• Articolo , 4 febbraio 2009
  • Realacci: vedremo quali incentivi per le rinnovabili

  • La risposta del Pd alle esternazioni in fatto di incentivi alle automobili e agli elettrodomestici, fatte ieri dal presidente del consiglio

Ermete Realacci, ministro dell’Ambiente nel governo ombra del Pd, commentando le dichiarazioni apparse sui media di oggi dal presidente del Consiglio a proposito di incentivi verdi al settore dell’auto e degli elettrodomestici bianchi ha dichiarato: “Il Partito Democratico già da tempo ha presentato una serie di proposte per considerare le questioni ambientali come una delle chiavi per affrontare la crisi e per attivare da questi settori un milione di posti di lavoro. E’ la strada che hanno già intrapreso i più importanti paesi europei, è la via che indica per il futuro il nuovo presidente degli Stati Uniti. Coerentemente con questo saremo i primi ad accogliere favorevolmente misure che tengano insieme il sostegno all’economia e gli obiettivi di riduzione di emissioni di Co2, così come abbiamo salutato favorevolmente la marcia indietro fatta dal Governo sugli ecoincentivi del 55% per l’efficienza energetica nell’edilizia”.
“Per dare un giudizio, aspettiamo comunque di vedere i conti e in cosa consisteranno in concreto le misure annunciate oggi da Berlusconi, augurandoci di trovare una persona diversa da quella che poco più di un mese fa, – chiude Realacci – in sedi internazionali, affermava che parlare di ambiente quando c’è una crisi in atto è come uno che ha la polmonite e va a farsi la messa in piega”.