• Articolo , 24 gennaio 2008
  • Reykjavik :con Elding un passo in più per abbandonare il petrolio

  • Ad aprile gite più ecologiche per i turisti, a bordo della prima eco-imbarcazione, che avvicinerà l’Islanda all’obiettivo di convertire il suo intero sistema di trasporti all’idrogeno entro il 2050

Ancora buone nuove dall’Islanda. Dopo essere stata il primo Paese ad aprire una stazione di rifornimento pubblico ad idrogeno, e aver fissato l’obiettivo di convertire il suo intero sistema di trasporti a questo vettore entro il 2050, è ancora in primo piano grazie ad Elding (termine islandese per “Fulmini”), la prima nave commerciale a idrogeno del mondo. La conversione avverrà nel giro di poche settimane e già ad aprile i turisti della capitale potranno effettuare un tour per l’avvistamento delle balene a bordo del battello. Inizialmente sarà installata solo una cella a combustibile, per fornire energia al motore che genera l’illuminazione. Jon Bjorn Skulason, a capo di Icelandic New Energy, la venture tra società, università e governo che guida il progetto, ha spiegato che la nave aiuterà a capire se l’idrogeno può funzionare in mare, questione essenziale per una nazione che possiede una delle flotte per la pesca più grandi al mondo. Gli islandesi sembrano pronti ad abbracciare l’idrogeno: lo stesso Skulason ha citato un sondaggio secondo cui il 93% dell’opinione pubblica è favorevole alla sua adozione. Un ulteriore segnale della determinazione islandese a diventare la prima nazione al mondo non dipendente dal petrolio. (fonte la Stampa)