• Articolo , 28 gennaio 2010
  • Ridurre i consumi? Il ‘Toolkit’ vi dà una mano

  • Una serie di indicazioni per razionalizzare i consumi, il ‘Toolkit’ li riassume e consiglia l’istallazione di contatori energetici che rendano i consumatori più consapevoli

(Rinnovabili.it) – La London Development Agency (LDA) ha redatto, insieme ai maggiori gruppi immobiliari della Gran Bretagna, il ‘Toolkit’, una serie di linee guida per aiutare i proprietari di immobili e le imprese ad adottare misure in grado di ridurre l’uso di energia negli edifici commerciali.
Gli sforzi per moderare i consumi energetici degli uffici e degli esercizi pubblici sono spesso resi vani dal fatto che un solo contatore monitora l’intero edificio, rendendo difficile l’individuazione del consumo delle singolo imprese all’interno di uno stesso stabile.
Per risolvere questo disagio si sta quindi pensando di istallare singoli contatori che, registrando i dati del consumo in tempo reale, renderanno più consapevoli le imprese che potranno adottare tecniche e tecnologie per l’efficientamento energetico.
A seguito della scoperta che gli edifici commerciali sono responsabili di oltre un terzo dell’inquinamento della capitale britannica il sindaco Boris Johnson ha invitato le imprese ad adottare i suggerimenti contenuti nel ‘Toolkit’ aggiungendo che sarà sicuramente un valido aiuto nella riduzione dei consumi e quindi anche della spesa.
David Short, consulente ambientale della Capital Real Estate, ha sottolineato che attraverso un monitoraggio costante dell’energia utilizzata si è giunti ad un importante traguardo: riduzione dell’uso dell’energia elettrica del 17% e la diminuzione dell’impiego di acqua del 74% dopo un solo anno dall’istallazione dei contatori nella sede centrale di Londra, con un risparmio economico di circa 60.000 sterline.
“Semplicemente utilizzando la tecnologia che permette di vedere ogni mezz’ora i consumi reali, e ottenere i consigli degli esperti sui modi per ridurlo abbiamo raggiunto un notevole risparmio in termini di costi e di carbonio con una spesa minima e senza interruzioni nell’erogazione dei servizi”, ha concluso David Short.