• Articolo , 19 gennaio 2010
  • Rifiuti, un’isola ecologica sui terreni confiscati alla camorra

  • L’assessore all’Ambiente della Regione Campania Walter Ganapini ha partecipato, questa mattina, insieme con il sindaco di Afragola, sen. Enzo Nespoli, alla cerimonia per la posa in opera della prima pietra dell’isola ecologica del comune a nord di Napoli. La stazione di raccolta rifiuti sarà realizzata entro la primavera prossima, grazie ad uno stanziamento regionale di […]

L’assessore all’Ambiente della Regione Campania Walter Ganapini ha partecipato, questa mattina, insieme con il sindaco di Afragola, sen. Enzo Nespoli, alla cerimonia per la posa in opera della prima pietra dell’isola ecologica del comune a nord di Napoli.

La stazione di raccolta rifiuti sarà realizzata entro la primavera prossima, grazie ad uno stanziamento regionale di 400mila euro del Por Campania 2007-2013 e sorgerà su un’area sequestrata alla camorra in contrada Salice.

“L’isola ecologica di Afragola – ha dichiarato l’assessore Ganapini – rappresenta un ulteriore passo avanti per la filiera regionale del ciclo integrato dei rifiuti. Con questa sono 90 le stazioni di raccolta rifiuti attivate dalla Regione Campania. L’impiantistica – ha proseguito Ganapini – è fondamentale per l’incremento della raccolta differenziata e quale supporto logistico per la provincializzazione del ciclo integrato dei rifiuti”.