ansa)

h4. Pecoraro: “con Rubbia perché gli imprenditori italiani investano sul solare”.

12/02/2007 – Roma – Il premio Nobel Carlo Rubbia presenterà già a marzo la sua proposta per l’energia verde ed avrà poi un incontro con il mondo imprenditoriale italiano. Al termine del colloquio con il nobel Carlo Rubbia il ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio ha detto, ”L’obiettivo del ministero é quello di avere già nelle prossime settimane una proposta da parte del professore sulla base della quale io inviterò tutti gli imprenditori italiani sul settore energia a un incontro che faremo insieme con Rubbia perché gli imprenditori italiani investano sul solare”. Ha poi aggiunto ”…in Spagna non e’ il Governo, sono gli imprenditori ad investire e, come in Spagna, anche gli imprenditori italiani devono puntare sul sole e non sul carbone.” (fonte Ansa)

h4. Da Enel e Legambiente 200 lampadine per “Piccola grande Italia”.

12/02/2007 – Roma – Il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Riccardo Nencini, alla conferenza stampa nella quale si è anche parlato di “Piccola grande Italia” ha dichiarato “Non solo e’ necessario incentivare il risparmio energetico, verificare l’efficienza e l’impiego delle fonti rinnovabili, ma e’ anche fondamentale promuovere l’educazione all’economia e al giusto utilizzo di luce, riscaldamento e carburanti”. Durante la stessa conferenza l’Enel, in collaborazione con Legambiente, ha consegnato 200 lampadine, ad alta efficienza energetica, ai consiglieri regionali e ai comuni della Toscana, che hanno partecipato appunto a “Piccola grande Italia”. In risposta al dono è stato detto “Accettiamo con piacere le ecolampadine per far partire dalle istituzioni un segnale di sensibilizzazione al risparmio energetico” (fonte Agi)

h4. Helen Clark, ”Io credo che possiamo aspirare ad essere “carbon neutral”

13/02/2007 – Sydney – Helen Clark ha oggi dichiarato in parlamento che la Nuova Zelanda vuole diventare il primo Paese al mondo a emissioni zero per combattere l’ effetto serra. Il piano complesso per ottenere questo scopo prevede la riduzione delle emissioni da parte di enti governativi, la sostituzione della benzina con biocarburanti e l’uso di carta riciclata. Nel suo discorso ha anche aggiunto, ”Io credo che la Nuova Zelanda possa mirare ad essere la prima nazione veramente sostenibile, poggiando sulle quattro colonne di economia, società, ambiente e senso di nazione” (fonte Ansa)

h4. Pannelli solari, Aumentano gli incentivi fiscali

13/02/2007 – Roma – Incentivi fiscali, la detrazione di imposta per i pannelli solari termici è del 55% in tre anni per un massimo di bonus fiscale di 60.000 euro. L’incentivo è lo stesso I cittadini interessati dovranno inviare una raccomandata indicando la data di inizio lavori redatta su un apposito modello. I pagamenti dovranno avvenire esclusivamente mediante bonifico bancario, con indicazione nella causale del versamento dei dati del beneficiario della detrazione. La detrazione necessita anche di una verifica dell’impianto da parte di un tecnico abilitato e poi l’utente dovrà acquisire la certificazione energetica dell’edificio o un attestato di qualificazione energetica. Le opere di coibentazione degli edifici esistenti beneficieranno della detrazione Irpef del 36%. I dettagli sulla detrazione si entro il 28 febbraio 2007 quando sarà emanato il decreto di attuazione dal Ministero dell’Economia. (fonte QualeEnergia)

h4. Bersani, Il mercato delle energie rinnovabili “e’ troppo poco trasparente”

13/02/2007 – Roma – Il ministro dello Sviluppo economico, Pierluigi Bersani, durante il convegno dell’Ulivo ‘Dieci anni dopo Kyoto’ ha denunciato che il mercato delle energie rinnovabili “é troppo poco trasparente”. E ha poi aggiunto “Per quanti meccanismi di incentivazione facciamo abbiamo una distorsione del mercato”. In Italia si vendono “non solo le autorizzazioni ma anche le convenzioni con i Comuni che non valgono un tubo”. (fonte Adnkronos)

h4. Emissioni auto, Piebalgs “fare un passo verso una legislazione vincolante”

13/02/2007 – Roma – Il commissario europeo all’Energia, Andris Piebalgs nella sua audizione tenuta oggi a Montecitorio ha affermato che sono le case automobilistiche a essere “in ritardo” sui prodotti a basse emissioni e quindi “non devono protestare troppo” per i piani di riduzione delle stesse approvati dalla Ue. Ha anche detto “Non c’e’ stato alcuno sviluppo in questo settore e oggi siamo a 160 grammi. Le case non devono pero’ usare come pretesto il comportamento dei consumatori”. Questi ultimi, infatti, non sono contrari ad auto meno inquinanti: “l’esempio e’ la Toyota Prius, che sta rubando quote di mercato ai concorrenti”. Secondo il commissario europeo i costruttori di auto europei non hanno prodotto veicoli che restassero sotto i 100 grammi di Co2 a chilometro entro il 2008-2009. e ha quindi ammonito “In questo contesto é abbastanza logico fare un passo verso una legislazione vincolante”. (fonte Agi)

h4. California, al bando le lampade ad incandescenza

14/02/2007 – Los Angeles – Il legislatore californiano ha proposto la messa al bando di tutte le lampadine ad incandescenza entro il 2012. A sostituire le vecchie lampadine, le nuove a basso consumo. Le lampadine a basso consumo generano il 70% di calore in meno e hanno un’efficienza del 25% contro il 5% di quelle a incandescenza. Faranno risparmiare alla famiglia americana 40-50 dollari/anno. Oggi le lampadine fluorescenti sono il 5% del totale venduto ma la Southern California Edison (grande compagnia elettrica) sta gestendo un programma che sconta le lampade fluorescenti da 1 fino a 2,50 dollari. (fonte Ansa)

h4. Pecoraro Scanio, lenzuolata verde non nera

14/02/2007 – Roma – Intervenendo al convegno, ‘Come vincere la sfida del clima’ Il ministero dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ha detto l’Italia deve compiere una “rivoluzione ecologica” e “dire conchiarezza che il carbone non e’ il futuro ma il passato” e a poi aggiunto, “Il governo non si lasci influenzare da chi parla di carbone pulito: il carbone pulito non esiste”. Secondo il ministro “bisogna fare una scelta davvero verde, come si chiede a livello mondiale, e non del green washing, cioe’ lavare la coscienza con parole verdi ma attuando iniziative nere”.
Il ministro ha anche detto che si sta lavorando affinché “la riduzione delle emissioni di Co2 e di altri gas serra venga spalmata su tutti gli Enti locali e le Regioni, in modo che siano direttamente coinvolte” ed ha concluso,”Solo se tutte le Regioni tagliano le emissioni l’Italia puo’ tagliarle e l’Europa puo’ conseguire i propri obiettivi”. (fonte Agi)