• Articolo , 22 aprile 2008
  • Record a 118 dollari, il petrolio non ferma la sua corsa

  • Sfondato alla borsa statunitense il muro dei 118 dollari, l’oro nero non accenna a mutare trend di crescita, salendo anche sul mercato londinese

Come era facile prevedere, non si vedono mutamenti sul mercato del greggio che infatti prosegue il suo trend in salita. Oggi infatti é stato toccato un nuovo record negli scambi elettronici sulla piazza di New York, dove ha superato il livello di 118 dollari arrivando a toccare un altro massimo storico con 118,05 dollari al barile.
Il greggio ha fatto registrare anche un nuovo record negli scambi a Londra, dove il Brent ha varcato la soglia dei 115 dollari. Come al solito, a determinare le crescenti quotazioni concorrono le tensioni geopolitiche e, nello specifico, la drammatica situazione della Nigeria, la ormai consueta resistenza dei Paesi dell’Opec ad aumentare la produzione di petrolio da immettere sul mercato, la perdurante debolezza della moneta americana e infine, si aggiunge adesso, anche lo sciopero in una raffineria in Scozia.