• Articolo , 29 ottobre 2009
  • ‘Revivoil’, l’olio rigenerato che rispetta l’ambiente

  • Dall’incontro promosso da COOU, Viscolube, A.N.C.O, Legambiente e Unione Petrolifera per illustrare e sostenere le attività della filiera degli oli usati

(Rinnovabili.it) – Tra le tante attività e progetti che verranno presentati lungo il cammino della manifestazione di “Ecomondo”:http://www.rinnovabili.it/ecomondo-sviluppo-sostenibile-e-green-economy-800439 anche l’iniziativa dell’azienda Viscolube, una tra le poche organizzazioni a livello europeo che si occupa di gestire e raffinare in maniera rispettosa per l’ambiente, gli oli esausti. L’impresa di Lodi, che per l’anno 2007 ha registrato ottimi risultati nella lavorazione di circa 140.000 tonnellate di olio usato producendo 97.000 tonnellate di lubrificante rigenerato, vanta di una tecnologia all’avanguardia nella raffinazione. Revivoil, così è chiamata la miscela di riuso già commercializzata in altri Paesi e in attesa di ricevere licenze di permesso per ulteriori impianti, verrà promosso nella campagna omaggio che destina due confezioni dell’olio ri-raffinato ai Concessionari raccoglitori di olio usato del COOU (Consorzio Obbligatorio Oli Usati). Questi potranno così testare sui propri veicoli il “lubrificante green”, per ora impiegabile nei motori diesel aspirati come quelli finalizzati al trasporto pubblico.
“Un olio al 100% formulato con basi ri-raffinate – certificato da uno dei maggiori costruttori a livello mondiale di additivi per lubrificanti, Lubrizol – e in grado di rispettare, nel suo intero ciclo di vita, i più stretti vincoli di compatibilità ambientale” ha sottolineato Antonio Lazzarinetti, amministratore delegato di Viscolube. Revivoil, che viene creato attraverso un processo con idrogeno ad alta pressione, è un “green oil” – a basso contenuto di zolfo e di insaturi – proveniente dal riciclo di un rifiuto che permette – per tanto – di rispettare i termini del Protocollo di Kyoto in materia di emissioni e la legislazione italiana sul Green public procurement”, ha aggiunto inoltre Lazzarinetti.