• Articolo , 9 marzo 2007
  • Rassegna Stampa dal 23/02/07 al 01/03/07

  • h4. Corsica: modello nel settore delle rinnovabili 01/03/2007 – Parigi – Le Isole Sanguinarie ad Ajaccio, in Corsica, vedranno la nascita di una piattaforma tecnologica della potenza di 3,5 MW, che combinerà energia solare, idrogeno e pile a combustibile, con un costo complessivo di 32 milioni di euro. La struttura permetterà la costruzione di nuovi […]

h4. Corsica: modello nel settore delle rinnovabili

01/03/2007 – Parigi – Le Isole Sanguinarie ad Ajaccio, in Corsica, vedranno la nascita di una piattaforma tecnologica della potenza di 3,5 MW, che combinerà energia solare, idrogeno e pile a combustibile, con un costo complessivo di 32 milioni di euro. La struttura permetterà la costruzione di nuovi impianti che alimenteranno alloggi privati e pubblici. La combinazione con idrogeno e pile a combustibile consente di stoccare e ridistribuire l’energia per utilizzarla in funzione dei diversi bisogni. Attualmente con le rinnovabili, soprattutto eolico ed idroelettrico, l’isola copre il 25% dei consumi contro l’11% medio della Francia. (fonte Ansa)

h4. Anev: soddisfazione per il servizio dei Certificati Verdi

01/03/2007 – Roma – È diventato operativo il servizio di trasferimento dei Certificati Verdi, offerto dal Gme (Gestore del Mercato Elettrico) e richiesto nel 2006 dall’Anev (Associazione nazionale energia del vento). Questo servizio consente una maggiore semplificazione e certezza per gli operatori del settore, soprattutto per quelli piccoli e meno tutelati. L’associazione ora auspica che vengano in breve tempo emanati gli strumenti necessari per definirne il quadro normativo, come ad esempio provvedimenti di adeguamento della quota d’obbligo. (fonte Ansa)

h4. Legambiente: rinnovabili e mobilità italiane non in buona salute

01/03/2007 – Roma – È stato pubblicato oggi il Rapporto di Legambiente “Ambiente Italia 2007”, elaborato in collaborazione con l’Istituto di ricerche Ambiente Italia, che traccia una fotografia dello stato di salute “ambientale” del paese. Dallo studio emerge che nel 2005 le rinnovabili hanno rappresentato il 16,4% della produzione di energia, il 6% in meno rispetto al 2004, le emissioni sono aumentate del 12,2% rispetto ai valori del 1990, il trasporto su gomma rappresenta ancora l’83,7% degli spostamenti, e le aree protette ammontano all’11% del territorio nazionale. (fonte Ansa)

h4. Bersani: lenzuolata energetica

01/03/2007 – Roma – Uno di decreti previsti dalla “lenzuolata energetica” del ministro Bersani, entrato in vigore il 24 febbraio, garantisce il rimborso delle spese per la produzione per tutti gli impianti che entreranno in funzione entro 14 mesi a partire da maggio, senza più la necessità di entrare in graduatoria. Gli incentivi, che vanno da 0,40 a 0,49 euro per kW prodotto, valgono per 20 anni, ma non sono cumulabili con altri finanziamenti. Chi invece decide di diventare energeticamente autosufficiente o di risparmiare energia può ottenere un aumento fino al 30% delle tariffe. I costi di impianti fotovoltaici partono da 7.000 euro per kW. (fonte La Repubblica)

h4. Ministero Ambiente: partnership per le rinnovabili

28/02/2007 – Roma – Ministero dell’Ambiente italiano e governo britannico hanno avviato un partenariato per lo sviluppo delle energie rinnovabili e la promozione dell’efficienza energetica nel Mediterraneo, attraverso i programmi Medrep e Reeep (Renewable Energy and Energy Efficiency Partnership). Nell’ambito di queste iniziative è stata lanciata la “Sixth call for proposal”, con la quale verranno finanziati due progetti di elevata qualità, da realizzare in Algeria, Egitto, Libia, Marocco o Tunisia. Gli obiettivi sono la promozione di rinnovabili ed efficienza energetica e il potenziamento della cooperazione internazionale e regionale in ambito energetico. (fonte Ministero dell’Ambiente)

h4. Eea: è necessario certificare la sostenibilità dei biocarburanti

28/02/2007 – Bruxelles – Nel Rapporto sui Trasporti dell’Agenzia Europea per l’Ambiente, si sottolinea la necessità di una certificazione di sostenibilità dei biocarburanti, analizzandone la compatibilità ambientale dalla fonte all’utilizzo finale. Inoltre, secondo l’Eea, bisogna valutare anche il differente apporto di emissioni della biomassa usata per produrre biocarburanti con quella destinata alla produzione di calore ed elettricità. Per incrementare il volume dei biocombustibili è necessario aumentarne la compatibilità dei veicoli e adattare gli standard dei carburanti, come si legge nel rapporto. (fonte Ansa)

h4. Bolzano: cittadini sugli autobus ad idrogeno

28/02/2007 – Bolzano – Sull’esempio di Berlino, la provincia di Bolzano intende aderire ad una partnership con la ditta tedesca Neoman Bus Gmbh del gruppo Man, per introdurre veicoli a idrogeno nel trasporto pubblico cittadino. A tal fine, l’assessore provinciale alla Mobilità, Thomas Widmann, e quello all’Ambiente ed Energia, Michl Laimer, hanno presentato un nuovo autobus a idrogeno. Nel prossimo futuro si prevede di introdurne degli altri, non solo per le esigenze della città, ma anche per quelle di tutta la provincia. Il progetto è l’ultimo in ordine di tempo di una serie di attività per promuovere la mobilità sostenibile. (fonte La Stampa)

h4. Sardegna: forse 50 MW di solare termodinamico

27/02/2007 – Cagliari – Dei 100 MW di solare termodinamico previsti a livello nazionale per sviluppare la centrale solare a specchi del Progetto Archimede, 50 potrebbero essere realizzati in Sardegna, nella piana di Ottana. È quanto ha annunciato il presidente della Regione Soru alla conferenza stampa di Terna per la rimozione dei tralicci degli elettrodotti nel Parco di Molentargius. Secondo Soru, la Regione è all’avanguardia in Italia nel settore delle rinnovabili, con lo sviluppo del solare termodinamico per la produzione di energia in larga scala da una parte, e la ricerca per le applicazioni domestiche dall’altra. (fonte Ansa)

h4. Intel: data center al risparmio di energia

27/02/2007 – California – Il consumo energetico dei data center, che sono in continuo aumento, è elevatissimo: si stima infatti che tutti quelli presenti in California consumino 2.500 miliardi di kWh. È per questo che società come la Intel, che in dieci anni ha aumentato del 600% il numero dei suoi centri di calcolo, ha deciso di adottare soluzioni ingegneristiche, in grado di fornire grandi quantità di energia all’interno di piccole aree e di assicurare il raffreddamento dei server, con l’adeguamento ai requisiti richiesti dalla legislazione in materia energetica. Il tutto a costi ridotti per l’azienda e l’ambiente. (fonte Il Sole 24 Ore)

h4. Bruxelles: due italiani in mostra alla Settimana per lo Sviluppo Sostenibile

26/02/2007 – Bruxelles – Alla Settimana dell’Unione Europea per l’Energia Sostenibile erano presenti anche due realtà italiane, Liguria e Modena, che hanno dimostrato come si possono utilizzare le fonti rinnovabili e l’efficienza energetica a livello locale. Esempio delle attività svolte è Varese Ligure, che nel 2003 è stato premiato come il primo comune europeo sostenibile al 100%. Entrambi le Agenzie Regionali per l’Energia si occupano di sviluppare le fonti rinnovabili, come il solare termico, il fotovoltaico e le biomasse, nonché il risparmio energetico, soprattutto nelle strutture pubbliche. (fonte Ansa)

h4. Conto Energia: al via la corsa al fotovoltaico

26/02/2007 – Roma – Il 24 febbraio è entrato in vigore il nuovo decreto “Conto Energia”, firmato dai ministri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente, che ha l’obiettivo di garantire una rendita per chi installa e produce energia elettrica da pannelli solari e arrivare così a 3.000 MW di potenza entro il 2016. Attualmente in Italia il fotovoltaico installato fornisce solo lo 0,01% sul totale dell’energia elettrica prodotta, 28 volte inferiore a quella tedesca. Le tariffe previste dal nuovo decreto vanno da 0,36 a 0,49 euro/kWh a seconda della grandezza dell’impianto e del grado di integrazione architettonica, andando a premiare i piccoli impianti inseriti nell’edificio già in fase di progettazione. Si prevede, inoltre, una maggiorazione delle tariffe per chi riduce almeno del 10% i consumi di energia, attraverso la certificazione dell’edificio. (fonte Ansa)

h4. Ue: si allungano i tempi per il Kyoto italiano

26/02/2007 – Bruxelles – Sono in via di valutazione i piani dei diversi Stati europei per lo scambio di quote di emissione di anidride carbonica per il periodo 2008-2012. Via libera al piano spagnolo, anche se dovranno essere effettuate delle modifiche. Approvati anche i piani di Germania, Grecia, Irlanda, Lituania, Lettonia, Lussemburgo, Malta, Slovacchia, Svezia, Gran Bretagna, Belgio, Olanda e Slovenia. Entro marzo dovrebbe arrivare la risposta anche per la Francia. Il piano italiano, invece, è ancora in fase di valutazione, ma si prevede di concludere prima dell’estate. ‘Si tratta di un buon piano, ma le procedure di valutazione sono molto complicate’, come riferisce una fonte europea. (fonte Ansa)

h4. Beni culturali: linee guida per inserire l’eolico nel paesaggio

26/02/2007 – Roma – È stata pubblicata la collana editoriale “Linee guida per il corretto inserimento nel paesaggio delle principali categorie di opere di trasformazione territoriale”, a cura della direzione generale per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Il secondo volume, intitolato “Gli impianti eolici: suggerimenti per la progettazione e la valutazione paesaggistica”, fornisce delle linee guida per l’inserimento di tali impianti nel contesto paesaggistico, con confronti anche con esperienze già fatte. Secondo Danielle Gattegno Mazzonis, sottosegretario di stato ai Beni e alle Attività Culturali, si deve tenere ‘sempre presente che il primo compito è quello di tutelare il paesaggio’. ‘L’eolico deve essere realizzato solo in aree paesaggisticamente compatibili e, come ministero per i Beni e le Attività Culturali, il problema è appunto mantenere il nostro ruolo di tutela sul paesaggio che, però, non significa non fare niente sul territorio. Dobbiamo quindi accelerare i tempi del regolamento dell’eolico a livello regionale prima e, successivamente, riguardarlo nell’insieme del Paese’. (fonte Adnkronos)

h4. Roma: premio alle “verdi” imprese

25/02/2007 – Roma – Alle aziende che si sono maggiormente distinte nello sviluppo sostenibile, nel rispetto ambiente e responsabilità sociale, verrà assegnato il 6 marzo a Roma il “Premio Impresa Ambiente”, sostenuto dai Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico, Unioncamere, Camere di Commercio di Roma e Milano, che rappresenta l’edizione italiana dello European Business Awards for the Environment, promosso dalla Commissione Europea DG Ambiente. Le categorie premiate sono Migliore Gestione, Miglior Prodotto, Migliore innovazione di Processo/Tecnologia, Migliore Cooperazione Internazionale. Sono 87 le candidature, localizzate soprattutto al Nord Italia: a distinguersi sono state le piccole e piccolissime imprese. I vincitori parteciperanno al Premio Europeo. (fonte Adnkronos)

h4. Usa, Brasile: uniti per l’etanolo

25/02/2007 – Brasilia – Per raggiungere l’obiettivo stabilito dal presidente Bush di ridurre al 2017 un quinto dei consumi americani di benzina, pari a 132 miliardi di litri annui di biocombustibili, è insufficiente la produzione nazionale di etanolo dalle coltivazioni di mais. Per questo motivo, è stata proposta al Brasile, insieme al quale fornisce il 72% dell’etanolo mondiale, la creazione di una “Opec dell’etanolo”. Il Brasile è infatti il maggiore produttore di canna da zucchero e di etanolo, detiene il know-how per la trasformazione industriale e possiede un parco auto già al 76% ad etanolo. Tra i vari accordi da concludere, si prevede l’installazione di impianti per la produzione di etanolo in diversi paesi dell’America Centrale e dei Carabi, con elevate potenzialità per la produzione di canna da zucchero. (fonte Ansa)

h4. Cina: impero celeste e rinnovabile

24/02/2007 – Pechino – Per soddisfare le proprie esigenze di energia, la Cina ha deciso di rivolgersi anche alle rinnovabili, con le quali oggi copre solo l’1% dei fabbisogni, producendo 2.700 miliardi di kWh. L’obiettivo è di arrivare al 10% entro il 2010 e al 16% al 2020. Secondo i dati forniti dal Worldwatch, nel 2005 nel settore eolico sono stati investiti 600 milioni di dollari raggiungendo i 1.264 MW di potenza installata, con l’obiettivo di arrivare a 30.000 al 2020. Sono 31.200, invece, i MW idroelettrici, per una produzione di 401 miliardi di kWh; mentre nel settore dei biocombustibili, entro il 2020 si prevede la sostituzione di 10 milioni di tonnellate di petrolio. (fonte Adnkronos)

h4. Pecoraro: i 12 punti della mobilità sostenibile

24/02/2007 – Perugia – Il ministro dell’Ambiente Pecoraro, in occasione della giornata in Umbria, ha dichiarato: ‘Bisogna realizzare infrastrutture utili e finalmente abbiamo scritto tra i 12 punti la mobilità sostenibile che con il mini-metrò interessa anche Perugia’. ‘Nei 12 punti è anche scritto che si proceda con l’osservatorio in Val di Susa ma fatto con i sindaci, nessuno stravolgimento quindi alle cose decise ma solo un’accelerazione per arrivare ad un progetto condiviso con la comunità. Noi inoltre avevamo parlato di due o tre rigassificatori ma innanzitutto è necessario parlare di fonti rinnovabili’. (fonte Agi)

h4. Un miliardo per il trasporto verde

24/02/2007 – Roma – Il ministro dell’Ambiente Pecoraro ha annunciato che sarà stanziato un miliardo per la mobilità sostenibile, dichiarando: ‘In tre anni ci sono 270 milioni per la mobilità sostenibile, 90 euro l’anno e 600 milioni in tre anni, 200 l’anno, del fondo rotativo di Kyoto. Nel triennio abbiamo messo circa un miliardo di euro. Poi ci sono i miliardi dei fondi europei per ricerca e innovazione’. ‘Il Governo ha inserito nella short-list delle priorità la mobilità sostenibile, ora ci deve essere l’impegno Stato-Regioni per ridurre il paradosso italiano dell’enorme quantità di auto e di auto vecchie che noi abbiamo. Dobbiamo decidere un patto per il trasporto pubblico altrimenti queste iniziative rischiano di essere estemporanee’. ‘La prima sfida è nuovi motori, nuove auto e nuovi motocicli. La seconda sfida è nuove abitudini, cioè premiare chi l’auto la prende solo quando serve’. Da qui la proposta di ‘abbattere i costi dei noleggi auto per favorire l’affitto magari nei week-end, e offrire una mobilità alternativa, con il trasporto collettivo a chiamata’ e ‘liberalizzare le licenze per i taxi collettivi elettrici, a metano e a idrogeno nelle città’. Importante è anche ‘la conversione dei bus’. ‘In Italia la maggior parte è a gasolio. Si va dal minimo di Parma con il 60% al massimo di Reggio Calabria con il 99,9%’. Bisogna invece puntare ‘a metropolitane, filobus, tram e parco autobus almeno a metano e dove possibile a bus elettrici o addirittura a idrogeno’. (fonte Ansa)

h4. Mali: sole e vento africani per alimentare un villaggio

23/02/2007 – Bamako – Sarà Sirakorola, a 120 km dalla capitale del Mali, Bamako, il primo villaggio rinnovabile. Finanziato dal Programma Onu per lo sviluppo, il progetto prevede la realizzazione di impianti solari ed eolici, per un costo complessivo pari a 52.000 euro. Sarà utilizzato il fotovoltaico per l’illuminazione pubblica e della scuola, la refrigerazione e la conservazione del latte. Il solare termico servirà per alimentare i forni domestici, riscaldare l’acqua e seccare i frutti e i legumi; mentre l’eolico permetterà di pompare l’acqua negli orti. Questo consentirà di ridurre il consumo di legname, che ha fornito finora il 90% dell’energia richiesta. (fonte La Repubblica)

h4. Nissan: idrogeno con autista

23/02/2007 – Tokio – Sarà inserita nel parco Nissan delle auto a noleggio con autista la nuova versione di X-Trail a celle di combustibile alimentata a idrogeno. Il veicolo utilizza celle a combustibile da 90 kW di potenza esclusive della casa automobilistica giapponese e batterie al litio compatte: questo permette di avere le stesse prestazioni dei motori a benzina, con pari velocità e accelerazione, ma con emissioni in atmosfera azzerate e costituite soltanto da vapore acqueo. Già dal 2006, Nissan ha offerto servizi di test drive ai consumatori per provare direttamente le prestazioni di questa nuova tecnologia, che ora sarà possibile anche grazie al noleggio. (fonte La Repubblica)

h4. Solex, torna la motobici e dopo 60 anni diviene elettrica

23/02/2007 – Roma – Cible, il gruppo francese, ha rilevato il marchio Solex che era della Magneti Marelli e ha deciso di far rinascere il mito Solex. La leggendaria motobici, che in Francia ebbe lo stesso successo della nostra Vespa, si è ora adattata alle nuove esigenze. La nuova “veloSolex” monta un motore elettrico che consuma un euro di elettricità per 1000 km percorsi e il suo design è firmato Pininfarina. La trazione è garantita da un piccolo motore da 400 watt a 36 volt posto nel mezzo della ruota anteriore. A settembre arriverà in Italia ed il costo sarà di 1.150 euro. (fonte Ansa)

h4. Nova Energy, per parlare di energia nasce una piazza virtuale

23/02/2007 Nova Energy è il progetto internazionale multimediale interattivo che offre una “piazza virtuale” alle scuole italiane o a chiunque voglia avvicinarsi o scambiare opinioni, sulle tematiche di energia e ambiente, come anche di sostenibilità e diritti umani. Gli appuntamenti online prevedono scienziati, esperti e docenti on-line, con dibattiti. (fonte Ansa)

h4. Gse: “Le fonti rinnovabili nel sistema elettrico italiano”

24/02/2007 – Roma – Il convegno “Le fonti rinnovabili nel sistema elettrico italiano” avrà luogo lunedì 5 marzo. Organizzato dal Gse (Gestore dei servizi elettrici) in collaborazione con il Forum Energia e Società. All’interno dell’evento è prevista la presentazione del rapporto annuale del Gse sulle attività svolte nell’anno 2006. Presenti alcuni sottosegretari, per la presidenza del Consiglio dei ministri il sottosegretaro Enrico Letta, Paolo Bubbico per lo Sviluppo Economico e Gianni Piatti per l’ambiente. (fonte Adnkronos)

h4. Umbria: La regione e il risparmio energetico negli edifici pubblici

24/02/2007 – Roma – La regione Umbria lancia il progetto “Regione Umbria e sue Municipalità per l’efficienza ed il risparmio energetico in edifici pubblici’”. Il progetto vuole rendere più efficienti gli edifici di proprietà pubblica: ospedali, musei, asili nido, scuole, palestre e biblioteche. I comuni umbri che partecipano in questa fase iniziale sono sei: Perugia, Terni, Foligno, Orvieto, Città di Castello e Spoleto. Il progetto è stato presentato oggi a Perugia e secondo la regione dovrà servire anche da stimolo per il settore privato. (fonte Agi)

h4. Eolico, pronto il regolamento per gli impianti tra sei otto mesi

26/02/2007 – Roma – Alla presentazione delle linee guida per la progettazione e valutazione paesaggistica, il sottosegretario ai Beni Culturali Danielle Mazzonis, ha annunciato che entro sei o otto mesi dovrebbe essere pronto il regolamento per gli impianti eolici. Questo sarà messo a punto mediante l’apporto dei ministeri dei Beni culturali, dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico. Il regolamento è già previsto dalla legge e dal Codice dei Beni culturali e passerà alla conferenza Stato-Regioni. Si stanno già valutando le aree dei possibili insediamenti in modo che tra sei o otto mesi il regolamento sull’eolico potrà diventare effettivamente operativo. (fonte Ansa)

h4. Emissioni di gas serra, in aumento nel settore trasporti

26/02/2007 – Bruxelles – Per l’Agenzia Europea per l’Ambiente, i trasporti sono ad oggi un serio intralcio per il raggiungimento degli obiettivi di Kyoto e sono in aumento, per una crescita della domanda. In un rapporto, l’agenzia parla di un aumento del traffico nei paesi dell’Ue del 20% tra il 1990 e il 2003. Il settore trasporti incide del 21% nelle emissioni di gas serra nell’Unione Europea di cui il 93% per il trasporto su strada. Jacqueline McGlade, direttrice dell’ Agenzia Europea per l’Ambiente ha così definito il settore “Non è possibile risolvere il problema delle emissioni di gas serra, dell’inquinamento acustico e della frammentazione del paesaggio prodotti dal settore dei trasporti senza tener conto dell’aumento del traffico registrato in tutte le sue modalità, dalle strade alle ferrovie, dal traffico aereo a quello marittimo”. (fonte Ansa)

h4. Luciano Barra, pronto il regolamento per gli impianti tra sei otto mesi

27/02/2007 – Roma – Con l’imminente pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del nuovo decreto sugli incentivi al fotovoltaico, Luciano Barra della direzione generale energia del ministero dello Sviluppo Economico ha dichiarato “Siamo soddisfatti del nuovo decreto sul fotovoltaico. Il nostro obiettivo è quello di arrivare a installare 3.000 MW entro il 2016 ma faremo le nostre valutazioni una volta raggiunti i 1.200 MW. La dichiarazione è stata resa durante un incontro promosso da Business International. Barra ha poi aggiunto “Sono abbastanza fiducioso dell’interesse degli operatori e dell’incremento della domanda-offerta. Inoltre voglio ricordare che, per quanto riguarda la ricerca universitaria in questo settore, già in Finanziaria sono stati destinati 170 milioni di euro”. Montanino, direttore della Direzione Operativa del Gse, che era presente all’incontro, ha affermato “Il nuovo decreto fa sì che l’ammissione alle richieste sia senza limiti – e a poi aggiunto – tutta l’energia prodotta viene così incentivata e, inoltre, vengono premiati coloro che risparmiano sui consumi.” (fonte Ansa)

h4. Workshop su “Produzione di energia elettrica e sviluppo del territorio”

27/02/2007 L’evento “Produzione di energia elettrica e sviluppo del territorio – Opportunità, incentivi e finanziamenti per investire nel settore delle fonti rinnovabili” si terrà il 2 marzo 2007 presso la Confindustria di Bari. L’organizzazione è a cura di Promem Sud-Est che ha avuto la collaborazione di Irfis Mediocredito della Sicilia. Nel corso del workshop verrà affrontato il tema delle fonti energetiche rinnovabili per valutare i campi di sviluppo per le aziende. Saranno presenti i rappresentanti di istituzioni, sistema creditizio, ed esperti del settore. (fonte Legambiente)

h4. Risparmio energetico: investimento da 4,7 milioni di euro per uno stabilimento produttivo

28/2/2007 – Bologna – Ad Ortona (Chieti) la societa’ Samp di Bologna/Italia ha intenzione di investire 4,7 milioni di euro per ottenere una struttura per un nuovo stabilimento produttivo. Il fine ultimo dell’investimento è il risparmio energetico: dai vetri a doppia camera e taglio termico alla coimbentazione del sottofondo e delle pareti perimetrali, fino ad arrivare ad un impianto fotovoltaico integrato per 380 MWh/anno. La produzione coprirà l’8% del consumo annuo di energia dello stabilimento. (fonte Ansa)

h4. Eolico, Presto a Terni 12 Mw

01/03/2007 – Roma -La societa’ T.E.R.N.I. Research Energy SpA ha reso noto, che il suo progetto definitivo per l’implementazione di sei pale eoliche, per complessivi 12 megawatt, e’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione dell’Umbria. La località dove verranno messe in opera le pale è “Colle Ventatoio” nella frazione di Vasciano del Comune di Stroncone, in provincia di Terni. Per la progettazione dell’impianto, la societa’ ha avuto la collaborazione delle Universita’ di Perugia e Camerino. (fonte Ansa)

h4. Emissioni gas serra, Londra meno 4% annuo

01/03/2007 Ken Livingstone sindaco di Londra ha reso noto un progetto per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica da parte della capitale britannica. Il piano fornito nei dettagli parla di una riduzione del 60% delle emissioni rispetto ai valori del 1990 entro i prossimi 20 anni. Il Piano descritto nel rapporto “Action Today to Protect Tomorrow – The Mayor’s Climate Change Action Plan”, punta ad un abbattimento del 4% annuo. Le amministrazioni locali inglesi sono molto attive su questo tema tanto che altre città, come ad esempio Birminghan, si sono date obbiettivi specifici di riduzione delle emissioni di gas serra. (fonte Qualenergia)

h4. Per l’Australia energia delle onde

1/3/2007 – Port Kembla Australia -Tra alcune settimane sarà reso operativo ed comincerà a fornire alle case a sud di Sydney elettricità ed acqua fresca, il primo impianto Australiano capace di sfruttare l’ energia del moto ondoso. L’impianto offshore da 4,7 milioni è localizzato a circa cento metri dalle famose spiagge per il surf vicino Wollongong, e fornirà energia elettrica a 500 case della zona limitrofa. E’ progettato per resistere alle tempeste (non frequenti) e oltre all’elettricità fornirà 2.000 litri di acqua al giorno. L’acqua marina depurata sarà disponibile per quasi lo stesso numero di case che l’impianto fornirà di elettricità. (fonte La Stampa)