• Articolo , 16 marzo 2007
  • Rassegna Stampa dal 09/03/07 al 15/03/07

  • h4. I 1001 modi di accumulare energia 14/03/07 – Milano – “Non sprecate l’energia che producete”. Con questo motto potremo riassumere la filosofia che ispira tutti coloro che, a vario livello, sono interessati al problema del risparmio energetico e, non secondariamente, a quello economico. La ricerca ufficiale e quella “fai da te” hanno ormai l’obiettivo […]

h4. I 1001 modi di accumulare energia

14/03/07 – Milano – “Non sprecate l’energia che producete”. Con questo motto potremo riassumere la filosofia che ispira tutti coloro che, a vario livello, sono interessati al problema del risparmio energetico e, non secondariamente, a quello economico. La ricerca ufficiale e quella “fai da te” hanno ormai l’obiettivo di scovare ogni possibile fonte rinnovabile per la produzione di calore, di elettricità, di carburanti e di quant’altro necessita per far funzionare servizi e tecnologie della società moderna. Si tratta spesso di invenzioni con un’improbabile attuazione pratica, ma significative per l’originalità delle soluzioni e per l’impegno profuso. Volete qualche esempio? A Rotterdam c’è una discoteca il cui pavimento, percosso dai piedi di scatenati ballerini, riesce a trasformare i colpi in energia. Lo stesso concetto si ritrova in un progetto che ambirebbe di dotare la stazione londinese Victoria di un pavimento sensibile ai passi dei viaggiatori. E sempre per rimanere in termini di piedi, esistono delle scarpe equipaggiate in modo da generare energia ad ogni passo. Ma non basta. Più prevedibile è la soluzione per trasformare la pedalata di una cyclette (ad Hong Kong) in energia, ma molto meno lo è quella attraverso la quale le vibrazioni dei treni potrebbero alimentare addirittura dei lampioni.

h4. Energia prêt-à-porter

14/03/07 Grazie ad un mini-pannello fotovoltaico integrato sul retro e ad una batteria a ioni di litio da 2.200 mAh (ricaricabile anche attraverso l’accendisigari delle autovetture), il nuovo zainetto della “Voltaic System” genera circa 4 watt di potenza, che potranno servire a ricaricare cellulari, lettori mp3 e ipod. Oltre ad essere riciclato, energeticamente efficiente, è leggero, capiente e impermeabile, ed è dotato di una spia di ricarica. (Zeus News)

h4. Enel, Anci: Comuni, esempi di efficienza energetica

13/03/2007 – Torino – Pubblicata la guida “Risparmiare l’energia che abbiamo in Comune”, nata dalla collaborazione tra Enel e Anci, finalizzata a rendere gli edifici comunali un modello di efficienza energetica e di risparmio e un esempio per l’intera collettività. Il volume analizza i principali fattori che influiscono sul consumo energetico, come riscaldamento, condizionamento, uso dell’acqua e dell’elettricità e apparecchiature d’ufficio, e fornisce una serie di suggerimenti a basso costo per ridurre le emissioni di anidride carbonica. (fonte Ansa)

h4. Torino: a settembre la mobilità sostenibile và in scena

13/03/2007 – Torino – Dal 7 al 9 settembre nel capoluogo piemontese si svolgerà “Autoeco”, la rassegna dell’automotive ecologico, che sarà l’occasione per presentare tutte le ultime innovazioni del settore e confrontarsi su uno dei temi di maggiore attualità. Il salone sarà dedicato ai costruttori, ai centri di progettazione e realizzazione di sistemi di propulsione ecologica, ai produttori di carburanti alternativi ed ai centri per l’istallazione di kit di iniezione bio-fuel. Sono previsti spazi dedicati alle case automobilistiche, ai componenti ed agli accessori metano ed elettrici, alla componentistica, ai costruttori di pneumatici, ai produttori di carburanti, di accumulatori e di batterie, fino alle Università, agli Istituti di ricerca, alle Istituzioni, agli Enti ed alle Associazioni di categoria. (fonte La Repubblica)

h4. California: idrogeno per salvare il gatto

13/03/2007 – Sacramento – In California è localizzata la maggior parte delle stazioni di rifornimento di idrogeno di tutti gli Usa. Per questo motivo è stato deciso di dotare i Vigili del Fuoco californiani di Marcedes Classe A alimentata a idrogeno, con un motore elettrico da 88 cavalli di potenza, da utilizzare per i piccoli interventi. Viene così azzerato l’impatto ambientale di una parte delle loro attività, dato che il vapore acqueo è l’unica emissione delle celle a combustibile. Analogamente anche alla Polizia di Michigan è stata donata la Daimler Chrysler a idrogeno, per dimostrare l’elevata affidabilità di questa tecnologia anche per usi estremi. (fonte Ansa)

h4. Molise: il vento si ferma sulle sue coste

13/03/2007 – Campobasso – Sarà probabilmente bocciato il progetto di un parco eolico off shore da 162 MW, il primo in Italia, da realizzare a tre chilometri dalla costa tra Vasto e Termoli, in Molise. Dopo aver incontrato l’opposizione della provincia, dei sindaci della zona, degli operatori turistici e del ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, si attende ora l’esito della Valutazione di Impatto Ambientale, che si prevede comunque positivo ma incapace di contrastare il parere delle autorità. Hanno, invece, ribadito il loro consenso Legambiente e Greenpeace, che si sono dichiarati ‘favorevolissimi a questo parco eolico, bloccarlo è un’assurdità’. (fonte La Repubblica)

h4. Germania: si allunga la mano sul mercato solare italiano

13/03/2007 – Berlino – La tedesca Solon Ag, leader europeo nella tecnologia e nella produzione di pannelli fotovoltaici, ha acquistato il 40% della società italiana Green utilità, con una spesa di 600 mila euro, al fine di incrementare la propria presenza sul mercato fotovoltaico italiano. Il resto del capitale sarà equamente suddiviso tra l’italiana Genusa, società attiva nei servizi ambientali, e il management di Green. La nuova società, che sarà guidata da Carlo Noto La Dega, seguirà due linee di business: fornitura chiavi in mano di impianti fotovoltaici di grandi dimensioni, e sviluppo di progetti su biomasse e biogas e sull’efficienza energetica. (fonte MilanoFinanza)

h4. Irlanda: da rinnovabili un terzo dei consumi energetici

12/03/2007 – Dublino – Un terzo dell’elettricità utilizzata in Irlanda verrà da fonti rinnovabili entro il 2020. È quanto ha dichiarato il ministro delle risorse naturali Noel Dempsey, svelando i piani per ridurre la dipendenza dalle importazioni di petrolio. I dati ufficiali del 2006 non sono ancora disponibili ma un portavoce del ministro ha dichiarato che l’8% dell’elettricità consumata lo scorso anno era prodotta da rinnovabili, contro il 6,8% del 2005. Senza una maggiore diversificazione energetica e con un limitato potenziale idroelettrico, il paese in 13 anni dovrebbe coprire con il metano il 70% dei fabbisogni di combustibili. L’energia eolica darà un contributo fondamentale per raggiungere l’obiettivo. (fonte Reuters)

h4. Brown: meglio gli incentivi verdi delle tasse

12/03/2007 – Londra – Il modo migliore per cambiare il comportamento delle persone nella lotta al cambiamento climatico è l’educazione e gli incentivi, non le tassazioni. È quanto ha dichiarato il ministro britannico alla finanza Gordon Brown in occasione di un incontro con le associazioni ambientaliste e le persone d’affari. ‘ Il nostro lavoro consiste nel rendere più semplice per le persone fare scelte più sostenibili, favorendo quando possibile aiuti pratici con incentivi anziché tasse’, ha aggiunto Brown. Per il capo dell’opposizione David Cameron, invece, si usa ‘il sistema di tassazione per incoraggiare comportamenti più verdi, e non per prosciugare i contribuenti’. ‘Qualsiasi aumento delle tasse verdi sarà compensato da una riduzione altrove, come quella sulle famiglie’.(fonte Reuters)

h4. India: carbone quadruplicato entro il 2031

12/03/2007 – Mumbai – La richiesta indiana di carbone potrebbe arrivare a due miliardi di tonnellate all’anno entro il 2031-2032. È quanto ha dichiarato il ministro indiano per il carbone Desari Rao ad una conferenza industriale. Secondo quanto emerso recentemente dalla Commissione Indiana di Politica Energetica Integrata, il carbone deve mantenere il suo attuale contributo nel mix energetico del paese per i prossimi 25 anni se l’India vuole sostenere una crescita economica superiore al 9%. Questo porterà però anche ad un aumento delle emissioni di anidride carbonica, facendo diventare il paese una delle regioni probabilmente più colpite dal riscaldamento globale. Attualmente l’India è al quarto posto nella classifica mondiale dei maggiori emettitori di gas serra. (fonte Reuters)

h4. Germania: dieci anni di vita alle centrali a carbone

12/03/2007 – Francoforte – Ricordando le ultime decisioni dell’Ue in materia di cambiamento climatico, il gruppo Ambientale tedesco Deutsche Umwelthilfe (DUH), con a capo il segretario di stato del ministro all’ambiente, ha richiesto al governo un limite di dieci anni alle licenze delle attività per le nuove centrali a carbone. ‘Con questa iniziativa, la DUH risponde ad un inadeguato programma di espansione delle compagnie energetiche tedesche e estere, che intendono costruire in Germania 26 centrali, o 26.000 MW, nei prossimi anni’, ha dichiarato il gruppo. ‘Se questi impianti, pianificati o progettati, fossero realizzati e operativi nei prossimi anni con le conseguenti elevate emissioni di anidride carbonica, la Germania fallirebbe i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni’. (fonte Reuters)

h4. Edf En Si Lancia Nei Biocarburanti

12/03/07 – Parigi – EdF Energies Nouvelles, ha firmato oggi con il gruppo belga Alcofinance un protocollo d’intesa con quello che è il primo distributore europeo di etanolo, per essere presente nei biorcarburanti della seconda generazione, cioè quelli generati dalla biomassa. L’operazione finanziaria porterà EdF EN a controllare il 25% della società di produzione e distribuzione di etanolo di Alcofinanze. Il contratto prevede la realizzazione di un primo impianto di produzione a Gand, in Belgio: capacità da 150.000 a 300.000 mc/anno entro il 2008. (fonte Ansa)

h4. Los Angeles: un pieno di sostenibilità

12/03/2007 – Los Angeles – Si chiama Helios House, della BP, e a guardarla sembrerebbe una normale stazione di servizio. In realtà è una vera e propria lezione di vita ecologica. In essa non solo è possibile fare un pieno di biocarburanti, ma anche ammirare sultetto un impianto fotovotaico da 90 pannelli per produrre energia elettrica. Un’illuminazione efficiente poi consente un risparmio energetico, mentre la presenza sul tetto di piante resistenti alla siccità riduce la concentrazione di anidride carbonica e la necessità di aria condizionata o di riscaldamento. Infine, si utilizzano legno derivato da fonti rinnovabili e altri materiali riciclati, oltre ad un sistema di raccolta e riciclo dell’acqua. (fonte Affari&Finanza – La Repubblica)

h4. California: da Silicon Valley a Energy Valley

12/03/2007 – San Francisco – L’area, simbolo della California, sta vivendo un momento di ripresa economica e uno dei settori su cui si sta maggiormente puntando è quello delle energie alternative. Un esempio è fornito da Google, i cui edifici sono costruiti con materiali ecocompatibili e che ha fornito generosi incentivi economici ai dipendenti che utilizzano auto ibride al posto di quelle tradizionali. Le banche della Valle hanno, invece, investito 1,7 miliardi di dollari sul settore delle rinnovabili. E, mentre la Tesla Motors ha puntato sulla realizzazione di auto elettriche con design sportivo, non propriamente economiche, promettente è anche il lavoro che alcune aziende stanno facendo sulle cellule solari di nuova generazione. (fonte Il Corriere della Sera)

h4. Nanotecnologie al servizio del solare

12/03/2007 – California – Quasi pronti i pannelli solari economici, che permetteranno di far scendere il prezzo del kW fotovoltaico dagli attuali 6.000 a 1.000 dollari, rendendo altamente attraente il settore anche senza incentivi. Questo sarà possibile grazie a polimeri, allo studio nei laboratori americani e tedeschi, che renderanno possibile la produzione di massa di micro-celle solari di nuova generazione in grado di ‘riprodursi’ creando pannelli fotovoltaici. Le nuove celle presentano uno spessore centinaia di volte inferiore a quello delle tradizionali celle al silicio e un’ottimizzazione del processo, che riduce i costi ma incrementa l’efficienza. (fonte Affari&Finanza – La Repubblica)

h4. Due ruote a idrogeno, dallo sport alla pubblica sicurezza

11/03/07 – Proprio in questi giorni a Napoli e a Benevento ci sarà la prima sperimentazione italiana di una trentina di scooter prodotti nel nostro paese, e progettati proprio dall’università di Benevento. I due ruote saranno in dotazione ai vigili urbani e il loro rifornimento sarà assicurato da un distributore ad energia fotovoltaica. (fonte La Repubblica.it)

h4. Il fotovoltaico fa scuola

10/03/07 – Roma – L’iniziativa di un corso di formazione sull’energia solare è stata promossa da Assosolare e dal Centro Nazionale Opere Salesiani-Formazione Aggiornamento Professionale. Le due associazioni hanno stabilito un accordo nazionale per formare nuove figure professionali che siano in grado di operare nel settore dei sistemi fotovoltaici. Un progetto pilota è già partito presso il centro Cnos-Fap di San Zeno di Verona, dove è stato attrezzato un laboratorio sulla tecnologia fotovoltaica. Intanto è partito un seminario dedicato agli installatori della tecnologia solare con tanto di esame finale e rilascio di un’attestato di competenza. (fonte Adnkronos)

h4. EnergyMed: ‘made in Italy’ solare nel Mediterraneo

09/03/2007 – Napoli – Film sottili e solare a concentrazione sono le due tecnologie presentate oggi ad EnergyMed al convegno organizzato dal Ministero dell’Ambiente e dedicato ai progetti innovativi co-finanziati dal Ministero in alcuni paesi del Mediterraneo: Israele, Egitto, Tunisia, Algeria e Marocco. I primi sono pannelli fotovoltaici trasparenti, che possono essere montati come vetri delle finestre o coperture di edifici, e rispetto alle tradizionali celle al silicio producono energia elettrica a minor costo, inferiore a 1 euro/watt, e con una maggiore efficienza, il 12% contro il tradizionale 8%. I pannelli “a concentrazione”, invece, raccolgono il calore, che genera vapore acqueo, utilizzato in turbine o apposite tecnologie per riscaldare o raffreddare gli ambiente, con un risparmio di energia elettrica. (fonte Ansa)

h4. Ue: a tutto gas la ricerca sull’idrogeno

09/03/2007 – Bruxelles – Si chiama HylCE ed è il primo progetto completo della Commissione Europea per l’ottimizzazione del motore a combustione interna alimentato esclusivamente ad idrogeno, e non più per l’utilizzo ibrido come avvenuto finora. Il progetto, portato a termine da società dell’industria automobilistica, i loro fornitori e due università e coordinato dal settore Ricerca e Tecnologia del gruppo BMW, prevede una prestazione garantita di 100 kW per litro di cilindrata, alla pari dei motori tradizionali. Sono stati sviluppati due concetti di formazione della miscela applicati su motori destinati ai veicoli passeggeri e per il trasporto pubblico. Inoltre, sono stati adeguati strumenti di simulazione per lo sviluppo di motori in serie. (fonte La Repubblica)

h4. Rubbia: precedenza all’energia solare

09/03/07 – Milano – Interpellato da Giovanni Caprara, durante un’intervista di oggi per Il Corriere della Sera, lo scienziato si è decisamente schierato a favore dell’energia solare a scapito di quella eolica o derivata dalle biomasse. “Parlando di energie rinnovabili – ha tenuto a ribadire Rubbia – molto chiacchierate ma poco coltivate, è inutile insistere con l’energia eolica perché di vento ce n’è poco nella Penisola al contrario dei Paesi del Nord o dell’Irlanda. Anche la biomassa rappresenta una nicchia limitata. Invece il sole è l’unica sorgente che abbiamo abbondante e ancora da sfruttare. Noi, con le altre nazioni del Sud Europa, Spagna e Grecia, dobbiamo lavorare su questo fronte anche costruendo impianti solari nel Nordafrica, nel Sahara ad esempio dove ci sono grandi spazi desertici, trasferendo via cavo l’energia prodotta verso la Sicilia. Gli spagnoli, sempre più attivi, hanno già il progetto di una centrale da due miliardi di watt da realizzare in Marocco”.
Riferendosi poi alla necessità di utilizzare l’idrogeno come combustibile ha poi continuato “ Se vogliamo affrontare seriamente il riscaldamento del clima bisogna sostituire il combustibile utilizzato dal miliardo di veicoli ogni giorno in transito sulle strade del pianeta generando anidride carbonica. L’idrogeno è l’unica via per sostituire il petrolio ma occorre ancora un buon lavoro di ricerca per utilizzarlo. E se non lo farà l’Italia, lo faranno gli altri. Io raccomanderei ai miei illustri colleghi di impegnarsi di più”. (fonte Il Corriere della Sera)

h4. Napoli: Rifkin decisivo per la politica energetica campana

09/03/2007 – Napoli – Programmata per il 24 marzo nel capoluogo campano la conferenza ‘Le scelte di politica energetica regionali e il modello di sostenibilità ambientale campano’, voluto dall’assessore regionale all’Agricoltura e alle Attività Produttive, Andrea Cozzolino. All’evento parteciperà anche il celebre economista e filosofo statunitense Jeremy Rifkin, esperto di fonti rinnovabili e da tempo impegnato al fianco dei movimenti pacifisti e ambientalisti mondiali. ‘Siamo in un periodo importante sul fronte energetico, al livello locale e globale. Noi ci siamo posti un obiettivo ambizioso: riuscire a produrre il 40% dell’energia in Campania da fonti rinnovabili nei prossimi dieci anni. Il doppio rispetto agli standard europei’, è quanto ha dichiarato Cozzolino. (fonte Ansa)