• Articolo , 20 maggio 2008
  • Regione Lombardia, al via piano energia con Como, Lecco e Varese

  • La Giunta della Regione Lombardia ha approvato un piano energia con le Province di Como, Lecco e Varese. “Questo piano d’azione – ha spiegato l’assessore alle Reti, Servizi di Pubblica Utilita’ e Sviluppo Sostenibile, Massimo Buscemi – individua le linee di intervento atte a garantire il raggiungimento degli obiettivi strategici della programmazione regionale che consistono […]

La Giunta della Regione Lombardia ha approvato un piano energia con le Province di Como, Lecco e Varese. “Questo piano d’azione – ha spiegato l’assessore alle Reti, Servizi di Pubblica Utilita’ e Sviluppo Sostenibile, Massimo Buscemi – individua le linee di intervento atte a garantire il raggiungimento degli obiettivi strategici della programmazione regionale che consistono nella riduzione delle emissioni inquinanti e climalteranti e del costo dell’energia e nella promozione della crescita competitiva delle nuove tecnologie energetiche”. In provincia di Varese e’ stato Gallarate il primo Comune ad aderire a questa nuova iniziativa. L’amministrazione comunale si e’ impegnata anche a dare piena attuazione al sistema regionale per la certificazione energetica degli edifici, a programmare interventi per la diagnosi, la certificazione e la progettazione di interventi di miglioramento energetico per gli edifici di proprieta’, a proseguire le attivita’ di controllo degli impianti di propria competenza e a raccordare le proprie attivita’ con il nuovo Catasto regionale degli impianti termici tramite i Cait (Centri assistenza impianti termici), coordinati dalla Regione Lombardia. “Regione Lombardia – ha aggiunto Buscemi – con questo accordo provvedera’, dal canto suo, nel dare attuazione al Piano per l’energia, alla predisposizione di progetti di formazione in materia energetica, alla gestione del Catasto unico regionale degli impianti termici e al coordinamento dei centri di assistenza, alla predisposizione di elaborati e studi di programmazione sulla base dei dati raccolti dal catasto impianti e a promuovere strumenti di incentivazione per l’uso razionale dell’energia e la promozione delle fonti rinnovabili”. La Regione, che avra’ anche il ruolo di supervisore, mettera’ a disposizione le competenze di Cestec, la societa’ interamente partecipata che ha tra le sue finalita’ anche il raggiungimento di obiettivi analoghi a quelli previsti dal Piano. Le Province, invece, si impegnano all’attuazione del Piano, alla promozione di campagne informative e all’elaborazione della programmazione energetica provinciale. L’intesa vale fino al 31 dicembre 2012.