• Articolo , 22 febbraio 2007
  • Rassegna Stampa dal 16/02/07 al 22/02/07

  • h4. Clini: Italia bioenergetica?… 22/02/2007 – Roma – Nel corso del convegno “Esiste un’Italia bioenergetica?”, organizzato dal World Energy Council, Corrado Clini, presidente della Gbep (Partnership Globale sulle Bionergie), ha dichiarato: ‘La domanda di energia è destinata ad aumentare del 50% nei prossimi 25 anni. A fronte di questo si verificherà un aumento del 65% […]

h4. Clini: Italia bioenergetica?…

22/02/2007 – Roma – Nel corso del convegno “Esiste un’Italia bioenergetica?”, organizzato dal World Energy Council, Corrado Clini, presidente della Gbep (Partnership Globale sulle Bionergie), ha dichiarato: ‘La domanda di energia è destinata ad aumentare del 50% nei prossimi 25 anni. A fronte di questo si verificherà un aumento del 65% di emissioni di CO2 con un aumento della temperatura globale di circa tre gradi. Coniugare investimenti di medio e lungo termine con gli obiettivi fissati dal protocollo di Kyoto diventa, da questo punto di vista, indispensabile. E tuttavia occorre prestare attenzione: occorrono delle valutazioni attendibili sulla produzione di olio di palma, sempre più richiesto a livello europeo. Valutazioni che chiariscano quanto il suo utilizzo energetico influisca sulla foresta pluviale e sul processo di desertificazione delle aree umide’.
Riccardo Deserti, responsabile della segreteria tecnica del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, invita a ‘non eccedere nel ritenere che lo sviluppo di questa energia debba avvenire ad ogni costo: le agroenergie, infatti, necessitano di impianti e terreni di grandi dimensioni e il nostro Paese ne è purtroppo scarso. Inoltre dobbiamo stare attenti a non drogare i mercati di questi prodotti, a non creare eccessiva aspettativa nei produttori’. (fonte Agi)

h4. Napoli: EnergyMed al via

22/02/2007 – Roma – Si terrà a Napoli dall’8 al 10 marzo EnergyMed, la fiera delle nuove tecnologie e servizi innovativi per la produzione e l’utilizzo delle fonti rinnovabili, giunta alla sua seconda edizione. L’evento rappresenta un punto di incontro tra imprese, tecnici, enti pubblici e ricercatori del settore. In contemporanea si svolgerà MobilityMed, il Salone della Mobilità sostenibile. Gli eventi sono organizzati dall’Anea (Agenzia Napoletana Energia e Ambiente) con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione, dell’Apat (Agenzia per la Protezione dell’Ambiente e per i Servizi Tecnici) e del Cnr (Centro Nazionale Ricerche), con il sostegno della Regione Campania, della Provincia e del Comune di Napoli e della Provincia di Benevento. (fonte Ansa)

h4. Piatti su emissioni e cambiamento clima

22/02/2007 – Roma – All’incontro del World Energy Council presso la sede della Fao, Gianni Piatti, sottosegretario del ministero dell’Ambiente, ha dichiarato: ‘I punti di partenza per affrontare il tema delle energie rinnovabili sono i cambiamenti climatici, le emissioni di CO2 e la crescente domanda energetica’.
Secondo Riccardo Deserti, direttore generale della segreteria tecnica del ministero delle Politiche Agricole, sul settore delle agroenergie ‘insistono aspettative molto alte, non bisogna credere che lo sviluppo delle agroenergie debba avvenire ad ogni costo, c’è un potenziale di crescita di 800 mila, un milione di ettari da destinare alle agroenergie come colture dedicate’. ‘Priorità, in ogni caso verrà data alle filiere di produzione di materia prima nazionale e, nel caso delle biomasse, possibilità di sviluppo saranno date dall’aumento della durata dei certificati verdi e da un coefficiente moltiplicatore del numero degli stessi certificati verdi in funzione delle certificazioni della filiera’. (fonte Ansa)

h4. Blair: taglio del 60% delle emissioni?

22/02/2007 – Londra – Ridurre entro il 2050 il 60% delle emissioni di anidride carbonica. Sembra essere questo il nuovo obiettivo stabilito dal premier Tony Blair, che verrà pubblicato il 12 marzo nel Testo sui cambiamenti climatici. Se confermato, al massimo all’inizio del 2008 dovrebbe essere tradotto in testo di legge. (fonte Agi)

h4. Legambiente: rinnovabili e risparmio energetico su rotaie

22/02/2007 – Firenze – È partito il “Treno Verde”, la campagna promossa da Legambiente in collaborazione con le Ferrovie dello Stato, con il contributo di Sorgenia, finalizzata al monitoraggio dello stato di inquinamento delle principali città italiane e all’informazione dei cittadini sulle novità nel settore del risparmio energetico. A bordo, si potrà passare dalla prima carrozza dedicata alla mobilità sostenibile, a quella rivolta alle fonti rinnovabili chiamata “Pensare globalmente”, per concludere con “Agire localmente”, la terza carrozza con la riproduzione della casa ecologica. La prima tappa sarà Firenze. (fonte Agi)

h4. Ccie: scambi rinnovabili con l’estero

22/02/2007 – Roma – Le Camere di Commercio Italiane all’estero (Ccie) hanno presentato oggi a Roma un progetto finalizzato ad attrarre in Italia imprenditori interessati alle rinnovabili, con particolare attenzione ai settori del biogas e delle bioenergie. A tale scopo, è stato previsto un investimento di 280.000 euro e il coinvolgimento di più di trecento aziende specializzate. A partire quindi da marzo 2007 verrà aperto un desk che permetterà di incrementare gli scambi commerciali delle aziende italiane con quelle presenti a Lisbona, Londra, Madrid, Puerto Alegre, Rio de Janeiro, Rosario, Salonicco, Stoccolma, Zurigo e Francoforte. (fonte Ansa)

h4. Wec: alte le potenzialità italiane per le bioenergie

22/02/2007 – Roma – Al fine di approfondire gli sviluppi delle agroenergie in Italia, si è tenuto a Roma un incontro organizzato dal Wec (World Energy Council), presieduto da Corrado Clini, presidente della Partnership Globale sulle Bioenergie, che ha dichiarato che “gli investimenti nel settore dell’energia per i prossimi anni raggiungeranno i 20 triliardi di dollari”. Secondo Gilberto Callera, presidente del Wec, “le biomasse, entro il 2030 possono crescere del 50% arrivando a soddisfare il 6% del fabbisogno (oggi è al 4%), mentre i biocarburanti possono arrivare a coprire il 7% dei consumi mondiali per il trasporto su strada”. Sono tre i criteri da seguire: sostenibilità ambientale, sicurezza alimentare e gestione dei sussidi. (fonte Ansa)

h4. Motori a idrogeno per i toscani

21/02/2007 – Firenze – È stato firmato oggi il protocollo di intesa che avvia in Toscana il progetto “H2 Filiera Idrogeno”, per la creazione dei motori a idrogeno verde. All’evento ha partecipato Luciano Modica, sottosegretario all’Università e alla ricerca, che ha assicurato l’impegno del governo a superare le difficoltà esistenti per l’omologazione dei motori ad idrogeno. Necessario, inoltre per Modica, “adeguare le normative anche per gli impianti di distribuzione”, nel rispetto dei principi di sicurezza, e sostenere i distretti anche per l’accesso ai fondi per l’innovazione tecnologica. (fonte Asca)

h4. Scaroni (Eni): rinnovabili, ma a breve termine

21/02/2007 – Roma – Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, a proposito delle rinnovabili ha dichiarato che “quello che dobbiamo fare va fatto, ma non c’é nessuna fonte di questo tipo che possa sostituire il petrolio. Non sono una risposta ai problemi energetici per i prossimi 15 o 20 anni”. “Investire sulle rinnovabili va bene, ma non possiamo contarci nel breve termine”. Per quanto riguarda i biocarburanti, va valutato “quanto consumo energetico c’é dietro la produzione di questi materiali. Si scoprirebbe che per produrre un litro di biocarburante se n’é utilizzato mezzo di combustibili fossili”, quindi sono “utili in paesi con grandi estensioni territoriali in cui coltivarli”. (fonte Ansa)

h4. Arizona: Conferenza Nazionale sull’Etanolo

21/02/2007 – Arizona – Si è tenuta ieri a Tucson, in Arizona, la Conferenza Nazionale sull’Etanolo dell’Associazione Carburanti Rinnovabili, che con più di duemila partecipanti rappresenta un incontro tra industrie, governi e ricerca. All’evento ha partecipato Alexander Karsner, Assistente Segretario del Dipartimento Statunitense di Energia, Ufficio Efficienza Energetica ed Energie Rinnovabili, che ha evidenziato come nel portfolio delle risorse destinate alle fonti rinnovabili l’etanolo sia di grande importanza e deve essere sviluppato per ridurre le importazioni nazionali di petrolio. (fonte Eere)

h4. Unido: cooperazione sulle rinnovabili Italia-Africa-Est Europa

21/02/2007 – Roma – Si è svolto ieri il meeting dedicato alle energie rinnovabili, nato dalla collaborazione tra Unido Itpo Italy, Unesco-Bresce, ICS (International Centre for Science) e CEI (Central European Initiative), finalizzato alla preparazione delle missioni in Nord Africa ed Europa dell’Est, in cui saranno coinvolte imprese italiane, università e istituti di ricerca. Si è quindi previsto di realizzare una serie di attività per promuovere la cooperazione scientifica, tecnologica ed economica con Marocco, Tunisia, Egitto, Serbia, Slovenia/Croazia, Bulgaria, Romania, Bielorussia, Russia. (fonte Agenzia Internazionale Stampa Estero)

h4. Agrigento: quattro nuovi parchi eolici

21/02/2007 – Agrigento – Nella provincia di Agrigento, nella regione fra Monte Malvezzo, Monte Narbone, Monte Durrà e Altipiano Petasi, verranno costruiti quattro nuovi parchi eolici, destinati a diventare i più grandi in Italia. Con i nuovi impianti si riuscirà a soddisfare le esigenze di circa 50.000 famiglie, con un risparmio di 40 tonnellate di polveri immesse in atmosfera e di 700.000 barili di petrolio. In questo modo, Agrigento si manterrà ai primi posti tra i 136 comuni italiani che sfruttano energia eolica, come dichiarato da Salvatore Moncada, il presidente dell’omonimo gruppo industriale che realizzerà gli impianti. (fonte Ansa)

h4. Toscana: motori a idrogeno verde

21/02/2007 – Firenze – Ricerca e sperimentazione di auto e scooter alimentati a idrogeno. È questo l’obiettivo del distretto dell’idrogeno “verde”, basato sulle fonti rinnovabili, che nascerà in Valdera, tra Pisa e Pontedera. Il progetto, che prevede un investimento complessivo di 10,9 milioni, vede la collaborazione di Regione, ministeri dell’Università e dell’Economia, l’Università e la Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, il Comune di Pontedera e la Provincia di Pisa, nonché dei soggetti privati e di ricerca, come Piaggio e la società aeroporto Galilei di Pisa. Già dal 2008 si potranno vedere sul mercato i primi prototipi. (fonte Ansa)

h4. Successo per il solare termodinamico, tranne in Italia

20/02/2007 – Roma – Il solare termodinamico sta cominciando ad avere successo. In Spagna, è stato approvato un piano, in collaborazione con il Nobel italiano Carlo Rubbia, che prevede la realizzazione entro il 2020 di 1500 MW con venti centrali, di cui dodici già in costruzione: due da 15 MW sono in Andalusia, le altre hanno potenze intorno ai 50 MW. Negli Usa, è invece nata la “Nevada Solar One”, una centrale di 64 MW, con un costo di 220 milioni di dollari, che sarà la prima di una lunga serie. Anche in Algeria si sta costruendo un impianto simile, mentre varie attività sono state condotte in Israele e presso l’ International Energy Agency di Parigi. In Italia invece le iniziative restano bloccate. (fonte Il Corriere della Sera)

h4. Pistorio: a capo dell’ecoindustria

20/02/2007 – Milano – Sarà Pasquale Pistorio, vicepresidente di Confindustria, a guidare il progetto “Innovazione industriale sull’efficienza energetica”, finalizzato a raggiungere ‘un’industria che utilizza meno energia nei processi produttivi, che realizza nuovi prodotti capaci di rendere l’Italia più competitiva, farla risparmiare e sviluppare il settore delle energie rinnovabili’. entro quattro mesi dovrà presentare un piano programmatico per orientare i finanziamenti verso investimenti nel settore delle rinnovabili, quelli per la riqualificazione delle industrie esistenti e quelli per l’innovazione dei processi produttivi. (fonte il Corriere della Sera)

h4. Ancona: olio di girasole per il Palarossini

20/02/2007 – Ancona – È stato autorizzato dalla giunta comunale di Ancona l’installazione di un cogeneratore alimentato ad olio di girasole presso il Palarossini, per la produzione di energia elettrica e termica. L’opera si inserisce nel progetto dell’amministrazione di rinnovare i vecchi impianti dal punto di vista energetico e di promuovere le fonti rinnovabili. Per il Comune inoltre non sono previsti costi di installazione, che sono invece a carico della ditta proponente, la Komaros Energie. (fonte Ansa)

h4. Upi: tariffe più alte per scuole e sanità

20/02/2007 – Roma – Nel decreto per il fotovoltaico, le scuole pubbliche e paritarie, le strutture sanitarie pubbliche e gli interventi per i comuni sotto i 5 mila abitanti possono accedere ad una tariffa maggiore del 5%; un altro incentivo del 5% sarà concesso per interventi di eliminazione di eternit e amianto. Questo è stato possibile grazie alla proposta dell’Upi (Unione Province Italiane), alla cui stesura ha collaborato Massimo Marcaccio, assessore all’ambiente della Provincia di Ascoli Piceno. Secondo questi, il provvedimento ‘rappresenta un primo, concreto, impegno all’interno di una strategia complessiva voluta dalla UE , per promuovere un modello sostenibile verso cui è obbligatorio andare, avvalendosi di energia pulita e promuovendo le fonti rinnovabili’. (fonte Ansa)

h4. Golfo Persico: arabi convertiti alle rinnovabili?

20/02/2007 – Emirati Arabi – Non ancora, ma ci stanno pensando. È stata infatti progettata a Abu Dhabi, principale emirato degli Emirati Arabi Uniti, dove è concentrato il 90% delle riserve di petrolio degli EAU, la prima grande centrale fotovoltaica del Golfo Persico, di 500 MW di potenza, da completare entro il 2009. L’opera rientra nel programma dell’emirato per ridurre la dipendenza dal petrolio, come dichiarato da Sultan al-Jaber, responsabile esecutivo della Abu Dhabi Future Energy Company, che ha spiegato anche che il pese vuole avviare un programma di sviluppo economico per creare una zona tecnologica dedicata alle industrie delle fonti rinnovabili. (fonte QualEnergia)

h4. Toscana: via libera all’idrogeno

19/02/2007 – Firenze – Sarà sancito mercoledì il protocollo d’intesa fra la Regione Toscana e i diversi partner del progetto “Filiera idrogeno”, che avrà il suo centro nell’area pisana ma con ripercussioni sia economiche che ambientali per tutta la regione e anche a livello nazionale. All’evento parteciperà il sottosegretario all’università alla ricerca Luciano Modica, il presidente della regione Claudio Martini, quello della provincia di Pisa Andrea Pironi, il sindaco del Comune di Pontedera Paolo Marroncini, il direttore del dipartimento di ingegneria meccanica dell’Università di Pisa Salvatore Lanza, il direttore della Scuola Superiore di Sant’Anna Riccardo Varaldo, il presidente della Società consortile Pont-Tech Pontedera&Tecnologia Riccardo Lanzara, l’assessore all’istruzione, formazione, lavoro e ricerca Gianfranco Simoncini, e il presidente della facoltà pisana di ingegneria Emilio Vitale. (fonte Agi)

h4. Il sole contro i patogeni dell’acqua

19/02/2007 – Roma – Si chiama Sodis (Solar Water Disinfection) il nuovo sistema, messo a punto da Eawag, per purificare l’acqua non potabile da germi e batteri attraverso l’uso del solare, senza la necessità di dover bollire l’acqua o di usare sostanze chimiche. Il metodo, che è diventato protagonista di un progetto europeo all’interno del Sesto Programma Quadro e è stato riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, consiste nel porre l’acqua da purificare all’interno di una bottiglia di materiale plastico trasparente, che dovrà essere esposta al sole su un piano di metallo o sul tetto di casa per almeno sei ore. Viene sfruttata la radiazione UV-A e la temperatura per neutralizzare gli agenti patogeni. (fonte Ansa)

h4. Torino: Congresso a idrogeno

19/02/2007 – Torino – Il 6 giugno si terrà presso il Centro Conferenze del Lingotto il secondo Congresso Mondiale dei Giovani Ricercatori impegnati nello sviluppo di nuovi sistemi energetici a idrogeno. Alla prima edizione hanno partecipato ricercatori provenienti da tre continenti, a conferma dell’interesse suscitato dal settore, che si prevede abbia un decollo definitivo nel giro di 5-10 anni. L’evento permetterà di comprendere le caratteristiche delle automobili e dei sistemi energetici a idrogeno e di conoscere i settori di ricerca applicata che le studiano. (fonte Ecoage)

h4. Swiss Re: dipendenti ecologici premiati

19/02/2007 – Zurigo – Esempio da seguire quello della compagnia di riassicurazione globale Swiss Re, con sede in 30 paesi diversi, che ha promosso il programma “CO You2 reduce and gain”. Da gennaio 2007 fino a tutto il 2011, infatti, la società sosterrà economicamente, fino ad un massimo di 3.000 euro, gli investimenti che i propri dipendenti faranno per ridurre le emissioni di anidride carbonica, in particolare quelli nel settore della mobilità e del consumo energetico domestico. Già nel 2003, la compagnia si era impegnata ad essere “carbon neutral” entro il 2013, azzerando le emissioni di anidride carbonica in tutte le sedi, Italia compresa. (fonte QualEnergia)

h4. Conto Energia: 3000 MW di fotovoltaico al 2017

17/02/2007 – Roma – Pubblicato il Nuovo Conto Energia, che potrebbe rappresentare la rampa di decollo del fotovoltaico italiano, con l’obiettivo di arrivare a 3.000 MW entro il 2017. Sull’esempio del modello tedesco, è stato eliminato il tetto massimo della potenza incentivabile e si intende premiare i piccoli produttori, due delle principali differenze con il precedente decreto. Le tariffe: per gli impianti inferiori a 3 kW di potenza ogni chilowattora prodotto sarà pagato tra i 40 e i 49 centesimi, per quelli compresi tra 3 e 20 le tariffe vanno da 38 a 46 centesimi, scendono a 36-44 per impianti superiori ai 20kW. Il nuovo decreto permette di introdurre anche in Italia il il modello di decentramento energetico a rete teorizzato da Jeremy Rifkin. (fonte Ecoage)

h4. Kyoto e il Presidente

16/02/2007 – Roma – Il presidente Giorgio Napoletano, in un messaggio indirizzato al ministro dell’Ambiente Pecoraro in occasione del secondo anniversario del protocollo di Kyoto, ha dichiarato: ‘Il 16 febbraio saranno trascorsi due anni dall’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, che è stato un primo e significativo passo verso una gestione globale dei problemi ambientali. Molte e complesse questioni rendono ancora problematico il cammino verso la sua applicazione, e assai preoccupante è il ritardo nel conseguimento dei suoi obiettivi di molti paesi, tra i quali purtroppo vi è anche l’Italia. In questi due anni è cresciuto l’allarme per i cambiamenti climatici, e in particolare per il fenomeno del riscaldamento globale, cui anche il nostro paese è direttamente esposto. Tale questione si conferma come una priorità essenziale nell’agenda dei governi e della comunità internazionale: lo attesta l’esito della recente Conferenza di Parigi per una governance ecologica mondiale, dove esperti e scienziati di tutto il mondo hanno convenuto sull’inequivocabile esistenza del riscaldamento globale e sul fatto che la causa prima di esso risiede nel complesso delle attività e dei comportamenti prevalenti negli attuali stili di vita’. ‘Le misure necessarie per un avvicinamento degli obiettivi delineati a Kyoto possono apparire difficili da attuarsi, ma sono, oltre che dovute, possibili e sostenibili. Le scelte e i provvedimenti nel campo della riduzione delle emissioni dannose, del risparmio energetico, della ricerca e sviluppo nel campo delle nuove fonti d’energia hanno certamente bisogno di vasto consenso. È necessaria pertanto, come ha detto il presidente francese Chirac, una triplice rivoluzione, delle coscienze, dell’economia e dell’azione politica’.
(fonte Agi/Adnkronos)

h4. Emilia-Romagna, Legambiente: due iniziative per raggiungere Kyoto

16/02/2007 – Bologna – In occasione del convegno “Energia e clima: la Regione Emilia-Romagna e la sfida di Kyoto”, che si è tenuto oggi a Bologna, la Regione e Legambiente hanno lanciato due iniziative: una campagna finalizzata al risparmio energetico su tutto il territorio emiliano-romagnolo ed estesa a tutti i settori, in linea con il Piano Energetico regionale; e il progetto “Riviera solare”, che prevede una capillare diffusione del solare termico e del fotovoltaico negli edifici della costa, dagli alberghi alle strutture ricettive, grazie al ruolo giocato dai Comuni. (fonte Agi)

h4. Ministero Ambiente: 60 milioni di rinnovabili

16/02/2007 – Roma – Nel piano eco-energetico elaborato dal Ministero dell’Ambiente, in occasione del secondo anniversario del protocollo di Kyoto, sono previsti 11 bandi, per la promozione delle rinnovabili e dell’efficienza energetica, e finanziamenti pari a circa 60 milioni, così suddivisi. Alle piccole e medie imprese sono destinati 25,8 milioni, agli istituti penitenziari circa 774.000 euro, ai parchi 1,3 milioni, agli enti pubblici 10,3, alla scuola 4,6, all’architettura 2,6, alla ricerca 10, all’audit energetico 1,5, alla casa ecologica 1, così come agli impianti sportivi, e alle convenzioni circa 900.000 euro. L’obiettivo ‘è centuplicare il solare in 10 anni passando da 30 a 3.000 MW’, come dichiarato il ministro Pecoraro. (fonte Ansa)

h4. Bisignani (IATA): per le emisssioni del trasporto aereo approccio globale

20/02/2007 – Ginevra – In seguito all’invito del CAEP (Commissione sulla Protezione Ambientale nell’Aviazione) dell’ ICAO (Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile) ad includere il trasporto aereo internazionale nei progetti di regolamentazione delle emissioni, Giovanni Bisignani, direttore generale e amministratore delegato della IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo), ha dichiarato: “Mi congratulo con Roberto Kobeh Gonza’lez, presidente del Consiglio direttivo dell’ICAO e con tutti i membri della Commissione CAEP per aver fatto convergere il consenso del settore su questa fondamentale questione. Siamo lieti che l’ICAO abbia accolto l’appello della IATA ad esortare gli Stati a non essere precipitosi nella regolamentazione delle emissioni ma ad attendere invece le raccomandazioni dell’Assemblea prevista a settembre 2007. L’azione unilaterale dei singoli Stati non è la risposta adeguata. Abbiamo bisogno di un approccio globale a parità di condizioni per le compagnie aeree che eviti le distorsioni originate da atteggiamenti concorrenziali. È di fondamentale importanza che l’ICAO raggiunga il consenso all’Assemblea di settembre”. (fonte Agi)

h4. Ungheria, Slovenia: due nuovi impianti di biocarburanti

20/02/2007 – Roma – Per soddisfare le crescenti richieste di Austria e Germania, saranno aperti in Ungheria e Slovenia due nuovi impianti di produzione di biocarburanti. Quello ungherese, organizzato dalla Oko-Line Hungary Kft, dovrebbe produrre 50.000 tonnellate l’anno di biocarburanti dalla colza. In Slovenia, invece, verrà avviato un impianto di biodiesel che dovrebbe produrre 60.000 tonnellate l’anno, equivalenti l’1% della produzione europea. Questo prodotto può rappresentare per i paesi dell’est un’opportunità per l’economia interna e le esportazioni. (fonte Ansa)

h4. Milano: prestiti per le rinnovabili ora convenienti più che mai

20/02/2007 – Milano – In seguito ad una partnership tra la provincia di Milano e alcune banche di credito, come la Banca di Credito Cooperativo di Carugate e quella di Cernuschio sul Naviglio, verranno finanziati prestiti a interessi zero, pari ad un milione di euro, per interventi destinati al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili. In questo modo, i cittadini che vorranno aderire all’iniziativa non pagheranno gli interessi sui prestiti, che saranno invece saldati dalla provincia, e potranno rendere la somma dovuta in ratei inferiori al risparmio sulle bollette. (fonte Ansa)

h4. Le novità del pacchetto energia

20/02/2007 – Roma – Il pacchetto energia presentato ieri prevede due miliardi e mezzo tra incentivi e sconti fiscali. Ci saranno detrazioni Irpef del 55% nelle ristrutturazioni e certificazione energetica in bioedilizia. Detrazioni del 20% sulle imposte per le aziende che utilizzeranno motori più efficienti. Riduzione delle accise di Gpl, biodiesel e bioetanolo. Utilizzo in tre anni dei seicento milioni del fondo Kyoto. Incentivazione del fotovoltaico. Potenziamento dei certificati bianchi. Innovazione nel campo dell’ecoindustria. (fonte La Repubblica)

h4. Prodi, Bersani, Pecoraro: pioggia di incentivi alle rinnovabili e al risparmio

20/02/2007 – Roma – Il pacchetto energia presentato ieri prevede lo stanziamento di un miliardo di incentivi in tre anni e di 1-1,5 miliardi di sconti fiscali per chi risparmia. L’obiettivo è indirizzare i consumi e avviare nuove attività ecoindustriali, in modo da spostare l’1,5-2% all’anno dei consumi energetici dalle fonti fossili a quelle rinnovabili. Nel piano si trovano decreti attuativi, alcuni già previsti nella Finanziaria, che riguardano ad esempio l’installazione di pannelli solari, la bioedilizia e l’ecoindustria, che riunisce tutte le imprese che applicano principi di risparmio energetico nei processi produttivi e favoriscono lo sviluppo delle rinnovabili. (fonte La Repubblica)

h4. Prodi: ora si cambia registro

19/02/2007 – Roma – Alla presentazione del nuovo Piano energetico nazionale sul clima e l’efficienza energetica, il premier Prodi ha espresso soddisfazione per le misure proposte, definendole ‘un pacchetto organico di misure’ e una strategia per ‘cambiare finalmente registro nella politica energetica italiana’. Secondo il premier, infatti, l’Italia ha necessità più di altri paesi di prendere questo tipo di decisioni perché ancora molto dipendente dalle importazioni di energia e molto indietro rispetto agli impegni di Kyoto. Il ministro dell’Ambiente Pecoraro ha invece dichiarato che ‘bisogna cambiare il modo di fare energia’ dando ‘molto più spazio alle rinnovabili e soprattutto all’efficienza energetica’. Da parte sua, Bersani ha annunciato che i fondi mobilitati saranno 2,5 miliardi, di cui uno per la nascita del settore econindustriale. (fonte Adnkronos)

h4. Bersani: un miliardo per l’ecoindustria

19/02/2007 – Roma – Nel corso di una conferenza stampa il ministro dello Sviluppo economico Bersani ha annunciato che sarà stanziato ‘circa un miliardo in tre anni per la nascita dell’ecoindustria’ italiana, basata su caratteristiche di risparmio energetico nei processi produttivi e sulla produzione di prodotti più competitivi, che permettano lo sviluppo del settore delle fonti rinnovabili. Tra le risorse da mobilitare ci sono 350 milioni immediatamente disponibili appartenenti al Fondo per la competitività creato con la Finanziaria 2007. (fonte Agi)

h4. Bersani, Pecoraro: parte la ‘lenzuolata’ energetica

19/02/2007 – Roma – Verranno presentati oggi dal premier Romano Prodi e dai ministri per lo Sviluppo Bersani e per l’Ambiente Pecoraro una serie di decreti attuativi in materia di energia, basati sui fondi messi a disposizione dalla Finanziaria. Si tratta di 250-300 milioni da investire in consumi, mobilità sostenibile, industria ed innovazione tecnologica, con l’obiettivo di favorire il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni di gas serra. Tra le iniziative, sconti e detrazioni Irpef per interventi in edilizia e tecnologie pulite, incentivi alle rinnovabili, potenziamento del sistema dei certificati verdi e bianchi. (fonte La Repubblica)

h4. Dallo zucchero all’elettricità

19/02/2007 – Roma – È stato siglato un accordo di collaborazione tra Actelios, società del gruppo Falck, e Seci, società del gruppo Maccaferri, che prevede lo sviluppo di progetti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. In particolare, i quattro ex zuccherifici di Castiglion Fiorentino (Ar), Russi (Ra), Fermo e Villasor (Ca), verranno convertiti in impianti alimentati a biomasse per la produzione di energia elettrica, per una potenza complessiva di 150 MW. Secondo Federico Falck, presidente di Actelios, ‘occupazione ed energia sono due temi che questo progetto consente di coniugare positivamente’. (fonte Adnkronos)

h4. Estif: 320 GWh di solare termico nel 2020

19/02/2007 – Bruxelles – In base ai dati forniti da Estif (Federazione europea dell’industria del solare termico), nel 1997 erano presenti in Europa 5 GWh di solare termico passati a 10 nel 2004, con un tasso di crescita nel 2006 pari al 30%. Attualmente si stima che circa due milioni di famiglie utilizzino questa tecnologia per scaldare l’acqua e produrre calore, ma notevole è l’utilizzo anche nel settore del raffreddamento e in alcuni processi industriali. L’obiettivo proposto da Estif per il 2020 è di installare un metro quadro di collettori solari per ogni cittadino europeo, pari ad una capacità complessiva di 320 GWh, equivalente a quasi venti milioni di tonnellate di petrolio. (fonte Ansa)

h4. Bersani: misure energetiche al Governo

19/02/2007 – Roma – Presentato dal ministro Bersani il pacchetto di incentivi e misure finalizzato alla promozione dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili. Le iniziative già previste dalla finanziaria riguardano ad esempio il miglioramento dell’efficienza energetica a livello edilizio ed industriale, incentivi nel settore dei trasporti, provvedimenti per promuovere l’acquisto di elettrodomestici più efficienti, potenziamento delle politiche nel settore agroenergetico, incremento delle risorse del “Fondo per Kyoto”. Altre novità sono il rafforzamento del meccanismo dei certificati bianchi e verdi, promozione della cogenerazione ad alto rendimento e dell’innovazione tecnologica nel campo industriale. (fonte QualEnergia)

h4. Emissioni auto: obiettivo europeo possibile?

19/02/2007 – Roma – Per poter raggiungere entro il 2012 il target europeo di 130 grammi di anidride carbonica emessa per chilometro dalle nuove auto, sarebbe necessario avviare da subito una drastica riduzione delle emissioni medie e massime e un cambiamento nell’uso delle auto e nei comportamenti di guida. È quanto sostiene in un articolo Mario Zambrini dell’Istituto Ricerche Ambiente Italia, che considera l’obiettivo europeo troppo conservativo. Infatti, già nel 1996 era stato proposto di arrivare entro il 2005 a 120 grammi per chilometro, mentre nel 1998 si pensava a 140 entro il 2008. Attualmente la media è 162, ben lontano dalla proposta europea. (fonte QualEnergia)

h4. Londra: in incremento gli investimenti sulle rinnovabili

19/02/2007 – Londra – Charlie Thomas, uno dei manager al Jupiter Asset Management, ha dichiarato che la richiesta di energia facilmente accessibile dai mercati emergenti, soprattutto dalla Cina, continuerà ad essere per il futuro un punto chiave per le rinnovabili. Thomas, che gestisce portfoli ambientali da circa 500 milioni di sterline, incluso il fondo di investimento Jupiter Green, ha evidenziato come circa il 15% di questo fondo sia investito direttamente nelle aziende delle fonti rinnovabili. La Cina, la cui economia sta crescendo rapidamente, attualmente importa circa il 45% di petrolio. Per soddisfare la crescente domanda e per ridurre le emissioni di anidride carbonica, si è impegnata ad incrementare l’utilizzo delle rinnovabili, mediante incentivazioni o tassazioni agevolate. (fonte Reuters)

h4. Nuovo Conto Energia: sulle orme della Germania

16/02/2007 – Roma – Presentato ieri il nuovo decreto “Conto Energia”, che, a differenza della precedente edizione, privilegia le installazioni di piccola taglia e permette anche ad ospedali e scuole di vendere l’energia prodotta. Quindi, gli impianti con potenza compresa tra 1 e 3 kW ricevono 40 centesimi per kW prodotto se posto in piano, 44 se su un tetto inclinato e 49 se integrati su tetto; per quelli tra 3 e 20 kW si avranno rispettivamente 38, 42 e 46 centesimi; sopra i 20 kW, se ne otterranno 36, 40 e 44. L’obiettivo è di arrivare a 3.000 MW di fotovoltaico in 10 anni. (fonte La Repubblica)

h4. Firenze: luci spente per Kyoto

16/02/2007 – Firenze – Stasera alle 18 verranno spente le luci alla riunione del Bureau politico della Crpm, la conferenza delle regioni periferiche e marittime, che si tiene a Firenze, sotto la presidenza di Claudio Martini. Lo stesso faranno le quaranta regioni europee appartenenti alla Conferenza. L’iniziativa fa parte della campagna “M’illumino di meno”, finalizzata al risparmio energetico e al rispetto degli impegni presi con il protocollo di Kyoto. (fonte Agi)

h4. Greenpeace: consumi italiani più efficenti

16/02/2007 – Roma – L’Italia ha il potenziale per raggiungere e addirittura superare l’obiettivo indicato dalla Commissione europea nel Piano d’Azione, che prevede di aumentare del 20% l’efficienza dei consumi energetici. È quanto emerge dal rapporto “La rivoluzione dell’efficienza”, commissionato da Greenpeace al gruppo eERG del politecnico di Milano, che rappresenta un vero studio di fattibilità dell’obiettivo. Questo permetterebbe all’Italia una riduzione delle emissioni di anidride carbonica pari a 50 milioni di tonnellate rispetto allo scenario tendenziale, con notevoli vantaggi economici. (fonte QualEnergia)

h4. Fotovoltaico e biomassa:efficienza e prestazioni

16/02/2007 – Roma – Secondo quanto evidenziato da Giulio De Simon, il fotovoltaico presenta un vantaggio prestazionale rispetto alla biomassa: sembra infatti 60 volte più efficiente in termini di conversione dell’energia solare, nonostante le piante abbiano una maggiore capacità di immagazzinare energia. L’efficienza tende inoltre ad aumentare con l’avanzare della tecnologia. Il principale limite della biomasse è rappresentato dalla bassa efficienza della fotosintesi. (fonte Aspo Italia)

h4. Fioroni: studenti italiani solari

15/02/2007 – Roma – Un impianto fotovoltaico in ogni scuola. È quanto proposto dal ministro della Pubblica Istruzione Fioroni. Se, infatti, in cinque anni, solo un quarto delle scuole venisse dotato di un impianto con potenza inferiore a 50 kWp, si produrrebbe quanto una centrale elettrica a gas o a carbone da 500 MW, evitando l’emissione di tre milioni di tonnellate di anidride carbonica. Questo si tradurrebbe in un ricavo annuo di 41.250 euro per una scuola al sud e di 30.250 per una al nord. Il tutto avrebbe poi innegabili risvolti educativi per gli studenti. (fonte Ansa)

h4. Cnr: foreste italiane fonte di energia

15/02/2007 – Roma – Il 16 e il 17 febbraio, a San Michele all’Adige, si terrà il convegno “Valorizzazione energetica delle biomasse forestali”, organizzato da Ivalsa (Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree) del Cnr con la Provincia autonoma di Trento e l’Istituto agrario di San Michele all’Adige. All’evento, cui parteciperanno varie istituzioni scientifiche europee, verranno analizzate le prospettive di sviluppo del settore italiano delle biomasse legnose. L’Italia ha un patrimonio forestale di circa dieci milioni di ettari, pari al 30% del territorio nazionale, con un tasso di crescita dello 0,3%. (fonte Asca)

h4. Ue: 10% di biocarburanti e 20% di rinnovabili al 2020

15/02/2007 – Bruxelles – I biocarburanti dovranno coprire entro il 2020 almeno il 10% dei consumi di carburanti dei nuovi veicoli; le rinnovabili invece dovranno soddisfare il 20% dei consumi energetici europei, superando quindi il 7% attuale. Sono questi gli obiettivi, rispettivamente vincolante e non, stabiliti nell’intesa raggiunta tra i ministri dell’energia della Ue. Il target sui biocombustibili, hanno specificato, dipende dalla ‘sostenibilità della produzione, dalla disponibilità commerciale dei carburanti di seconda generazione e dalla modifica della direttiva sulla qualità del carburante’. (fonte Agi)

h4. Toscana: sulla strada di Kyoto

15/02/2007 – Firenze – Grazie ad un sistema di azioni regionali che prevede fino al 2010 un investimento di 14 milioni l’anno, la Regione Toscana ha ridotto le emissioni di anidride carbonica da 40 milioni di tonnellate nel 2000 a 38 nel 2006, da portare sotto i 34 entro il 2012. Tra le misure adottate, la riconversione a ciclo combinato a gas di due centrali termoelettriche, la riduzione delle quantità di rifiuti in discarica e lo sviluppo della geotermia e delle fonti rinnovabili, fino a coprire il 50% del fabbisogno elettrico regionale contro il 33% di oggi. (fonte Agi)