• Articolo , 20 novembre 2008
  • Realacci al governo: no a politica di retroguardia sull’ambiente

  • Ancora un richiamo dell’opposizione di non insistere su battaglie di retroguardia contro la Commissione Ue e che l’approccio del piano ambientale-energetico

Sul pacchetto clima-energia della Ue ”ci auguriamo che il governo non perseveri in una polemica di retroguardia”. Lo afferma Ermete Realacci (Pd), ministro ombra dell’Ambiente.
”Il partito Democratico – dichiara Realacci – è disponibile e ritiene necessario e utile un confronto sulle politiche di incentivi ai cittadini e alle imprese in grado di tenere insieme le misure per affrontare la crisi economica alla necessità di ridurre le emissioni di Co2”. ”Le misure da mettere in campo da subito riguardano gli incentivi all’edilizia, al settore delle auto, al settore degli elettrodomestici, al trasporto pubblico. Ci auguriamo che il Governo – chiude la nota di Realacci – si muova con sollecitudine in questa direzione, anzichè perseverare nella sterile polemica di retroguardia che ha condotto nelle ultime settimane”