• Articolo , 27 settembre 2008
  • Renzo Piano e il suo eco-museo

  • Inaugurato il 27 settembre a San Francisco, è diventato in fretta l’attrazione numero uno della nuova California Academy of Sciences all’interno del Golden Gate Park. Un progetto dedicato alle generazioni future, come ha commentato colui che porta la firma del progetto, l’architetto Renzo Piano. Un edificio che presenta un tetto verde, ricoperto da piante e […]

Inaugurato il 27 settembre a San Francisco, è diventato in fretta l’attrazione numero uno della nuova California Academy of Sciences all’interno del Golden Gate Park. Un progetto dedicato alle generazioni future, come ha commentato colui che porta la firma del progetto, l’architetto Renzo Piano. Un edificio che presenta un tetto verde, ricoperto da piante e fiori. “Il tetto – spiega Piano – rappresenta una sperimentazione coerente con la missione dell’Accademia delle scienze, che è uno dei musei più antichi degli Stati Uniti. Con un centinaio di scienziati abbiamo lavorato sul tema della sostenibilità e il risultato, partendo dal tetto, è che è possibile realizzare edifici che consumano pochissima energia e rispettano l’ambiente”. Grazie a questo progetto la nuova Accademia delle Scienze ha conquistato, per prima negli Stati Uniti, il livello platinum nella certificazione Leed che valuta il grado di qualità ecologica delle costruzioni. Tutto questo grazie ad una serie di espedienti come ad esempio l’isolamento delle pareti che è stato realizzato tramite il riciclaggio di vecchi jeans usati, e grazie ad una sorta di ‘baldacchino’ di vetro che circonda l’intero edificio su cui sono state integrate delle celle fotovoltaiche, con le quali l’edificio genera il 15% dell’energia elettrica che consuma.