• Articolo , 5 giugno 2009
  • Ridurre le emissioni di CO2 volando? Ora è possibile!

  • Il “Programma di compensazione del carbonio” finanzierà progetti volti alla riduzione delle emissioni nocive nei Paesi in via di sviluppo

(Rinnovabili.it) – Grazie ad un accordo tra la Iata (Associazione internazionale del trasporto aereo) e la Tap (la compagnia leader nel trasporto aereo portoghese) i passeggeri dei voli potranno prendere parte ad una interessante iniziativa volta a diminuire le emissioni di carbonio. Mediante contributi economici i cittadini potranno finanziare l’iniziativa denominata “Programma di compensazione del carbonio” che racchiude vari progetti orientati a ridurre le emissioni di CO2 nei Paesi in via di sviluppo.
“Questo programma di Iata – ha detto il direttore generale Giovanni Bisignani – rappresenta un esempio tipico di quanto il nostro settore sia all’avanguardia nelle misure per combattere l’inquinamento. Per questo offriamo ai passeggeri dei vettori associati a Iata la possibilità di incidere economicamente e in maniera reale sui costi derivanti dalle emissioni e di compensarle attraverso una sorta di donazione volontaria”.
Tap ha scelto di finanziare un progetto in Brasile e si occuperà dell’efficientamento di una centrale idroelettrica, in modo che, a regime, si possa evitare l’emissione di 15 mila tonnellate di CO2 ogni anno.
Con queste iniziative la Iata vorrebbe sensibilizzare la coscienza dei passeggeri mettendoli al corrente dei danni provocati dalle emissioni nocive e rendendoli parte del cambiamento positivo.