• Articolo , 19 gennaio 2011
  • Rifiuti, nel settembre 2012 a Firenze il congresso mondiale Iswa

  • Dal 17 al 19 settembre 2012 Firenze ospiterà il congresso mondiale dell’International Solid Waste Association (ISWA). Per tre giorni, oltre mille delegati provenienti da ogni parte del mondo, discuteranno delle nuove tecnologie, di risultati e problemi in un settore sempre più globalizzato come quello della gestione e del trattamento dei rifiuti. L’evento è stato presentato […]

Dal 17 al 19 settembre 2012 Firenze ospiterà il congresso mondiale dell’International Solid Waste Association (ISWA). Per tre giorni, oltre mille delegati provenienti da ogni parte del mondo, discuteranno delle nuove tecnologie, di risultati e problemi in un settore sempre più globalizzato come quello della gestione e del trattamento dei rifiuti. L’evento è stato presentato oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore all’ambiente Stefania Saccardi, il direttore di ISWA David Newman.
“Siamo contenti – ha sottolineato l’assessore Saccardi – che per questo appuntamento così importante sia stata scelta Firenze. Il tema dei rifiuti non si può più risolvere e affrontare entro i confini cittadini e quindi il confronto e l’ascolto di esperienze internazionali sarà sicuramente elemento importante per programmare le nostre politiche sui rifiuti e mettere in atto tutte quelle strategie e azioni che in primo luogo tutelino l’ambiente e la salute dei cittadini”.
Tante le tematiche che verranno affrontate e approfondite: dalle politiche di gestione del ciclo integrato dei rifiuti al recupero di energia, dagli impianti di discarica controllata alle tecnologie per la raccolta e il trasporto, dalle tecniche di recupero e riciclo alla minimizzazione degli scarti e al trattamento meccanico e biologico, dalla gestione dei rifiuti speciali al commercio illegale, fino all’impatto igienico sulle città.
“Abbiamo scelto per il nostro congresso mondiale la città di Firenze – ha spiegato Newman – perché siamo a conoscenza del progetto per la realizzazione di un termovalorizzatore e quindi siamo convinti che uno scambio di opinioni anche su questo tema, possa contribuire a fare chiarezza su una tecnologia che non sempre riesce a mettere tutti d’accordo”.(fd)