• Articolo , 1 luglio 2010
  • Rifiuti cellulosici: il 2009 è stato l’anno della raccolta differenziata

  • Bene la raccolta differenziata degli imballaggi a base cellulosica. I dati di comieco disegnano il costante impegno delle Regioni e dei cittadini: 3 milioni di tonnellate di rifiuti cartacei raccolti nel 2009 con un risparmio di 300 milioni di euro

(Rinnovabili.it) – Calano i consumi e aumenta del 5,2% la raccolta differenziata di carta e cartone. Questa la conclusione del XV rapporto annuale redatto da “Comieco”:http://www.comieco.org/, Consorzio Nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base cellulosica in riferimento all’anno 2009, e presentato stamane.
In particolare si parla di 3 milioni di tonnellate raccolte, con una media di 4 imballaggi su 5 avviati al riciclo con un totale di 300 milioni di euro di benefici ambientali ed economici per la comunità. Riscontri positivi dalla condotta della Campania, che ha registrato un +20,3% nella raccolta, dalla Puglia e dalla Sardegna (+28,5%), contrariamente a quanto hanno invece dimostrato Sicilia (-7,4%) e Calabria; situazione di stallo per la regione Lazio, con riferimento particolare ai dati della capitale: il tasso di crescita (+1,9%) si è dimezzato rispetto ai valori del 2008.
Andando nello specifico i dati dimostrano che il *quantitativo procapite di rifiuti cellulosici raccolti è pari a 52,6 kg,* con un aumento di 2,7 kg rispetto al 2008, con un calo del 9% del consumo di suddetti materiali. “Dal 1999 al 2009”, ha commentato Piero Attoma, Presidente di Comieco “la raccolta differenziata di carta e cartone è cresciuta da 250mila ad oltre 3milioni di tonnellate. In valori assoluti, sono state avviate a riciclo 23,3 milioni di tonnellate di materiale”. Continua Attoma: “Dagli 89,2 milioni di euro dell’anno scorso siamo passati a quasi 100 milioni di euro versati da Comieco ai Comuni nel 2009 per il servizio di raccolta differenziata. La sfida del futuro è adesso di migliorare la qualità e l’efficienza del processo di raccolta”.
Grazie al virtuosismo delle regioni citate, dal 1999 al 2009 è stata evitata la costruzione di ben 196 discariche, 26 solo nel 2009, con un beneficio economico calcolato in 300 milioni di euro nello stesso anno, cifra che sale fino a 3 miliardi in riferimento al decennio 1999-2009.
“I risultati del 2009 – conclude Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco – confermano come la raccolta differenziata sia ormai diventata una buona abitudine che interessa tutto il Paese. Il Nord si conferma traino nazionale con un aumento di 76mila tonnellate rispetto al 2008 (+4,3%), ma è il Sud a registrare l’unico incremento a due cifre (+11,8%) grazie a circa 60mila tonnellate in più raccolte. Il centro ha registrato invece un incremento di oltre 17mila tonnellate (+2,6% sul 2008)”.