• Articolo , 19 maggio 2009
  • Realacci: lo sviluppo delle rinnovabili per uscire dalla crisi

  • L’intervento di Realacci (Pd) ad un convegno oggi a Roma, che ha trattato del modo in cui le imprese potranno superare la crisi. La sua opinione, e non solo la sua, è quella che lo sviluppo delle rinnovabili potrà contribuire non poco.

(Rinnovabili.it) – ”Per cavarmela con una battuta, potrei dire che quando il presidente del Consiglio italiano qualche mese fa ha dichiarato che occuparsi di ambiente in un momento di crisi è come farsi la messa in piega quando si ha la broncopolmonite”. A pronunciare queste parole è Ermete Realacci, Pd, ambientalista della prima ora. Nello specifico si riferiva ad una frase che riportava “Il Corriere della Sera” (13 dicembre 2008), in occasione della Conferenza di Poznan (Polonia), quando a Berlusconi fu assegnato il «Fossile del giorno», un premio conquistato grazie ad una battuta poco felice nei confronti della lotta all’inquinamento. Letteralmente il quotidiano milanese riportava, in un pezzo, a firma Franco Foresta Martin, le parole del premier che diceva “quando uno ha la polmonite non va dal barbiere a tagliarsi i capelli”.
Realacci ricordava a braccio questa battuta, perché, a suo avviso, sintomatica di un atteggiamento e un convincimento politico che cozza con il principio, oggi accettato dalle economie più importanti del mondo, che l’industria e lo sviluppo delle tecnologie rinnovabili sono proprio quelle che ci posso aiutare a uscire dalla crisi economica. Lo ha sostenuto al convegno ”Le imprese oltre la crisi: lo sviluppo sostenibile per la crescita economica” svoltosi oggi a Roma. ”E’ così in tutto il mondo – ha proseguito Realacci – sicuramente dal punto di vista della percezione di questa sfida molto è stato segnato, anche dalla maniera in cui il presidente Obama ha impostato la sua risposta alla crisi ma l’Europa non è da meno”.