• Articolo , 6 ottobre 2009
  • Renault: 500 milioni per veicoli low emission in Spagna

  • Lo stabilimento Renault di Valladolid, che rischiava la chiusura e il licenziamento di circa 5000 dipendenti, riprenderà a pieno ritmo la produzione, almeno per altri 10 anni

(Rinnovabili.it) – Grazie ad un contratto firmato proprio oggi, lo stabilimento Renault di Valladolid, nel nord della Spagna, che rischiava la chiusura, riprenderà invece la produzione a pieno ritmo: con una nuova produzione di due nuovi modelli di cui uno elettrico, come ha annunciato l’azienda francese.
“Andiamo a Valladolid per costruire un piccolo veicolo elettrico nel 2011, un motore economico nel 2012, e un veicolo convenzionale a partire dal 2013”, ha dichiarato il presidente di Renault in Spagna, Jean-Pierre Laurent, durante la conferenza stampa di presentazione dell’accordo, alla presenza del premier spagnolo Zapatero.
Miguel Sebastian, ministro spagnolo dell’Industria, ha specificato che verranno investiti 500 milioni di euro distribuiti in un arco temporale di quattro anni. Il dato però non è stato confermato dalla Renault che ha comunicato solamente che il 20% dell’investimento sarà costituito da denaro pubblico, necessario alla produzione di centomila veicoli entro il 2013, incluse le ventimila auto elettriche previste per il 2011.
Grazie a questa iniziativa, 5000 lavoratori degli stabilimenti spagnoli potranno continuare la loro attività almeno per altri 10 anni.
Insieme a questa iniziativa la Spagna sta valutando la possibilità di redigere un piano di sostegno per l’acquisto di veicoli meno inquinanti, in modo da ridurre le emissioni nocive derivanti dalla circolazione degli autoveicoli.