• Articolo , 25 febbraio 2011
  • Ravenna, una provincia sempre…al sole

  • Ravenna provincia del sole anche nel 2011. Con mutui a tasso agevolato – e senza necessità di ipoteca – fino a 150mila euro per le imprese del commercio, del turismo e dei servizi che decidono di installare un nuovo impianto fotovoltaico scommettendo sull’energia verde per hotel e campeggi, stabilimenti balneari e negozi. Nata nel 2009, […]

Ravenna provincia del sole anche nel 2011. Con mutui a tasso agevolato – e senza necessità di ipoteca – fino a 150mila euro per le imprese del commercio, del turismo e dei servizi che decidono di installare un nuovo impianto fotovoltaico scommettendo sull’energia verde per hotel e campeggi, stabilimenti balneari e negozi. Nata nel 2009, l’iniziativa della Provincia di Ravenna in partnership con Camera di Commercio di Ravenna, Cooperativa di Garanzia Cofiter, Confesercenti e Ascom, oltre che i tre istituti di credito locali Cassa di Risparmio di Ravenna, Banca Popolare di Ravenna e le Banche di Credito Cooperativo di Ravenna, ha chiuso il 2010 erogando finanziamenti a due imprese che hanno completato i propri impianti, mentre tre ulteriori progetti sono stati già deliberati e altri tre sono in corso di valutazione e realizzazione.

In particolare, si tratta di un mutuo chirografario- della durata massima di 15 anni con rate mensili o trimestrali – sul quale Cofiter offre una garanzia del 50% e concede un abbattimento di 2 punti sul tasso di interesse concordato per i primi 10 anni. Forte la spinta del progetto anche sulla comunicazione e sul marketing territoriale: le imprese che opteranno per l’energia del sole, saranno premiate con il logo “ Ravenna provincia del sole “ che potrà essere affisso con una vetrofania da esporre nelle vetrine. In più, saranno segnalate sui siti web della Provincia di Ravenna e della Camera di Commercio di Ravenna.

“Grazie a questo intervento – ha sottolineato l’assessore al Turismo della Provincia di Ravenna Libero Asioli – il nostro turismo avrà una più forte immagine ambientale, daremo un piccolo contributo all’attuazione del Piano energetico provinciale e regionale e le imprese coinvolte avranno anche un piccolo vantaggio economico”.