• Articolo , 9 dicembre 2010
  • Regno Unito, in fase di partenza il Green Deal

  • Rimborsi sulle bollette, sostegni finanziari e tassi d’interessi agevolati sui finanziamenti è quello che presume il nuovo disegno di legge del governo britannico per incentivare l’efficienza energetica. Il progetto, chiamato “Green Deal”, ha come punto di forza il “Bill Energy”, ovvero una serie di rimborsi a imprese e famiglie ricavati da buone pratiche di risparmio energetico.

(Rinnovabili.it) – La Gran Bretagna ha preso a cuore l’efficienza energetica. Il governo UK ha confermato il proprio progetto *Green Deal*, un aiuto a imprese di ogni grandezza e famiglie che senza alcun costo iniziale migliorino la propria efficienza energetica.

Punto di forza di questa proposta di legge è il *Bill Energy*, una serie di rimborsi sulle bollette energetiche, dovuti a pratiche di risparmio ed efficienza. A proposito di ciò il _Dipartimento di Energia e del Cambiamento Climatico_ (DECC) ha affermato che il disegno di legge assicura i rimborsi dove i risparmi energetici sono più bassi dell’energia erogata grazie alle nuove tecnologie installate. Inoltre le imprese fornitrici di energia dovranno offrire sostegni finanziari alle famiglie con basso reddito desiderose di utilizzare nuove soluzioni e a quegli edifici particolarmente difficili da migliorare sotto l’aspetto dell’efficienza energetica.

Inoltre saranno presenti una serie di misure, tra cui la consulenza energetica per i clienti, un marchio di qualità per fornitori e installatori e delle garanzie assicurative per i consumatori, che verrebbero coperti in caso di problemi dovuti alla consulenza e all’installazione. Il segretario del DECC, Chris Huhne, ha detto che questi propositi partiranno dal 2012 e rappresentano sia un grande potenziale per migliorare il patrimonio edilizio del Regno Unito, riducendo le emissioni di carbonio e di conseguenza le bollette energetiche, e sia un’opportunità commerciale per diverse aziende energetiche.

Inizialmente si pensava che il *Green Deal* fosse destinato solo alle imprese commerciali, invece il progetto è disponibile per tutte le altre tipologie, ma a beneficiarne saranno soprattutto le aziende più piccole.

La proposta di legge è stata accolta anche dai gruppi ambientalisti. Il successo è dovuto soprattutto dal tasso d’interessi praticato sui prestiti e sulle misure di incentivazione offerte per coinvolgere famiglie ed imprese a seguire tale strada.