• Articolo , 18 luglio 2008
  • Rifiuti elettronici: al via “premi di efficienza” ai Comuni

  • Al via ”premi di efficienza” per i comuni serviti dai Centri di raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee). E’ questa infatti una delle misure previste dall’accordo siglato oggi dall’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) e Centro di coordinamento Raee, con il quale viene definito il sistema nazionale di gestione di questi rifiuti. Passaggio […]

Al via ”premi di efficienza” per i comuni serviti dai Centri di raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee). E’ questa infatti una delle misure previste dall’accordo siglato oggi dall’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) e Centro di coordinamento Raee, con il quale viene definito il sistema nazionale di gestione di questi rifiuti. Passaggio di consegne finale poi tra i comuni e il centro di coordinamento, con il quale i primi si occuperanno della raccolta dei Raee nelle isole ecologiche, che passeranno poi al centro di coordinamento e ai sistemi collettivi che coinvolgono i produttori e i gestori di Raee. Per razionalizzare il sistema di gestione, si prospetta quindi una sorta di ”dorsale nazionale” di centri di raccolta lungo il Paese, ben rapportati come quantitativi di rifiuti conferiti alla popolazione servita. Per i comuni che si iscriveranno al sistema del Raee sul sito www.cdcrae.it entro il 31 luglio , l’accordo prevede un corrispettivo di 300 euro a tonnellata per i rifiuti gestiti ”in proprio” dal primo gennaio 2008. I comuni ”ritardatari”, che si iscriveranno entro il 30 settembre, godranno di questo rimborso per il periodo dal primo gennaio al 31 luglio. Quelli che aderiranno successivamente al sistema di raccolta Raee invece non riceveranno il contributo.