• Articolo , 18 marzo 2010
  • Reggio Emilia, i RAEE hanno i giorni contati

  • Una mobilitazione generale per conferire correttamente i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) e sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza per l’ambiente della corretta gestione – al termine del ciclo di vita o comunque quando si decide di sbarazzarsene – di oggetti dall’alto potenziale inquinante. Questo il senso dell’adesione del Comune di Reggio Emilia – in […]

Una mobilitazione generale per conferire correttamente i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) e sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza per l’ambiente della corretta gestione – al termine del ciclo di vita o comunque quando si decide di sbarazzarsene – di oggetti dall’alto potenziale inquinante. Questo il senso dell’adesione del Comune di Reggio Emilia – in collaborazione con Enìa – alla quarta edizione della “Settimana Europea per l’Energia Sostenibile” (European Union Sustainable Energy Week dal 22 al 26 marzo 2010), un’iniziativa che coinvolge tutto il Continente con conferenze, workshop, attività didattiche e visite ad aziende e impianti che producono o utilizzano fonti rinnovabili e tecnologie per l’efficienza energetica. Cinque giorni in tutta Europa per informare la collettività su buone pratiche quotidiane per lo sviluppo sostenibile, un consumo energetico più razionale, un miglioramento di salute e qualità della vita.

E il Comune di Reggio Emilia – già vincitore del KlimaEnergyAward 2009 per il miglior progetto energetico nella categoria Comuni con più di 150mila abitanti e primo nella classifica nazionale sui “Comuni Ricicloni 2009” di Legambiente con il 47,2% di raccolta differenziata – promuove quindi insieme a Enìa una grande raccolta di RAEE presso le stazioni ecologiche della città, destinazione obbligatoria per prodotti contenenti materiali inquinanti come rame, ferro, acciaio, alluminio, vetro, argento, oro, piombo o mercurio.

Si tratta di TV videoregistratori, lettori e macchine fotografiche, ma anche radio, computer, lettori Mp3, oppure piccoli e grandi elettrodomestici come frigoriferi e lavatrici, forni e aspirapolvere, ferri da stiro e tostapane, frullatori, asciugacapelli e rasoi. Oppure climatizzatori e ventilatori, stufe elettriche e utensili elettrici, ma anche strumenti musicali elettrici o giocattoli elettronici. Consegnando i RAEE alle 6 stazioni ecologiche della città, si riceveranno materiali informativi sul risparmio energetico domestico e riduttori di flusso dell’acqua messi a disposizione da Enìa.
Tra gli appuntamenti della settimana, sabato 27 marzo “Energy Day” reggiano presso la stazione ecologica di Via Guido da Baiso, dove dalle 9 alle 18 sarà allestito un gazebo che distribuirà anche lampadine a basso consumo.

Per informazioni:
Numero Verde Enìa Ambiente: tel. 800.212607
mail ambiente.re@eniaspa.it.