• Articolo , 2 maggio 2011
  • ReMedia e WEEE Forum insieme per la gestione trasparente dei RAEE

  • Per una corretta raccolta e per uno smaltimento razionale e trasparente dei RAEE ReMedia e WEEE Forum hanno annunciato l’entrata in vigore di WEEELABEX, il nuovo standard europeo per la gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

(Rinnovabili.it) – Per la raccolta, il recupero e lo smaltimento dei RAEE è da oggi attivo *WEEELABEX,* un nuovo standard europeo definito dal “WEEE Forum”:http://www.weee-forum.org/ – l’associazione europea dei Sistemi Collettivi di raccolta e trattamento dei RAEE, che ne regolerà la gestione e a cui ReMedia, consorzio per il riciclo dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, ha aderito con soddisfazione. Il consorzio è inoltre meritevole di aver partecipato alla redazione del documento, promuovendo sul territorio italiano la inormazione e l’adesione ai nuovi regimi comportamentali.
Coofinanziato dalla Comunità europea nell’ambito del progetto Life+ WEEELABEX nasce soprattutto con l’obiettivo di ridimensionare il volume dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, rendendo tutte le attività di gestione raccolta e smaltimento molto più trasparenti e tracciabili, con la speranza di riuscire a creare un incentivo che spinga le aziende e i privati a raggiungere standard di qualità sempre più elevati.
“L’ufficializzazione degli standard WEEELABEX rappresenta un altro tassello importante per l’industria dei RAEE e dimostra, ancora una volta, l’attenzione dell’Unione Europea verso questo settore, diventato ormai fondamentale a livello ambientale ed economico”, commenta Danilo Bonato, Direttore Generale di ReMedia. “ReMedia, socio di rilievo del WEEE Forum da oltre tre anni è tra i promotori dell’iniziativa e integrerà nei propri processi operativi i nuovi parametri per il trattamento e la logistica, una evoluzione virtuosa degli standard già adottati da Consorzio in questi anni e considerati un punto di riferimento a livello nazionale”. “Siamo certi che il progetto WEEELABEX costituirà uno strumento fondamentale per innalzare il livello qualitativo della gestione dei RAEE in Europa e ci auguriamo che il Ministero dell’Ambiente e il Centro di Coordinamento RAEE sostengano fortemente la loro introduzione in Italia”, ha concluso Bonato.