• Articolo , 23 luglio 2009
  • Regina (UIR): 1,2 mld per il settore energetico

  • Grazie a questo notevole investimento verrà rese efficienti e moderne le reti elettriche italiane garantendo nuovi posti di lavoro. Si cercerà inoltre di sfruttare al meglio la potenzialità fotovoltaica del Lazio

(Rinnovabili.it) – Il presidente della Uir (Unione degli Industriali e delle imprese di Roma), Aurelio Regina, ha dichiarato che nei prossimi cinque anni verranno investiti 1,2 miliardi di euro nel settore energetico.
“Cinquecento milioni serviranno per l’ammodernamento delle reti elettriche – ha dichiarato il presidente – nei prossimi anni verranno smantellati a Roma 250 chilometri di elettrodotti e interrati 50 chilometri. Così si libereranno cinque milioni di metri quadri di territorio, con un risparmio di 58 milioni di Kilowatt l’ora, pari al consumo annuo di 14mila romani”.
Grazie a questi investimenti anche le piccole imprese otterranno dei vantaggi e verranno creati, da qui al 2020, 180 mila posti di lavoro su scala nazionale.
Roma e il Lazio hanno da sfruttare una grande potenzialità nel campo del fotovoltaico.
“Purtroppo però – ha affermato il vice presidente Uir, Flavio Cattaneo – in Italia non c’è un’azienda che produce impianti fotovoltaici. Quindi l’investimento di oltre 500 milioni di euro in questo settore servirà per comprare gli impianti all’estero. Il nostro auspicio – ha poi concluso Cattaneo – è che le imprese italiane possono investire in questo settore per incentivare l’occupazione”.