• Articolo , 16 novembre 2010
  • Riciclaggio, un “Monviso” di plastica

  • All’interno dell’iniziativa _“una borsa è per sempre”_, nella settimana europea per la riduzione dei rifiuti, è stata realizzata una scultura con 50.000 sacchetti di plastica, che rappresenti la catena montuosa del Monviso. Obiettivo dell’opera eco-sostenibile è la sensibilizzazione al riutilizzo del sacchetto.

Con l’utilizzo di 50.000 sacchetti di plastica a Cuneo, esattamente nel comune di Fossano, è in fase di realizzazione una scultura che si ispiri alla catena del Monviso. L’opera “verde” rientra nell’iniziativa _“una borsa è per sempre”_ e si instaura nella settimana europea per la riduzione dei rifiuti (20-28 Novembre 2010). L’obiettivo dell’eco-scultura è sensibilizzare le persone al riciclo dei sacchetti di plastica e scoraggiarle dalla pratica dell’usa e getta.

Oltre alla plastica dei sacchetti, l’opera sarà realizzata con legno e avrà due metri di altezza, cinque metri di base ed un metro di larghezza. Inoltre il progetto, così come progettato, entrerà nel Guinness dei primati, battendo per sacchetti impiegati un globo di 36.700 unità di plastica, costruito nel 2009 a Los Angeles dal Dipartimento dei Lavori Pubblici.

Il progetto è stato organizzato dal _Consorzio SEA (Servizi Ecologia Ambiente)_ e dalla cooperativa _ERICA (Educazione Ricerca Informazione Comunicazione Ambiente)_ con la collaborazione del Comune di Fossano e con alcune Confcommercio della provinicia di Cuneo. Inoltre per la raccolta sono state coinvolte trentadue scuole della stessa provincia, in cui le più attive beneficeranno biglietti teatrali e gadget eco-sostenibili.

Assieme alle scuole si è attivata anche la popolazione locale per la fornitura dei sacchetti destinati alle “Alpi di plastica”. Lo stesso Comune ha regalato una borsa di stoffa per ogni cinque sacchetti resi.